superlega2a giornata di ritorno SuperLega UnipolSaiRisultati

Revivre Milano – Calzedonia Verona 0-3 (20-25, 18-25, 16-25); Altotevere Città di Castello-Sansepolcro – Exprivia Neldiritto Molfetta 0-3 (15-25, 21-25, 30-32); Energy T.I. Diatec Trentino – Sir Safety Perugia 3-1 (23-25, 25-18, 25-18, 25-19); Top Volley Latina – CMC Ravenna 3-2 (18-25, 25-20, 19-25, 25-15, 19-17)

Giocate ieri:

Modena Volley – Tonazzo Padova 3-0 (30-28, 29-27, 25-21); Copra Piacenza – Vero Volley Monza 1-3 (32-30, 23-25, 24-26, 23-25)

Riposava: Cucine Lube Banca Marche Treia

 

 

ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO – SIR SAFETY PERUGIA 3-1 (23-25, 25-18, 25-18, 25-19) – ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Kaziyski 16, Nelli, Birarelli 2, Zygadlo 1, Nemec 18, Giannelli 3, Lanza 17, Solé 11, Colaci (L), Fedrizzi, Burgsthaler. Non entrati Thei, Mazzone. All. Stoytchev. SIR SAFETY PERUGIA: Buti 7, Fromm 14, Paolucci, De Cecco 2, Giovi (L), Barone 4, Tzioumakas 1, Beretta 3, Vujevic 4, Atanasijevic 15, Sunder 1, Maruotti 3. Non entrati Cricco, Fanuli. All. Grbic. ARBITRI: Simbari, Boris. NOTE – Spettatori 2700, incasso 25000, durata set: 30′, 26′, 25′, 27′; tot: 108′.

 

A otto giorni di distanza dalla semifinale della Del Monte® Coppa Italia 2015 di Bologna, l’Energy T.I. Diatec Trentino conferma la sua superiorità rispetto alla Sir Safety Perugia conquistando il terzo confronto diretto in altrettante partite stagionali disputate. Gli umbri stasera hanno ceduto 3-1 nel big match del quindicesimo turno di regular season SuperLega UnipolSai permettendo ai padroni di casa di rimanere in testa alla classifica del campionato e conservare l’imbattibilità interna del PalaTrento, che dura da inizio stagione. Per confezionare la decima vittoria consecutiva davanti al proprio pubblico, la nona di fila in campionato, la squadra di Stoytchev è però dovuta andare ancora una volta sotto prima di iniziare a sciorinare nuovamente la propria miglior pallavolo e vincere in rimonta. A scombinare i piani di una Perugia, che nel primo set più volte aveva dato l’idea di essere padrona del campo, ci ha pensato la mossa a sorpresa di Stoytchev, che sul 7-5 del secondo parziale ha gettato nella mischia Giannelli al posto di Zygadlo in regia senza più toglierlo dal campo. Il giovanissimo palleggiatore bolzanino (18 anni e mezzo) ha dimostrato di avere talento e sangue freddo guidando con precisione la squadra alla riscossa attraverso una distribuzione equilibrata e priva di grosse sbavature; in attacco hanno così ritrovato vigore e percentuali non solo Lanza (17 punti col 53%) e Nemec (18 col 57%, premiato UnipolSai Mvp di dicembre prima del match) ma anche Kaziyski e Solé, molto ispirato anche a muro. Perugia non è più riuscita a reggere il ritmo degli avversari, cresciuti anche a muro ed in difesa lasciando spazio ai padroni di casa.

MVP: Giannelli (Energy T.I. Diatec Trentino)

 

Simone Giannelli (Energy T.I. Diatec Trentino): “Sono contentissimo di questo premio MVP ma soprattutto della partita. Ora l’imperativo è continuare a lavorare sempre tenendo i piedi a terra; durante il match ho cercato di rimanere freddo e di coinvolgere tutti i miei compagni in attacco perché solo attraverso una prova di squadra, con un gioco corale, potevamo vincere una partita così difficile come di fatto lo era diventato dopo il primo set”.

Simone Buti (Sir Safety Perugia): “Siamo ovviamente delusi dal risultato ma anche per la prestazione perché potevamo fare decisamente di più. Dopo aver vinto il primo set, Trento ha rialzato la testa e noi siamo andati nella buca. L’ingresso di Giannelli ha cambiato il match? Credo che giocando così avremmo fatto fatica contro qualsiasi avversario”.

 

Chiamate del Video-Check

1° SET: 4-4 (attacco di Atanasijevic) Video Check richiesto da Perugia: per verifica invasione. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Perugia (4-5)

2° SET: 9-5 (ace di Kaziyski) Video Check richiesto da Perugia: per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (10-5)

2° SET: 17-8 (servizio di Lanza) Video Check richiesto da Trento: per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (17-9)

4° SET: 6-5 (attacco di Atanasijevic) Video Check richiesto da Trento: per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Trento (7-5)

4° SET: 15-10 (attacco di Nemec) Video Check richiesto da Trento: per verifica invasione. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (15-11)

 

 

REVIVRE MILANO – CALZEDONIA VERONA 0-3 (20-25, 18-25, 16-25) – REVIVRE MILANO: Bencz 8, Kauliakamoa Jr 1, Temponi Araujo 1, Patriarca 4, Rizzo (L), Mattera, De Togni 5, Dos Santos 8, Veres 12, Preti 1. Non entrati Bermudez, Cerbo, Valsecchi. All. Maranesi. CALZEDONIA VERONA: Zingel 8, Coscione 3, Pesaresi (L), Gitto 5, Gasparini 11, Deroo 10, Bellei, Sander 14, Anzani 3. Non entrati Blasi, White, Centomo, Borgogno. All. Giani. ARBITRI: Satanassi, Zavater. NOTE – Spettatori 1285, incasso 1754, durata set: 28′, 31′, 31′; tot: 90′.

Mvp: Mitja Gasparini (Calzedonia Verona)

 

Settima vittoria nelle ultime otto partite per la Calzedonia Verona, che rispetta il pronostico della vigilia espugnando il PalaDesio grazie al 3-0 ai danni della Revivre Milano. Stesso risultato dell’andata, forse ancora più netto a favore degli scaligeri, che hanno mostrato una netta superiorità nella fase punto: 6 ace e 13 punti a muro, oltre a un miglior attacco guidato da Taylor Sander. Mvp della partita è risultato l’opposto della Calzedonia Mitja Gasparini, letale per i meneghini soprattutto in battuta (tre ace). Di fatto, Milano è rimasta in partita un po’ nel primo set (poi perso 25-20) e in avvio di terzo (8-4), ma alla lunga ha dovuto cedere il passo alla più quotata formazione di Giani. Piccola nota di cronaca: il match ha visto due lunghe interruzioni (circa 5 minuti l’una) nel secondo e nel terzo set per il controllo del referto elettronico.

 

Marco Maranesi (allenatore Revivre Milano): “Ancora una volta la battuta ha fatto la differenza a favore dei nostri avversari: per noi è un problema che si è riproposto, mentre Verona ha scavato il solco con i tre battitori in salto. Inoltre, siamo stati meno brillanti del solito nella fase ricezione-attacco”.

Andrea Giani (allenatore Calzedonia Verona): “Era una gara importante, da non prendere sottogamba contro una squadra che gioca bene nonostante la posizione in classifica. Per noi era importante mettere pressione e l’abbiamo fatto; c’è stata qualche piccola sbavatura in attacco, ma la squadra ha reagito bene rimontando nel primo e nel secondo set, oltre a ribaltare la situazione nel terzo. Volevamo i tre punti, stiamo attraversando un buon momento, con lo spirito giusto nel lavoro e le vittorie che danno fiducia”.

 

Chiamate Video Check

1° SET: 2-1 (attacco Vinicius Dos Santos) Video Check richiesto da: Verona per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (3-1)

1° SET: 20-23 (attacco Deroo) Video Check richiesto da: Milano per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Verona (20-24)

2° SET: 6-5 (attacco Gasparini) Video Check richiesto da: Verona per verifica in-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Verona (6-6)

 

 

ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO-SANSEPOLCRO – EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA 0-3 (15-25, 21-25, 30-32) – ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO-SANSEPOLCRO: Franceschini 2, Teppan, Corvetta 1, Dolfo 6, Kaszap 1, Baroti 11, Tosi (L), Della Lunga 5, Aganits 1, Maric 3, Randazzo 6, Mazzone 7. Non entrati Lensi. All. Montagnani. EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA: Candellaro 12, Noda Blanco 6, Sket 10, Del Vecchio, Spirito, Romiti (L), Bossi 7, Blagojevic, Hierrezuelo 4, Despaigne Jurquin, Torres 18. Non entrati Porcelli, Piscopo. All. Di Pinto. ARBITRI: Gnani, Zucca. NOTE – durata set: 22′, 26′, 34′; tot: 82′.

MVP: Torres (Exprivia Neldiritto Molfetta)

 

Vittoria piena della Exprivia Neldiritto Molfetta a Sansepolcro contro un’Altotevere incapace di giocare alla pari contro i ragazzi di Di Pinto se non nel terzo parziale. Montagnani schiera Maric nel sestetto iniziale al posto di Mazzone e lo schiacciatore serbo risponde subito presente in attacco e fermando a muro l’ex Noda Blanco (3-1). Una palla out di Baroti consente a Molfetta di recuperare il break (8-8) e la pipe di Sket consente alla squadra di Di Pinto di mettere la testa avanti (11-12) prima del time out tecnico. Al rientro il turno al servizio di Sket manda in tilt la ricezione biancorossa e Montagnani richiama i suoi in panchina (11-14). Poco cambia sulla metà campo Altotevere e dopo due punti consecutivi di Hierrezuelo (uno a muro fermando Aganits) costringono il tecnico toscano ad un nuovo time out sul 12-17. Sul 12-19 Montagnani inserisce Randazzo, Kaszap e Teppan ed anche Dolfo per cercare di invertire l’inerzia del set ma Molfetta mantiene agevolmente le distanze chiudendo 15-25 con il fortunoso ace di Noda Blanco. Secondo parziale equilibrato nella parte iniziale ma con la ricezione Altotevere che costringe Corvetta a continue corse per il campo. Due ace consecutivi di Baroti (7-6) costringono Di Pinto a spendere il primo time out discrezionale del match. Al rientro Candellaro ferma Maric e Sket attacca la palla dell’8-10. Entra Franceschini per Aganits nell’Altotevere ma Maric è ancora murato a tre da Sket per il 9-12. Montagnani toglie il serbo per Randazzo. Ancora un allungo di Molfetta col muro di Bossi su Baroti (11-14). Prova a rimanere nel set l’Altotevere con le unghie e con i denti nonostante le evidenti difficoltà tecniche e l’ace di Della Lunga lo riporta sotto (16-17). I Pugliesi resistono però al ritorno Altotevere e con Sket in attacco ed Hierrezuelo a muro vanno a chiudere 21-25. Terzo set con Randazzo confermato Dolfo per Della Lunga e Franceschini per Aganits. Gli ace di Randazzo e Franceschini consentono ai padroni di casa di raggiungere tre lunghezze di vantaggio (7-4). Mazzone li porta addirittura a cinque con un ace sul 12-7. Il time out rovescia la situazione ed il turno al servizio di Torres spacca in due la ricezione Altotevere e consente a Molfetta di operare il sorpasso per il 14-15. Poi è una lotta punto a punto. Entra Kaszap per Corvetta in prima linea e mette a terra di seconda intenzione il punto del 22-19. errore di Baroti ed attacco vincente di Torres per la parità’ 23-23. Poi la lotteria dei vantaggi, lunga e tesa, fino al muro vincente di Bossi per il 30-32 che da i tre punti all’Exprivia.

 

Paolo Montagnani (allenatore Altotevere Città di Castello-Sansepolcro): “Abbiamo cominciato bene poi ci siamo letteralmente paralizzati su situazioni semplici. Anche nel terzo set, dopo aver ottenuto un buon vantaggio, non abbiamo fatto quello che dovevamo fare e loro sì e questo ha fatto poi la differenza. Non abbiamo cose certe su cui affidarci quando siamo in difficoltà poiché la squadra ha limiti che non sono a questo punto della stagione facilmente risolvibili”.

Sergio Noda Blanco (Exprivia Neldritto Molfetta): “Bella vittoria, non era facile visto che ci aspettavamo una squadra grintosa che voleva superare le sue difficoltà. Il terzo set è stato durissimo ma siamo contenti di averlo chiuso a nostro favore ed avere conquistato la posta piena. Per me grande emozione tornare in un posto che sarà per sempre nel mio cuore”.

 

Chiamate Video Check

1° set (11-12), chiamato da Altotevere per invasione a rete Molfetta, decisione arbitrale confermata (11-13).

3° set (25-25), chiamato da Altotevere per verifica in out su attacco di Torres, decisione arbitrale confermata (25-26).

3° set (29-30), chiamato da Altotevere per invasione a rete Molfetta, decisione arbitrale invertita (30-30)

 

 

TOP VOLLEY LATINA – CMC RAVENNA 3-2 (18-25, 25-20, 19-25, 25-15, 19-17) – TOP VOLLEY LATINA: Manià (L), Rauwerdink 3, Sottile 3, Skrimov 11, Pellegrino, Tailli (L), Van De Voorde 12, Rossi 5, Starovic 24, Semenzato, Urnaut 11. Non entrati Ferenciac, Davis. All. Blengini. CMC RAVENNA: Mengozzi 15, Cavanna 3, Zappoli 4, Gabriele 1, Jeliazkov, Koumentakis, Goi (L), Zanatta Buiatti 23, Cester 17, Bari (L), Mc Kibbin, Cebulj 18. Non entrati Ricci. All. Kantor. ARBITRI: Cappello, Tanasi. NOTE – durata set: 27′, 27′, 27′, 24′, 25′; tot: 130′.

MVP: Urnaut (Top Volley Latina)

 

La Top Volley si aggiudica la maratona della 15a giornata della SuperLega UnipolSai e supera in oltre due ore di gara la CMC Ravenna al tie break. Una gara dominata due set per parte con un quinto incandescente dove i pontini sono riusciti a chiudere la partita con una chiamata del Video Check quando gli arbitri avevano già chiuso la gara. Due punti che permettono di scavalcare i rivali al sesto posto della classifica. La gara era iniziata con un minuto di raccoglimento per la prematura scomparsa di Maria Cipollari, per molti anni dirigente della società. Iniziano bene i romagnoli che con Cebulj (un ace) si portano 3-7 e allungano con un ace di Cester 4-7, Starovic e van de Voorde (un muro) accorciano sull8-9, ma sono gli ospiti a riprendere il vantaggio con Renan 12-17 e allungare 14-20 con Cebulj per poi chiudere 18-25. Secondo set con Latina subito avanti 3-0 (un muro di van de Voorde) che poi allunga con gli ace di Urnaut e Starovic 10-3, Renan riporta sotto i suoi 12-9 ma sono ancora i pontini con gli ace di Sottile e Urnaut a incrementare 17-10 ed a chiudere sul 25-20. Terzo set che si apre con un ace di Cebulj e un muro di Cester (0-2), Blengini inserisce Skrimov ma gli ospiti allungano con un ace di Mengozzi e un muro di Ranan 5-12, Skrimov (due ace) riporta sotto i suoi 12-14 ma Cavanna a murod e Cebulj riallungano 15-21 con il set che si chiude 19-25. S’inizia in equilibrio con Latina che con Urnaut si porta 5-3 ripreso da un muro di Cester (5-5), cartellino rosso a Renan per proteste e con un ace di Urnaut i pontini allungano 12-7 e poi con un ace di van de Voorde 15-8, ancora Latina con un muro di van de Voorde, pipe e ace di Urnaut e Starovic per il 25-13 con il set che si chiude 25-15. Il tiebreak si apre con un contrattacco di Skrimov e muro di Starovic (2-0), contrattacco di Starovic (4-1), Cavanna di prima intenzione (8-7), fallo Latina (11-11), pipe di Cebulj (12-13), rosso ad entrambi i tecnici (17-17), dentro Pellegrino per alzare il muro, contrattacco e muro di Skrimov per il 19-17.

 

Davide Pellegrino (Top Volley Latina): “Non mi aspettavo di esordire, specialmente nei momenti cruciali della gara. Sono conto sia della mia prestazione che del risultato. Noi sappiamo che dobbiamo tenerci pronti in ogni momento”

Giuseppe Patriarca (viceallenatore CMC Ravenna): “I ragazzi hanno fatto una grande partita, non è mai facile giocare sul campo di Latina. È stata una gara spettacolare e il merito va diviso a tutti i giocatori in campo”

 

Chiamate Video Check

1° set: 18-24 (palla out) richiesto da Latina, decisione confermata punto Ravenna 18-25

2° set: 15-9 (palla in) richiesto da Latina, decisione confermata punto Ravenna 10-15

2° set: 19-12 (palla out) richiesto da Ravenna, decisione confermata punto Latina 20-12

2° set: 23-18 (ace) richiesto da Latina, decisione confermata punto a Ravenna 23-19

3° set: 1-2 (palla in) richiesto da Latina, decisione confermata punto a Ravenna 1-3

3° set: 1-3 (palla in) richiesto da Ravenna, decisione conferma punto a Latina 2-3

3° set: 4-7 (palla out) richiesto da Latina, decisione confermata punto Ravenna 4-8

4° set: 7-7 (palla out) richiesto da Ravenna, decisione confermata punto Ravenna 9-7

5° set: 8-7 (palla out) richiesto da Latina, decisione confermata punto Ravenna 9-8

5° set: 15-16 (ace) richiesto da Latina, decisione cambiata punto Latina 16-16

 

 

Giocate ieri:

MODENA VOLLEY – TONAZZO PADOVA 3-0 (30-28, 29-27, 25-21) – MODENA VOLLEY: Mossa De Rezende 2, Sala 4, Petric 22, Boninfante, Casadei 3, Rossini (L), Ngapeth 11, Piano 7, Verhees 4, Vettori 9. Non entrati Donadio, Ishikawa. All. Lorenzetti. TONAZZO PADOVA: Mattei 4, Orduna, Giannotti 16, Balaso (L), Gozzo 1, Rosso 10, Volpato 9, Garghella, Beccaro, Quiroga 13. Non entrati Aguillard, Milan. All. Baldovin. ARBITRI: Vagni, Saltalippi. NOTE – Spettatori 2800, incasso 24000, durata set: 35′, 32′, 27′; tot: 94′.

 

COPRA PIACENZA – VERO VOLLEY MONZA 1-3 (32-30, 23-25, 24-26, 23-25) – COPRA PIACENZA: Alletti 13, Marra (L), Poey 15, Papi 10, Ter Horst 4, Da Silva Pedreira Junior (L), Massari 2, Zlatanov 21, Ostapenko 7, Tencati, Kohut 1, Rodrigues Tavares 1. Non entrati Meoni. All. Radici. VERO VOLLEY MONZA: Procopio (L), Elia 7, Gotsev 10, Tiberti, Galliani 18, Padura Diaz 22, De Pandis (L), Jovovic 2, Botto 16, Botin. Non entrati Vigil Gonzalez, Wang, Bonetti. All. Vacondio. ARBITRI: Goitre, La Micela. NOTE – Spettatori 2700, incasso 16000, durata set: 35′, 28′, 31′, 30′; tot: 124′.

 

 

Classifica

Energy T.I. Diatec Trentino 36, Modena Volley 36, Cucine Lube Banca Marche Treia 28, Calzedonia Verona 28, Sir Safety Perugia 27, Top Volley Latina 23, CMC Ravenna 23, Exprivia Neldiritto Molfetta 19, Copra Piacenza 18, Vero Volley Monza 12, Tonazzo Padova 7, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 7, Revivre Milano 6.

1 incontro in meno: Cucine Lube Banca Marche Treia, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro

 

 

Prossimo turno

3a giornata di ritorno SuperLega UnipolSai

Sabato 24 gennaio 2015, ore 17.30

CMC Ravenna – Altotevere Città di Castello-Sansepolcro Diretta RAI Sport 1

Sabato 24 gennaio 2015, ore 20.30

Calzedonia Verona – Copra Piacenza Diretta Lega Volley Channel

Sir Safety Perugia – Top Volley Latina Diretta Lega Volley Channel

Domenica 25 gennaio 2015, ore 17.00

Tonazzo Padova – Cucine Lube Banca Marche Treia Diretta Lega Volley Channel

Exprivia Neldiritto Molfetta – Energy T.I. Diatec Trentino Diretta RAI Sport 1

Domenica 25 gennaio 2015, ore 18.00

Vero Volley Monza – Modena Volley Diretta Lega Volley Channel

 

Riposa: Revivre Milano

 

 

 

Serie A2 UnipolSai

La Sieco Service Ortona vince a Matera e si prende la testa della classifica. La Globo Sora inciampa in casa contro Potenza Picena

 

3a giornata di ritorno Serie A2 UnipolSai

Risultati

Cassa Rurale Cantù-Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 3-1 (21-25, 25-23, 25-16, 25-20); Domar Matera-Sieco Service Ortona 1-3 (25-22, 25-27, 23-25, 16-25); Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Centrale McDonald’s Brescia 3-0 (25-16, 25-17, 25-21); Globo Banca Pop. Frusinate Sora-B-Chem Potenza Picena 1-3 (26-28, 21-25, 25-22, 19-25); Materdominivolley.it Castellana Grotte-Aurispa Alessano 1-3 (19-25, 22-25, 25-18, 22-25); Conad Reggio Emilia-Caffè Aiello Corigliano 2-3 (23-25, 25-17, 25-19, 20-25, 13-15) Differita RAI Sport 2 (martedì 20 gennaio ore 20.45)

 

CASSA RURALE CANTÙ – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 3-1 (21-25, 25-23, 25-16, 25-20) – CASSA RURALE CANTÙ: Bargi 9, Monguzzi 2, Butti (L), Groppi, Mercorio 13, Carminati, Tamburo 11, Gerosa 3, Ippolito 21, Robbiati 9. Non entrati Santangelo, Gatti. All. Della Rosa. MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Buzzelli 17, Marchisio (L), Festi 7, Leoni 1, Vitangeli 1, Ottaviani 8, Rossi, Di Felice 2, Shavrak 7, Silva, Alborghetti 13. Non entrati Krumins. All. Tofoli. ARBITRI: De Simeis, Bassan. NOTE – durata set: 24′, 27′, 23′, 26′; tot: 100′.

 

DOMAR MATERA – SIECO SERVICE ORTONA 1-3 (25-22, 25-27, 23-25, 16-25) – DOMAR MATERA: Pinelli 1, Calitri (L), Cernic 10, Joventino Venceslau 22, Sesto 12, Zamagni 8, Villena, Suglia 9, Lo Bianco (L). Non entrati Lapacciana, Da Silva Fazanha, Monteleone. All. Mastrangelo. SIECO SERVICE ORTONA: Simoni 12, De Paola 24, Michalovic 25, Cortina (L), Di Meo, Lanci 1, Cisolla 11, Moretti 3. Non entrati Guidone, Matricardi, Toscani, Maiorana, Orsini. All. Lanci. ARBITRI: Talento, Gasparro. NOTE – durata set: 25′, 30′, 28′, 22′; tot: 105′.

 

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – CENTRALE MCDONALD’S BRESCIA 3-0 (25-16, 25-17, 25-21) – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Sintini 3, Cesarini (L), Marchiani, Forni 12, Vedovotto 9, Zanuto 14, Gavotto 16, Presta 7. Non entrati Medic, Korniienko, Sardanelli, Paoli, Feroleto. All. Monti. CENTRALE MCDONALD’S BRESCIA: Signorelli 6, Fondrieschi, Rodella 5, Maestrelli 1, Crosatti, Bellini 5, Quartarone 1, Paoletti 17, Agnellini 1, Peli (L). Non entrati Montanari. All. Zambonardi. ARBITRI: Di Blasi, Nicolazzo. NOTE – Spettatori 500, incasso 1255, durata set: 23′, 24′, 25′; tot: 72′.

 

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – B-CHEM POTENZA PICENA 1-3 (26-28, 21-25, 25-22, 19-25) – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Corsetti, Marzola 3, Cacciatore, Santucci (L), Bacca 7, Sperandio 11, Paris 16, Fabroni 2, Salgado 10, Cittadino 16. Non entrati Gaudieri, Lucarelli. All. Soli. B-CHEM POTENZA PICENA: Polo 5, Bonami, Partenio 5, Miscio, Calistri (L), Moretti 24, Tartaglione 12, Diamantini 7, Casoli 13, Quarta 2. Non entrati Gemmi, Segoni. All. Graziosi. ARBITRI: Prati, Pozzi. NOTE – durata set: 33′, 28′, 33′, 48′; tot: 142′.

 

MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE – AURISPA ALESSANO 1-3 (19-25, 22-25, 25-18, 22-25) – MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE: Morelli 29, Marzo, Primavera (L), Latorre 1, Nero (L), Bevilacqua 10, Castellano 3, De Serio, Primavera, Spadavecchia 8, Giosa 9. Non entrati Cirocco, Longo. All. Fanizza. AURISPA ALESSANO: Muccio, Schwagler 7, Parisi 1, Musardo 8, Bolla 10, Torsello 11, Nicolazzo, Grassano 2, Armenakis 20, Mazza, Bisanti (L), Ancora (L). Non entrati De Giovanni. All. Medico. ARBITRI: Carcione, Valeriani. NOTE – durata set: 25′, 28′, 23′, 27′; tot: 103′.

 

CONAD REGGIO EMILIA – CAFFÈ AIELLO CORIGLIANO 2-3 (23-25, 25-17, 25-19, 20-25, 13-15) – CONAD REGGIO EMILIA: Della Corte 9, Catellani (L), Di Franco 5, Guemart 6, Tiozzo 10, Tondo 18, Kody 21, Benaglia 2, Allesch 1, Morgese. Non entrati Bertoli, Bucaioni, Giglioli. All. Cantagalli. CAFFÈ AIELLO CORIGLIANO: Hrazdira 14, Izzo 2, Taliani (L), Tomasello 5, Banderò 27, Mariano 13, Walker 1, Lavia 1, Menicali 10, Colarusso. Non entrati Calonico, Casciaro. All. Ricci. ARBITRI: Luciani, Cappelletti. NOTE – durata set: 30′, 27′, 26′, 25′, 20′; tot: 128′.

 

 

Classifica

Sieco Service Ortona 32, Globo Banca Pop. Frusinate Sora 31, Caffè Aiello Corigliano 30, B-Chem Potenza Picena 28, Cassa Rurale Cantù 26, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 21, Domar Matera 20, Materdominivolley.it Castellana Grotte 16, Conad Reggio Emilia 14, Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 13, Centrale McDonald’s Brescia 13, Aurispa Alessano 8

 

 

Prossimo turno

4a giornata di ritorno Serie A2 UnipolSai

Sabato 24 gennaio 2015, ore 20.30

Centrale McDonald’s Brescia – Caffè Aiello Corigliano

Domenica 25 gennaio 2015, ore 18.00

Cassa Rurale Cantù – Domar Matera Differita RAI Sport 2 (martedì 27 gennaio ore 20.45)

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Materdominivolley.it Castellana Grotte

Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

B-Chem Potenza Picena – Aurispa Alessano

Sieco Service Ortona – Conad Reggio Emilia

 

Tags