Nella seconda giornata di SuperLega, la Sir Safety Perugia batte per 3-0 a suoi pari di Calzedonia Verona nell’AGSM Forum di Verona con parziali di 25-16, 25-21 e 25-19. Con questo risultato diventa la capolista insieme a Modena che vince anche la sua partita vs Sora.

 

La Sir batte Verona ed è capolista. Foto @GetSportMedia

Calzedonia Verona parte con Spirito, Jaeschke, Pajenk, Stern, Maar, Birarelli e Frigo (L), mentre che la Sir parte con il suo sestetto vittorioso: De Cecco, Atanasijevic, Podrascanin, Anzani , Zaytsev , Russell , Colaci. Un primo gioco che mostra una squadra umbra compatta e agguerrita, invece quelli di casa partono più timorati. Fin da subito Perugia prende il vantaggio e scappa via della mano di un Russel implacabile. Verona si avvicina dopo un time out chiesto da Grbic, ma il vantaggio con i perugini era di 10 punti, irraggiungibile per gli scaligeri. Atanasijevic chiude il primo gioco per 25-16.

Il secondo parziale inizia più equilibrato, i gialloblu diventano forti in zona centrale e riescono a mantenere le cose a pari. Ma questo pareggio viene annientato da Magnum Atanasijevic che con 3 aces di seguito da la possibilità alla sua squadra di mettersi in vantaggio ancora una volta di due punti. Ivan Zaytsev contribuisce a mantenere quella differenza che porta i perugini a vincere ancora il secondo set (25-21).

Il terzo gioco mostra una squadra di casa pronta al recupero, parte meglio Verona con Pajenk. Ma la squadra perugina non molla e si mette subito in vantaggio, Russell e Anzani portano il suo sestetto avanti. Stern aiuta a diminuire il vantaggio gialloblu e Pajenk pareggia il parziale in 11. Anzani e Podrascanin si mostrano in zona centrale e portano la sua squadra ad aumentare il contatore. Una zonza finale che vede lo Zar imparabile con un vantaggio irraggiungibile per gli scaligeri . La Sir chiude set (25-19) e partita con una pipe dello Zar.

Le parole dopo il match:

Luciano De Cecco (Sir Safety Perugia): “abbiamo messo in campo con continuità il nostro gioco e credo che, quando siamo così compatti, c’entrava tutto, facciamo le cose come vengono fatte è difficile giocare contro di noi. Se riuscissimo a mantenerci così, sarà dura per tutti. L’obiettivo è ovviamente quello di migliorare perché sappiamo che dipende solo da noi e non degli altri, ed speriamo di farcela.
La partita di mercoledì sarà sicuramente molto importante per me ma anche per il match in se. In quello palazzetto ho passato gli anni più importanti miei, Piacenza è una squadra molto difficile con giocatori di molta esperienza che possono fare la differenza. Credo sarà una partita da interpretare bene però se facciamo le cose come adesso, possiamo vincerla.

Nikola Grbic (All.Calzedonia Verona): “Sapevo che loro avrebbero giocato così, ma noi stiamo affrontando ogni situazione con impegno e aggressività. Dobbiamo migliorare la forma e l’intesa: serve pazienza, soprattutto non dobbiamo dimenticare che abbiamo molti giocatori nuovi, alcuni alla prima esperienza in Italia”.