Nel big match della domenica, Modena Volley vince in 5 sets sulla Sir Perugia al Palapanini davanti a 5.000 persone. Con parziali di 25-22, 19-25, 25-21, 21-25, 15-11, Azimut Modena si assicura due punti fondamentali per continuare in pole position.  La Sir Safety Perugia comunque non rimane con le mani vuote, torna a casa con un gran punto che li mantiene secondi in classifica.

Modena vs Perugia
@Gentilezza Modena Volley

Questa grande serata, che dura più di due ore, inizia con una dimostrazione di solidarietà verso i Vigili del Fuoco che stanno dando aiutando nel Centro Sud di Italia dopo il terremoto: un bellissimo striscione che entra in campo della mano delle due tifoserie. E fino a quel momento, amicizia e unità, per passare poi, dopo il segnale dell’arbitro, a quello che è stato il match in se. Una dimostrazione di puro volley, con poca differenza nel contatore e molta grinta.

Il primo set è servito entrambe squadre per prendere le misure. Nessuna voleva mollare il colpo e si scambiavano il mando ogni 3 o 4 punti. La differenza più grande è stata nel 20-16 quando Perugia inizia con alcuni problemi in difesa e Modena non è niente lento e approfitta questa debolezza per continuare a sommare nella zona finale. Berger è fondamentale per recuperare i punti, ma i modenesi sono già sulla strada vittoriosa. 25-22 si chiude il primo in favore di quelli di casa.

Nel secondo sembra partire meglio Modena, ma subito il “tuttofare” De Cecco lo smentisce e porta i suoi compagni sulla strada vittoriosa. A partire del quarto punto Perugia è sempre in vantaggio almeno di 2 e riesce a mantenerlo fino alla fine.. Petric cerca di virare la barca ma la Sir è troppo carica. La partita si equilibra, è 1-1.

Il terzo parziale mostra due squadre disposte a tutto. Si stabilisce un punto a punto dall’inizio fino alla zona finale dove i punti lunghi, i muri spettacolari e le polemiche sono all’ordine del giorno. Modena riesce a prendere vantaggio di questo e si mostra più agguerrito, prende 4 punti di vantaggio sopra gli Umbri e con un ace di Petric chiude il set.

Arriviamo al quarto, un set per l’infarto e senza un dominante. Questo parziale dimostra realmente perché sono il secondo e il terzo in classifica. Ancora i punti lunghi, spettacolari entrambe in difesa e attacco, tutte e due rischiano in battuta, a volte la palla che viaggia a tanti Km/ora si ferma nella rete, ma anche tocca il campo avversario senza opportunità di essere pressa. Modena non molla, ma Perugia è superiore e forza il tie break.

Tie break che inizia meglio per la Sir, arrivando ad ottenere quei 2 punti di vantaggio che aiutano a chiudere un set (5-2) ma non dura molto, perché Modena si riprende, mette pari il contatore nel punto 7 e inizia a scalare, ribaltando il risultato e lasciando perplessa la squadra ospite. Il cambio campo trova un Modena deciso a non lasciare perdere questa partita, e un Perugia che sebbene è all’attacco, non riesce a chiudere i punti fondamentali. La storia finisce con la esplosione di quasi tre quarti di un palazzetto e con un contatore che segna 15-11 , set e partita per i giallo-blu.

Per i modenesi adesso arriva la grande sfida: il Final Four a Bologna nel prossimo weekend. Perugia invece riposa delle partite ma ha un gran incontro in porta come ospite per la Cev Cup tra un settimana.
 
Azimut Modena: Orduna 4, Ngapeth E. 14, Holt 5, Vettori 22, Petric 13, Piano 1, Rossini (L), Massari 0, Le Roux 14, Onwuelo 1. N.E. Cook, Salsi, Ngapeth S. All. Piazza. Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 3, Berger 10, Podrascanin 6, Atanasijevic 3, Zaytsev 14, Birarelli 2, Tosi (L), Bari (L), Russell 21, Mitic 0, Chernokozhev 0, Buti 4. N.E. Franceschini, Della Lunga. All. Bernardi. ARBITRI: Boris, Tanasi.

Tags