Foto Legavolley.it

Foto Legavolley.it

(Fonte Legavolley)Risultati 3a giornata di ritorno SuperLega UnipolSaiCMC Ravenna-Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 3-2 (19-25, 25-19, 26-24, 16-25, 15-11); Tonazzo Padova-Cucine Lube Banca Marche Treia 1-3 (26-24, 20-25, 20-25, 22-25); Calzedonia Verona-Copra Piacenza 3-1 (25-21, 25-27, 25-19, 25-22); Sir Safety Perugia-Top Volley Latina 3-2 (25-21, 21-25, 21-25, 25-19, 16-14); Vero Volley Monza-Modena Volley 0-3 (24-26, 25-27, 20-25); Exprivia Neldiritto Molfetta-Energy T.I. Diatec Trentino 3-2 (20-25, 25-20, 25-22, 19-25, 22-20)

 

Turno di riposo: Revivre Milano

 

VERO VOLLEY MONZA – MODENA VOLLEY 0-3 (24-26, 25-27, 20-25) – VERO VOLLEY MONZA: Elia 8, Gotsev 5, Botin 1, Tiberti, Galliani 6, Padura Diaz 17, De Pandis (L), Jovovic 2, Vigil Gonzalez, Botto 13, Bonetti. Non entrati Procopio, Wang. All. Vacondio. MODENA VOLLEY: Mossa De Rezende 2, Sala, Petric 19, Boninfante, Rossini (L), Piano 8, Verhees 7, Ishikawa 14, Donadio, Vettori 13. Non entrati Casadei. All. Lorenzetti. ARBITRI: Sobrero, Cipolla. NOTE – Spettatori 2700, durata set: 33′, 33′, 27′; tot: 93′.

 

Esce senza punti ma comunque a testa alta il Vero Volley Monza di Oreste Vacondio nello scontro con il Modena Volley di Angelo Lorenzetti. Davanti ad un “caldo” PalaIper (quasi 3000 spettatori record stagionale di presenze dei monzesi in Superlega)i brianzoli hanno dimostrato di essere in un ottimo momento di forma,lottando fino alla fine contro gli emiliani. Monza è a ranghi completi, Modena deve fare a meno di Ngapeth (la febbre lo ho costretto a rimanere a casa) ma può contare su un super Petric (MVP della partita con 19 punti) e un ottimo Ishikawa che non fa rimpiangere il francese. Primo e secondo set altamente combattuti, con Il Vero Volley che si affida alle giocate di Padura Diaz (miglior uomo dei padroni di casa con 17 punti) e Botto . I modenesi rispondono con Petric e Vettori, supportati da un ottimo Bruninho in regia. I padroni di casa sembrano essere in giornata: prima Padura Diaz sigla il 22-22, poi Modena commette un errore, 23-22, ed infine Botto che attacca in modo vincente da posto 2, 24-22. Modena risponde con Petric ed il muro di Piano su Padura Diaz, 24-24. Nelle ultime battute Modena appare più solida: Ishikawa non sbaglia e Petric lo imita. Il primo parziale si chiude 26-24 per gli ospiti. Secondo set con Monza che prova a scappare, 15-12. Modena torna alla carica con Vettori (attacco vincente ed ace), 15-15 e time-out chiesto da Vacondio. Finale di set al cardiopalma: Modena scappa avanti grazie all’errore di Botto e al primo tempo di Piano, 21-19. Monza torna forte grazie all’errore di Ishikawa e al mani fuori di Bonetti, 21-21. Petric gioca bene il mani fuori e Jovovic sorprende Petric sotto rete 22-22. Elia va a segno con un ace, risposta di Petric, magia di Botto e ancora Petric, 24-24. Petric sbaglia al servizio, Ishikawa va a segno e il punteggio torna ad arridere a Modena, 26-25. Gli emiliani sono ancora bravi ad accelerare in modo vincente nel finale di set: muro di Piano, 27-25 e secondo set agli ospiti. Terzo set con i Monzesi che non mollano: Botto va a segno da posto quattro, 17-16 per i padroni di casa. Modena torna avanti con l’attacco vincente di Vettori e l’ace di Ishikawa 20-19. Padura Diaz non sbaglia e Petric neanche, 21-20 per gli ospiti. Modena prova a mettere la freccia: Petric da posto quattro e muro di Verhees su Padura Diaz, 23-20 per Modena. Ancora Verhees, con un primo tempo, mette a segno il match-point, 24-20. Ishikawa chiude il set, 25-20 ed il match 3-0. Gli emiliani conquistano la quinta vittoria consecutiva. Per il Vero Volley Monza rimane comunque un’ottima prestazione che da morale per la trasferta di Forlì, fra due settimane, contro la Cmc Ravenna.

Spettatori: 2722

MVP: Nemanja Petric

 

Chiamate Video Check

1° SET

1-0 (palla dentro/fuori). Video Check richiesto da Modena per palla dentro/fuori. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Modena (1-1)

1-1 (palla dentro/fuori). Video Check richiesto da Monza per palla dentro/fuori. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Monza (2-1)

22-22 (palla dentro/fuori). Video Check richiesto da Modena per palla dentro/fuori. Decisione arbitrale confermata , punto assegnato a Monza (23-22)

24-23 (invasione a rete). Video Check richiesto da Monza per invasione a rete. Decisione arbitrale confermata , punto assegnato a Modena (24-24)

24-25 (tocco del muro). Video Check richiesto da Monza per tocco del muro di Modena. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (24-26)

2° SET

9-9- (tocco del muro). Video Check richiesto da Monza per tocco del muro di Modena. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Monza (10-9)

15-15-(palla dentro/fuori). Video Check richiesto da Modena per palla in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Monza (16-15)

24-24 (invasione a rete). Video Check richiesto da Monza per invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (24-25)

3° SET

19-19 (palla dentro/fuori). Video Check richiesto da Modena per palla in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Modena (19-20)

 

Oreste Vacondio (Allenatore Vero Volley Monza): “Ci è mancata un po’ di lucidità nella fase finale del primo e del secondo set, in quest’ultimo siamo arrivati per primi a 24 e poi gli abbiamo concesso di agganciarci e vincere il parziale. Non avevano Ngapeth ma Ishikawa, che oggi non l’ha fatto rimpiangere giocando una partita perfetta. Sapevamo che Modena è una grande squadra, eravamo coscienti che sarebbe stata difficile. Ci è mancata un po’ d’esperienza ma comunque ce la siamo giocata. Devo dire bravi ai miei ragazzi che hanno disputato una grande partita”.

Angelo Lorenzetti (Allenatore Modena Volley): “Lo sapevamo che non sarebbe stata facile. Loro difendono molto bene e concedono davvero poco. Cosa abbiamo avuto in più? Pochissimo, quasi niente, visto che il primo ed il secondo set li abbiamo conquistati ai vantaggi. Sono contento del risultato e della prestazione perché so quello che stiamo facendo di buono in questo periodo”.

 

EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA – ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO 3-2 (20-25, 25-20, 25-22, 19-25, 22-20) – EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA: Candellaro 8, Noda Blanco 12, Sket 24, Del Vecchio, Spirito, Romiti (L), Bossi 8, Blagojevic 1, Hierrezuelo 9, Torres 22, Piscopo. Non entrati Despaigne Jurquin. All. Di Pinto. ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Kaziyski 15, Nelli, Birarelli 12, Zygadlo, Nemec 13, Giannelli 5, Lanza 25, Solé 14, Colaci (L), Fedrizzi 2. Non entrati Thei, Mazzone, Burgsthaler. All. Stoytchev. ARBITRI: Saltalippi, Lot. NOTE – Spettatori 1752, incasso 6670, durata set: 25′, 28′, 30′, 27′, 26′; tot: 136′.

 

In un Palapoli vestito a festa l’Exprivia Neldiritto Molfetta si conferma la terribile sorpresa della Superlega, vincendo 3-2 l’attesissimo match contro la prima della classe Energy T.I. Diatec Trentino. Ottima la prova della squadra di casa e in particolare del regista Hierrezuelo, premiato MVP della serata, con 9 segnature di cui 5 a muro e dell’ultimo punto che ha deciso l’incontro. Sottotono la prova di Trento e in particolare di Kaziyski che, nonostante 15 punti, ha totalizzato solo il 30% in attacco.

Per l’Exprivia Neldiritto Molfetta Di Pinto schiera Hierrezuelo in cabina di regia con Torres opposto, Noda Blanco e Sket di banda, centrali Candellaro e Bossi; Romiti libero. Coach Stoytchev manda in campo Zygadlo a ispirare l’opposto Nemec, Kaziyski e Lanza di banda, Solè e capitan Birarelli centrali. Libero Colaci.

Nel primo parziale Trento parte forte e grazie all’ace di Birarelli si aggiudica il time-out tecnico a Trento (8-12). Nella seconda metà del set Trento raggiunge il massimo vantaggio grazie a un doppio ace di Kaziyski (14-19). Di Pinto allora sostituisce Sket con Del Vecchio ma la musica non cambia ed è Nemec a regalare il primo parziale a Trento (20-25).

Nel secondo parziale è l’Exprivia Neldiritto a partire con il piglio giusto e ad aggiudicarsi il time-out tecnico con due ace e un diagonale di Torres si porta sul 12-9. Qualche errore di troppo in ricezione costringe Stoytchev a sostituire Zygadlo con Giannelli, che rimarrà in campo per tutto il resto della gara, ma è ancora Molfetta a distinguersi per caparbietà e forza e l’attacco vincente di Torres vale il massimo vantaggio per la squadra di casa (19-15). Nella fase cruciale del set, Trento prova a svegliarsi con i muri di Birarelli e Giannelli rispettivamente su Torres e Sket ma Molfetta non demorde e con un ace di Sket e un attacco vincente di Torres si aggiudica il secondo parziale (25-20).

Il terzo set si gioca sul filo dell’equilibrio, rotto solo grazie a un ace di Hierrezuelo e a un errore in battuta di Giannelli, che vale il time-out tecnico per Molfetta (12-10). L’Exprivia Neldiritto prova l’allungo con il muro di Torres sull’attacco di Kaziyski (15-11) e il diagonale di Noda Blanco (20-14). Trento accorcia le distanze con il muro di Solè su Sket (21-18) e di Fedrizzi, subentrato a Kaziyski, su Torres (23-22), ma il diagonale di Sket spegne le speranze trentine (25-22).

Trento non ci sta e nel quarto parziale appare più determinato; il time-out tecnico sancisce una supremazia costruita sulla sapiente regia del giovane Giannelli (8-12). Nonostante i ripetuti tentativi di allungo dei trentini, i biancorossi non mollano e con due azioni fotocopia di Sket e Noda Blanco si riportano sul 15-18. Nel finale l’efficace muro trentino sull’attacco di Torres e il primo tempo fuori di Bossi mandano le squadre al tie-break (19-25).

Il tie-break si gioca punto su punto, Molfetta resta agganciata a Trento che prova a scappare e che giunge per prima al punto che vale il cambio campo solo grazie a un errore in battuta di Bossi (7-8). Il primo tempo vincente di Candellaro riporta in parità il set (10-10) e costringe il tecnico trentino a richiamare i suoi ma un attacco out di Lanza e il seguente ace di Candellaro portano l’Exprivia Neldiritto sul 13-10. La Diatec non molla e si riporta sotto con Lanza (14-14). Inizia una serie infinita di errori in battuta; Molfetta e Trento annullano le reciproche match ball ma alla fine è l’attacco di Hierrezuelo a regalare la vittoria ai biancorossi.

Mvp : Hierrezuelo

Dato di pubblico: 1752 spettatori, 6698 euro di incasso.

 

Chiamate Video Check

1^ SET: 17-21 (attacco Lanza) Video Check richiesto da Molfetta per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (17-22).

2^ SET: 0-1 (attacco Hierrezuelo) Video Check richiesto da Molfetta per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Molfetta (1-1).

3^ SET: 6-6 (muro Trento) Video Check richiesto da Trento per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Molfetta (7-6).

3^ SET: 18-14 (attacco Birarelli) Video Check richiesto da Trento per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Molfetta (19-14).

3^ SET: 21-16 (attacco Solè) Video Check richiesto da Molfetta per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (21-17).

4^ SET: 1-2 (muro Trento) Video Check richiesto da Molfetta per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (1-3).

4^ SET: 1-3 (battuta Giannelli) Video Check richiesto da Trento per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Molfetta (2-3).

 

Maurice Torres (Exprivia Neldiritto Molfetta): “Abbiamo iniziato male il primo set però alla distanza siamo usciti con grande cuore e abbiamo vinto una partita molto bella e intensa. Questa squadra è meravigliosa; il pubblico è eccezionale e vogliamo continuare così dopo questi due punti importanti conquistati. A Latina troveremo una squadra forte e farò di tutto per giocare bene e vincere per la mia squadra”.

Massimo Colaci (Energy T.I. Diatec Trentino): “Abbiamo lottato e abbiamo dato tutto per vincere; veniamo da un difficile e impegnativo tour de force. Dispiace aver perso, ma Molfetta ha giocato molto bene quest’oggi e porgo loro i complimenti per la bella prestazione”.

 

TONAZZO PADOVA – CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA 1-3 (26-24, 20-25, 20-25, 22-25) – TONAZZO PADOVA: Mattei 11, Orduna 5, Giannotti 10, Balaso (L), Gozzo, Rosso 9, Volpato 10, Garghella, Milan 6, Quiroga 14. Non entrati Aguillard, Beccaro. All. Baldovin. CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA: Fei, Henno, Paparoni (L), Stankovic 7, Sabbi 19, Monopoli, Bonacic 21, Kurek 19, Baranowicz 4, Podrascanin 10. Non entrati Di Silvestre, Shumov. All. Giuliani. ARBITRI: Bartolini, Cesare. NOTE – Spettatori 3000, incasso 12000, durata set: 31′, 27′, 26′, 27′; tot: 111′.

 

Davanti a 3 mila spettatori, la Tonazzo Padova ospita i Campioni d’Italia in carica della Cucine Lube Banca Marche Treia. Reduci dal turno di riposo, gli uomini di coach Giuliani cercano il riscatto dopo la sconfitta di Campionato per 3-1 contro Verona e dopo aver perso la Semifinale di Coppa Italia contro Modena, che poi si è aggiudicata il trofeo.

Con Parodi a casa con la febbre e con Kovar fuori gioco, gli ospiti trovano in Kurek uno dei migliori in campo (8-8). Con il muro sull’attacco di Rosso si chiude il time out tecnico (9-12). Mattei e Giannotti riportano il punteggio in provvisoria parità (13-13). Con Quiroga al servizio, Treia fatica in ricezione e sul 18-16 arriva il primo time out discrezionale di coach Giuliani. Sul 24-22 la Tonazzo ha l’opportunità di chiudere, ma un errore al servizio di Rosso e il colpo del solito Kurek mandano il parziale ai vantaggi. Al ritorno in campo dopo il time out sono Mattei e Giannotti a regalare il 26-24 ai bianconeri.

Qualche decisione arbitrale contestata dai veneti (cartellino giallo per Mattei) e i colpi di Sabbi, permettono a Treia di gestire la prima parte del set con relativa tranquillità (8-12). Sull’11-16 Mattei e Quiroga riescono nell’accorciare le distanze, costringendo coach Giuliani a chiedere pausa di gioco sul 14-16. Ancora una volta il nervosismo diventa protagonista a causa di alcune contestazioni nei confronti del primo arbitro da parte della Tonazzo. Questo consente agli ospiti di sfruttare il vantaggio psicologico per portarsi agilmente sul 20-25.

Molto più equilibrato il terzo set, con le squadre appaiate sull’11-12. L’accelerazione arriva grazie ai buoni colpi di Volpato, con la Tonazzo che stacca sul 18-15 tra il boato del pubblico locale. Al ritorno in campo Kurek recupera il gap di svantaggio, dando il via ad un finale palpitante. S’impone però il muro di Treia, assoluto protagonista del finale di set, che permette alla Lube di chiudere 20-25.

Difficile l’inizio del quarto set per Padova, con Milan in campo per Giannotti sul 2-6 e con l’allenatore bianconero a chiedere subito pausa. Il recupero si concretizza con Rosso e Mattei (quest’ultimo doppio ace al servizio) che picchiano duro costringendo coach Giuliani a riparare in time out sul 10-8. Il time out tecnico è chiuso a proprio favore dal mani-out di Milan, anche se poi la Tonazzo spreca il vantaggio facendosi recuperare sul 14-15 da un’attentissima Treia. Il testa a testa si conclude con i Campioni d’Italia che s’impongono per il 22-25 finale.

Spettatori: 2.999 – Incasso: 12.346 Euro.

MVP: Dusan Bonacic (Cucine Lube Banca Marche Treia)

 

Chiamate Video Check

1° SET

14-14 (attacco Kurek): Video check richiesto da Cucine Lube Banca Marche Treia per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata. 15-14.

2° SET

5-7 (attacco Rosso): Video check richiesto da Cucine Lube Banca Marche Treia per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita. 5-8.

17-18 (servizio Quiroga): Video check richiesto da Tonazzo Padova per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata. 17-19.

17-19 (muro Podrascanin): Video check richiesto da Tonazzo Padova per verifica invasione. Decisione arbitrale confermata. 17-20.

3° SET

20-23 (muro Sabbi): Video check richiesto da Tonazzo Padova per verifica invasione. Decisione arbitrale confermata. 20-24.

9-8 (servizio Mattei): Video check richiesto da Cucine Lube Banca Marche Treia per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata. 10-8.

 

Alberto Giuliani (allenatore Cucine Lube Banca Marche Treia): “Oggi sapevamo che sarebbe stata dura giocare in questo campo. La formazione era molto rimaneggiata, ma sono stati bravissimi i ragazzi a non perdere i punti di riferimento. E’ stata l’occasione per Bonacic di trovare spazio e questo è un premio alla sua costanza in allenamento. Ora non ci possiamo più permettere di perdere punti che ci tengano lontani dal duo di testa e questa vittoria piena fa bene anche al morale”.

Sebastiano Milan (Tonazzo Padova): “Ci abbiamo provato fino alla fine, ma è mancato quel guizzo in più per portare a casa dei punti. Di questa Tonazzo mi piace la grinta e la determinazione che mettiamo ogni giorno in allenamento. Dobbiamo guardare avanti con fiducia anche se in questa SuperLega non c’è niente di facile, soprattutto per una squadra giovane e che deve crescere come la nostra”

 

Giocate ieri, sabato 24 gennaio

CALZEDONIA VERONA – COPRA PIACENZA 3-1 (25-21, 25-27, 25-19, 25-22) – CALZEDONIA VERONA: Zingel 9, Coscione 4, Pesaresi (L), Gitto, Gasparini 20, Deroo 20, White, Bellei, Sander 17, Anzani 12. Non entrati Blasi, Centomo, Borgogno. All. Giani. COPRA PIACENZA: Alletti 8, Marra (L), Poey 24, Papi 3, Ter Horst, Da Silva Pedreira Junior (L), Massari 1, Zlatanov 13, Ostapenko 6, Tencati, Kohut 7, Rodrigues Tavares 2. Non entrati Page, Meoni. All. Radici. ARBITRI: Pasquali, Santi. NOTE – durata set: 25′, 31′, 23′, 23′; tot: 102′.

 

SIR SAFETY PERUGIA – TOP VOLLEY LATINA 3-2 (25-21, 21-25, 21-25, 25-19, 16-14) – SIR SAFETY PERUGIA: Buti 8, Fromm 8, Paolucci 1, De Cecco 4, Giovi (L), Barone 7, Tzioumakas, Beretta, Vujevic 6, Atanasijevic 38, Fanuli (L), Sunder 3, Maruotti 1. All. Grbic. TOP VOLLEY LATINA: Manià (L), Rauwerdink 5, Sottile 3, Skrimov 17, Pellegrino, Tailli (L), Van De Voorde 11, Rossi, Starovic 18, Semenzato 5, Urnaut 17. Non entrati Ferenciac, Davis. All. Blengini. ARBITRI: Puecher, Sampaolo. NOTE – Spettatori 2200, durata set: 31′, 31′, 31′, 27′, 23′; tot: 143′.

 

CMC RAVENNA – ALTOTEVERE CITTà DI CASTELLO-SANSEPOLCRO 3-2 (19-25, 25-19, 26-24, 16-25, 15-11) – CMC RAVENNA: Mengozzi 8, Cavanna 4, Zappoli 1, Gabriele, Jeliazkov 1, Koumentakis 5, Goi (L), Zanatta Buiatti 21, Cester 12, Bari (L), Mc Kibbin 1, Cebulj 18. Non entrati Ricci. All. Kantor. ALTOTEVERE CITTà DI CASTELLO-SANSEPOLCRO: Franceschini, Corvetta 4, Dolfo, Baroti, Tosi (L), Della Lunga 15, Aganits 6, Maric 29, Randazzo 7, Mazzone 11. Non entrati Teppan, Lensi, Kaszap, Daldello. All. Polidori. ARBITRI: Boris, Rapisarda. NOTE – durata set: 26′, 27′, 32′, 28′, 19′; tot: 132′.

 

Classifica

Modena Volley 39, Energy T.I. Diatec Trentino 37, Cucine Lube Banca Marche Treia 31, Calzedonia Verona 31, Sir Safety Perugia 29, CMC Ravenna 25, Top Volley Latina 24, Exprivia Neldiritto Molfetta 21, Copra Piacenza 18, Vero Volley Monza 12, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 8, Tonazzo Padova 7, Revivre Milano 6

 

1 incontro in meno: Cucine Lube Banca Marche Treia, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro, Revivre Milano

 

Prossimo turno

4a giornata di ritorno SuperLega UnipolSai

Sabato 31 gennaio 2015, ore 17.30

Energy T.I. Diatec Trentino – Calzedonia Verona Diretta RAI Sport 1

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

Domenica 1 febbraio 2015, ore 17.00

Top Volley Latina – Exprivia Neldiritto Molfetta Diretta RAI Sport 1

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

Domenica 1 febbraio 2015, ore 18.00

Copra Piacenza – Altotevere Città di Castello-Sansepolcro Diretta Lega Volley Channel

Sir Safety Perugia – Tonazzo Padova Diretta Lega Volley Channel

Cucine Lube Banca Marche Treia – CMC Ravenna Diretta Lega Volley Channel

Modena Volley – Revivre Milano Diretta Lega Volley Channel

 

Turno di riposo: Vero Volley Monza

 

 

Serie A2 UnipolSai

4a giornata di ritorno: restano invariate le posizioni in vetta. Ortona vince contro Reggio Emilia e mantiene il primato inseguita da Sora, corsara a Tuscania. Corigliano mantiene il terzo posto e Potenza Picena il quarto, nonostante la sconfitta al tie break inflitta da Alessano. Vincono anche Cantù contro Matera, e Vibo Valentia contro Castellana Grotte

 

Risultati 4a giornata di ritorno Serie A2 UnipolSai

Cassa Rurale Cantù-Domar Matera 3-2 (18-25, 25-19, 25-27, 25-20, 15-11) Differita RAI Sport 2 (martedì 27 gennaio ore 20.45); Centrale McDonald’s Brescia-Caffè Aiello Corigliano 2-3 (25-21, 18-25, 25-20, 10-25, 12-15); Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Materdominivolley.it Castellana Grotte 3-0 (25-18, 25-21, 25-22); Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania-Globo Banca Pop. Frusinate Sora 0-3 (21-25, 22-25, 14-25); B-Chem Potenza Picena-Aurispa Alessano 2-3 (26-24, 21-25, 25-21, 21-25, 11-15); Sieco Service Ortona-Conad Reggio Emilia 3-1 (25-17, 25-18, 20-25, 25-22)

 

CASSA RURALE CANTÙ – DOMAR MATERA 3-2 (18-25, 25-19, 25-27, 25-20, 15-11) – CASSA RURALE CANTÙ: Bargi 13, Monguzzi 1, Butti (L), Groppi, Mercorio 20, Tamburo 12, Gerosa 1, Ippolito 19, Robbiati 8. Non entrati Santangelo, Carminati, Gatti. All. Della Rosa. DOMAR MATERA: Pinelli, Calitri (L), Cernic 15, Joventino Venceslau 27, Sesto 9, Zamagni 9, Villena 4, Suglia 13. Non entrati Lapacciana, Lo Bianco. All. Mastrangelo. ARBITRI: Paravano, Curto. NOTE – durata set: 23′, 26′, 31′, 27′, 20′; tot: 127′.

 

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE 3-0 (25-18, 25-21, 25-22) – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Sintini 3, Cesarini (L), Marchiani, Forni 4, Vedovotto 5, Zanuto 14, Gavotto 15, Presta 5. Non entrati Medic, Korniienko, Sardanelli, Paoli, Feroleto. All. Monti. MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE: Morelli 19, Marzo, Primavera (L), Latorre, Nero (L), Bevilacqua 9, Castellano 11, Longo, Spadavecchia 4, Giosa 1. Non entrati Sorrenti, Cirocco, Primavera. All. Fanizza. ARBITRI: Guarneri, De Sensi. NOTE – Spettatori 600, incasso 1300, durata set: 18′, 24′, 25′; tot: 67′.

 

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 0-3 (21-25, 22-25, 14-25) – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Buzzelli 10, Marchisio (L), Festi 4, Leoni 2, Vitangeli 2, Ottaviani 12, Di Felice 2, Shavrak 7, Silva, Alborghetti 6, Krumins. Non entrati Rossi. All. Tofoli. GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Gaudieri (L), Marzola, Cacciatore, Santucci (L), Bacca 7, Sperandio 9, Paris 8, Fabroni, Salgado 14, Hirsch 18. Non entrati Corsetti, Lucarelli, Cittadino. All. Soli. ARBITRI: Spinnicchia, Gini. NOTE – durata set: 27′, 30′, 22′; tot: 79′.

 

B-CHEM POTENZA PICENA – AURISPA ALESSANO 2-3 (26-24, 21-25, 25-21, 21-25, 11-15) – B-CHEM POTENZA PICENA: Bonami (L), Partenio 1, Miscio 1, Calistri, Moretti 21, Tartaglione 19, Diamantini 15, Casoli 11, Quarta 7. Non entrati Alikaj, Gemmi. All. Graziosi. AURISPA ALESSANO: Muccio 2, Schwagler 15, Parisi 7, Musardo 10, Torsello 8, Armenakis 24, Mazza 16, Bisanti (L), Ancora (L). Non entrati Bolla, Nicolazzo, De Giovanni. All. Medico. ARBITRI: Rolla, Somansino. NOTE – durata set: 29′, 27′, 26′, 27′, 15′; tot: 124′.

 

SIECO SERVICE ORTONA – CONAD REGGIO EMILIA 3-1 (25-17, 25-18, 20-25, 25-22) – SIECO SERVICE ORTONA: Simoni 8, Guidone 2, De Paola 15, Michalovic 21, Cortina (L), Di Meo, Lanci 1, Cisolla 14, Moretti 3, Maiorana. Non entrati Ceccoli, Matricardi, Toscani, Orsini. All. Lanci. CONAD REGGIO EMILIA: Della Corte 7, Catellani (L), Di Franco 1, Bertoli, Guemart 5, Tiozzo 5, Tondo 16, Bucaioni 3, Kody 17, Benaglia 10, Morgese (L). Non entrati Giglioli, Allesch. All. Cantagalli. ARBITRI: Saltalippi, Turtù. NOTE – durata set: 23′, 24′, 24′, 29′; tot: 100′.

 

Giocata ieri, sabato 24 gennaio

CENTRALE MCDONALD’S BRESCIA – CAFFè AIELLO CORIGLIANO 2-3 (25-21, 18-25, 25-20, 10-25, 12-15) – CENTRALE MCDONALD’S BRESCIA: Signorelli 8, Fondrieschi, Fusco, Rodella 15, Maestrelli 4, Crosatti 1, Bellini 15, Quartarone 3, Paoletti 18, Peli (L). Non entrati Straolzini. All. Zambonardi. CAFFè AIELLO CORIGLIANO: Hrazdira 12, Calonico, Izzo 4, Taliani (L), Tomasello 8, Banderò 23, Mariano 16, Walker, Lavia, Menicali 11. Non entrati Casciaro, Colarusso. All. Ricci. ARBITRI: Montanari, Marotta. NOTE – Spettatori 650, incasso 640, durata set: 28′, 26′, 29′, 21′, 19′; tot: 123′.

 

Classifica

Sieco Service Ortona 35, Globo Banca Pop. Frusinate Sora 34, Caffè Aiello Corigliano 32, B-Chem Potenza Picena 29, Cassa Rurale Cantù 28, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 24, Domar Matera 21, Materdominivolley.it Castellana Grotte 16, Conad Reggio Emilia 14, Centrale McDonald’s Brescia 14, Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 13, Aurispa Alessano 10

 

Prossimo turno

5a giornata di ritorno Serie A2 UnipolSai

Domenica 1 febbraio 2015, ore 18.00

Domar Matera – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia

Aurispa Alessano – Centrale McDonald’s Brescia

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora – Cassa Rurale Cantù

Materdominivolley.it Castellana Grotte – B-Chem Potenza Picena

Conad Reggio Emilia – Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania

Caffè Aiello Corigliano – Sieco Service Ortona Differita RAI Sport 2 (martedì 3 febbraio ore 20.45)

 

 

 

Tags