Foto Legavolley.it

Foto Legavolley.itd

(fonte Legavolley.it)Cucine Lube Banca Marche Macerata – Sir Safety Perugia 3-2 (18-25, 25-21, 23-25, 25-16, 15-9)

 

CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA – SIR SAFETY PERUGIA 3-2 (18-25, 25-21, 23-25, 25-16, 15-9) – CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Henno (L), Parodi 8, Zaytsev 22, Stankovic 9, Kovar 3, Monopoli, Giombini, Kurek 22, Baranowicz 5, Podrascanin 10. Non entrati Patriarca, Provvisiero. All. Giuliani. SIR SAFETY PERUGIA: Buti 9, Paolucci 2, Petric 18, Giovi (L), Cupkovic 2, Barone 5, Della Lunga, Mitic, Vujevic 1, Atanasijevic 29. Non entrati Della Corte, Fanuli, Semenzato. All. Kovac. ARBITRI: Cesare, Rapisarda. NOTE – Spettatori 4000, incasso 29000, durata set: 26′, 28′, 33′, 24′, 16′; tot: 127′.

 

Il primo passo verso lo Scudetto è della Cucine Lube Banca Marche Macerata. Dopo oltre due ore di partita, una vera e propria battaglia di muscoli e di nervi, i cucinieri rimontano lo svantaggio di 2 set a 1 battendo la Sir Safety Perugia in un tie break che è stato un monologo (15-9), accompagnato punto dopo punto dall’entusiasmo irrefrenabile dei 4000 tifosi presenti al PalaBaldinelli. Macerata conferma l’imbattibilità stagionale davanti ai propri tifosi (sono 20 partite), e soprattutto mette il sigillo su questo primo atto della Serie di Finale Play Off Scudetto UnipolSai che si deciderà al meglio delle cinque gare. Domenica 27 aprile (ore 17.30, diretta RAI Sport 1) gara 2 in Umbria.

Perugia si aggiudica il primo set trascinata da un servizio che fa costantemente scattare l’allarme nella seconda linea dei padroni di casa. Il protagonista assoluto è Atanasijevic (7 punti, 67% in attacco), che strappa un break già in avvio favorendo il muro di Barone sulla palla scontata di Zaytsev (1-3), e poi firma anche l’allungo che segnerà con molto anticipo le sorti del parziale (da 7-10 a 7-13). La Lube? Si presenta in campo con Zaytsev regolarmente al suo posto nonostante il fastidio al polpaccio delle ultime ore (parte col 71% in attacco), sbaglia tanto dai nove metri (7 errori), avvicenda Parodi con Kurek nel tentativo di dare una scossa nella propria metà campo, che però non va oltre il -2 fissato proprio da Zaytsev con un muro su Petric (14-16). Sarà lo stesso schiacciatore serbo degli umbri, nel finale, a sfoderare un altro gran turno in battuta (2 ace), che porterà al definitivo 25-18.

Ad inizio secondo set Giuliani lascia in panca Kovar inserendo Kurek nella diagonale di posto 4 con Parodi. E sarà proprio il polacco (6 punti, 71%) a spezzare l’equilibrio del parziale, portando la bilancia della situazione a pendere dalla parte della Cucine Lube Banca Marche, comunque ancora fallosa in battuta (altri 6 errori). Di Kurek l’attacco del 17-16 e quello successivo che vale il break (18-16), addirittura su palleggio di Zaytsev. Che poi firma l’allungo con una magia contro il muro a tre degli umbri (21-18, con Mitic entrato al palleggio), spianando la strada verso il momentaneo 1-1, che si materializza con un errore in battuta di Vujevic (25-21).

Nel terzo set la Sir Safety torna a fare la voce grossa col servizio, stavolta è la flottante di Buti (1 ace) a mettere decisamente in difficoltà la ricezione maceratese, prima favorendo il 9-12 che arriva con un contrattacco del solito Atanasijevic (Macerata pareggia a quota 13, per il serbo 8 punti) poi, nel finale, anche nel parziale di 3-0 (19-21 contrattacco di Petric, 19- 22 altro ace di Buti) che sembra poter stendere i biancorossi. La Lube vende carissima la pelle, recuperando fino al 23 pari trascinata da Zaytsev e Kurek. Ma Perugia chiude al primo set ball (23-25), quando Petric dai nove metri pesca la riga, confermata anche dal Video Check.

Il quarto set registra la partenza a razzo della Cucine Lube Banca Marche, avanti 8-2 con i muri di Zaytsev su Petric (2 consecutivi), la buona vena in attacco di Kurek e le grandi difese di Henno. Dall’altra parte il tecnico Kovac prova a raddrizzare la situazione cambiando la diagonale di posto 4 (dentro Della Lunga e Cupkovic), ma senza trovare gli effetti sperati. La squadra di Giuliani, infatti, scivola sul velluto spinta dal tifo incessante del PalaBaldinelli di Osimo (esaurito) e da uno Zaytsev formato gigante, autore di 6 punti (67%) compreso quello del 25-16, che rimanda il verdetto al tie break.

Che dal 3-0 iniziale tutto firmato da Kurek, è a senso unico per la Cucine Lube Banca Marche. Più concreta a muro, dove si fa sentire anche Baranowicz, attenta in ricezione, infallibile nel cambio palla: 15-9, con Kurek (22 punti, 67% in attacco, 4 muri e 2 ace) votato MVP all’unanimità.

 

Chiamate del Video Check:

1° SET: 1-3 (battuta Atanasijevic). Video Check richiesto da: Perugia per verifica IN/OUT. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Macerata (2-3).

1° SET: 7-13 (battuta Atanasijevic). Video Check richiesto da: Macerata per verifica IN/OUT. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Macerata (8-13).

3° SET: 8-8 (battuta Stankovic). Video Check richiesto da: Macerata per verifica IN/OUT. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (8-9).

3° SET: 17-17 (muro Stankovic). Video Check richiesto da: Perugia per verifica IN/OUT. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Perugia (17-18).

3° SET: 23-24 (battuta Petric). Video Check richiesto da: Macerata per verifica IN/OUT. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (23-25).

4° SET: 23-15 (muro Macerata). Video Check richiesto da: Perugia per verifica invasione. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Perugia (23-16).

5° SET: 14-8 (battuta Stankovic). Video Check richiesto da: Macerata per verifica IN/OUT. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (14-9).

 

Michele Baranowicz (Cucine Lube Banca Marche Macerata): “Sapevamo che non sarebbe stata una partita semplice, un po’ perché non giocavamo una partita vera da dieci giorni, e poi perché dall’altra parte della rete c’è un avversario davvero forte. Dopo una partenza decisamente negativa siamo stati bravi a mantenere la tranquillità e la lucidità necessarie per recuperare, soprattutto dopo aver perso il terzo parziale. E’ stata una vittoria importante, di carattere, ma adesso dobbiamo resettare tutto in vista della sfida di domenica”.

Nemenja Petric (Sir Safety Perugia): “Abbiamo iniziato questa Gara 1 molto bene, tenendo un livello molto alto di gioco. Poi abbiamo mollato, soprattutto in attacco e in ricezione, favorendo il ritorno di Macerata. Abbiamo perso solo il primo atto della serie, domenica dovremo dare il massimo per rifarci dinanzi ai nostri tifosi”..

 

 

Play Off Serie A1 UnipolSai – FINALE Gara 2

Domenica 27 aprile 2014, ore 17.30

Sir Safety Perugia – Cucine Lube Banca Marche Macerata Diretta RAI Sport 1

(Sobrero-Gnani) Addetto Video Check: Lotito

 

Play Off Serie A1 UnipolSai – FINALE Gara 3

Giovedì 1 maggio 2014, ore 17.30

A Osimo: Cucine Lube Banca Marche Macerata – Sir Safety Perugia Diretta RAI Sport 1

 

Play Off Serie A1 UnipolSai – FINALE Gara 4

Domenica 4 maggio 2014, ore 19.00

Sir Safety Perugia – Cucine Lube Banca Marche Macerata Diretta RAI Sport 2

 

Play Off Serie A1 UnipolSai – FINALE Gara 5

Giovedì 8 maggio 2014, ore 21.00 oppure

Domenica 11 maggio 2014, ore 17.30

A Osimo: Cucine Lube Banca Marche Macerata – Sir Safety Perugia Diretta RAI Sport 1

 

1ª Cucine Lube B. Marche Macerata                           2
3-2 3-0 1ª Cucine Lube B. Marche Macerata                         3
8ª Calzedonia Verona         0
3-0 3-0 3-0 1ª Cucine Lube B. Marche Macerata                       1
4ª Diatec Trentino             0
0-3   1-3 5ª Casa Modena               0
5ª Casa Modena                 2
3-2 Campione d’Italia 2013/14  
2ª Copra Elior Piacenza       2  
3-1   3-0 2ª Copra Elior Piacenza     2
7ª Altotevere Città di Castello                             0
3-1 2-3 3-2 2-3 1-3 3ª Sir Safety Perugia       0
3ª Sir Safety Perugia           2
3-1   3-1 3ª Sir Safety Perugia         3
6ª Bre Lannutti Cuneo       0

 

 

Play Off 5° Posto Serie A1 UnipolSai

Semifinali gara 1: CMC Ravenna e Bre Lannutti Cuneo vincenti contro Casa Modena e Altotevere Città di Castello. Domenica in campo per gara 2

 

 

Risultati

CMC Ravenna – Casa Modena 3-0 (25-20, 25-17, 30-28)

Altotevere Città di Castello – Bre Lannutti Cuneo 0-3 (21-25, 15-25, 14-25)

 

CMC RAVENNA – CASA MODENA 3-0 (25-20, 25-17, 30-28) – CMC RAVENNA: Mengozzi 16, Kauliakamoa Jr, Toniutti, Tillie 3, Koumentakis 1, Goi (L), Patriarca, Klapwijk 16, Cester 5, Bari (L), Cebulj 17. Non entrati Ricci, Jeliazkov. All. Bonitta. CASA MODENA: Manià, Donadio (L), Sala 3, Deroo 17, Kampa 4, Beretta 5, Bossi 8, Hendriks 5, Mazzali, Serafini 1. Non entrati Bartman. All. Lorenzetti. ARBITRI: Tanasi, Cipolla. NOTE – durata set: 25′, 23′, 32′; tot: 80′.

 

Una bella CMC supera nettamente per 3-0 Casa Modena nella gara di andata delle Semifinali dei Play Off 5°Posto UnipolSai. Ravenna ha giocato una buona gara contro una Casa Modena privo di Bruninho, N’Gapeth e Kovacevic e con Bartman in panchina. In casa ravennate si è registrata una buona prova di squadra con punte di rendimento per Mengozzi e Cebulj, ma tutti hanno fatto la loro parte. C’è preoccupazione per gara due per Tillie, uscito per un risentimento muscolare.

Nel primo e terzo set Casa Modena impatta bene e resta avanti fino al 7-8, poi la CMC intensifica il muro e con Mengozzi, inarrestabile in attacco, riesce a rimontare ed imporsi, nell’ultimo parziale chiudendo con Cebulj al quarto match- ball. Più netto, invece, il divario nel secondo set. Nel terzo set Bonitta ha dovuto inserire Koumentakis per Tillie. Gara 2 si giocherà domenica 27 aprile alle 18 a Modena.

 

Chiamate del Video Check:

1° SET: 10-8 (muro Ravenna). Video Check chiesto da Ravenna per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Ravenna (11-8).

1° SET: 21-18 (attacco Cester). Video Check chiesto da Ravenna per verifica IN/OUT. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (21-19).

3° SET: 3-3 (attacco Cebulj). Video Check chiesto da Ravenna per verifica IN/OUT. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (3-4).

 

Marco Bonitta (allenatore CMC Ravenna): “Sono contento della prova della squadra anche perché si trattava dell’ultima partita della stagione al Pala De Andrè. Ora vogliamo fare l’ultimo passo verso la Finale ma non sappiamo se avremo Tillie, frenato a metà del secondo set da un problema muscolare”.

Angelo Lorenzetti (allenatore Casa Modena): “Non volevamo fare brutta figura, a dispetto delle tante assenze, e penso che ci siamo riusciti. Proveremo a fare ancora meglio nella gara casalinga”.

 

 

ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO – BRE LANNUTTI CUNEO 0-3 (21-25, 15-25, 14-25) – ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO: Franceschini 2, Fromm 5, Carminati 1, Lensi (L), Corvetta, Dolfo 6, Massari 2, Tosi (L), Piano 6, Van Walle 11, Rossi 5, Marchiani. Non entrati Lo Bianco. All. Radici. BRE LANNUTTI CUNEO: Rauwerdink 9, Antonov, Marchisio (L), Gonzalez 6, De Pandis (L), Casadei 13, Kohut, Alletti 7, De Togni 10, Maruotti 12. Non entrati Coscione, Rouzier. All. Piazza. ARBITRI: Gnani, Sampaolo. NOTE – durata set: 24′, 21′, 21′; tot: 66′.

 

L’ Altotevere Città di Castello cede nettamente al cospetto della Bre Lannutti Cuneo che vince 0-3 gara 1 della Semifinale lay Off 5° Posto UnipolSai. Il primo break della partita è a favore di Cuneo grazie a Gonzalez (3-5) che riesce fino a metà set a mantenere il vantaggio grazie a due attacchi di Maruotti (10-12). Allunga ancora Cuneo sull’attacco out di Massari (10-13). Due attacchi consecutivi di Fromm riavvicinano l’Altotevere (13-14) con Piazza che richiama in panchina Antonov per Rauwerdink. Il servizio di Casadei mette in difficoltà i padroni di casa e Rauwerdink riporta Cuneo avanti di tre (14-17). Ancora difficoltà in ricezione sul campo Altotevere e Gonzalez mura Van Walle (15-20). Radici richiama allora in panchina Massari per Dolfo che prova, con due attacchi vincenti, a riavvicinare i biancorossi (19-22). È però un ace di De Togni a regalare il primo parziale alla Bre Lannutti (21-25). Al via del secondo set è il muro di Gonzalez e Rauwerdink ad alzarsi inesorabile sugli attacchi di Fromm (3-6) e, dopo l’ace di Casadei, è il tedesco a lasciare il campo per Dolfo (3-8). Maruotti sigla il punto del 4-11. In attacco Città di Castello non passa più e si va al time out tecnico sul 4-12 per i piemontesi. Casadei sfonda il muro a tre Altotevere per il 7-17. Entra Carminati per Massari con il set che ha già preso la strada di Cuneo con il muro di Alletti su Van Walle (11-22) che chiude, con un attacco, il parziale ma Alletti (15-25). Non cambia la musica all’inizio del terzo parziale con Cuneo che allunga subito e in un attimo arriva a +6 con due muri di Alletti e Gonzalez dopo l’errore al servizio di Van Walle (3-9). Al time out tecnico il distacco pare incolmabile (4-12). Il tecnico tifernate cerca di scuotere la squadra inserendo Carminati e Dolfo per Fromm e Massari oltre al giovane libero Lensi. Nulla da fare, arriva a muro il punto del 4-16 ed il tecnico dell’Altotevere inserisce anche Franceschini per Rossi. Il pubblico del PalaKemon incita i suoi ragazzi che provano a reagire con Dolfo (7-17). Ma Cuneo conduce agevolmente le danze con Casadei che mette l’ace del 10-21. Entra anche Marchiani per Corvetta sull’epilogo del match chiuso da Maruotti per il definitivo 14-25.

 

Chiamate del Video Check:

2° SET: 6-15 (attacco De Togni). Video Check chiesto da Cuneo per verifica IN/OUT. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Città di Castello (7-15).

2° SET: 13-23 (attacco Maruotti). Video Check chiesto da Cuneo per verifica IN/OUT. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Città di Castello (14-23).

3° SET: 5-17 (attacco Maruotti). Video Check chiesto da Città di Castello per verifica IN/OUT. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Città di Castello (6-17).

 

Jacopo Massari (Altotevere Città di Castello): “Venivamo da una settimana molto buona in cui ci eravamo preparati intensamente per affrontare questa gara. Abbiamo cercato di forzare molto la battuta, ma sono venuti molti errori che ci hanno poi condizionato per il resto del match anche negli altri fondamentali”.

Giorgio De Togni (Bre Lannutti Cuneo): “Stasera noi abbiamo fatto tutto bene, loro hanno subito la nostra battuta e sicuramente non hanno giocato il migliore match della stagione in tutti i fondamentali. Probabilmente siamo una squadra che li fa soffrire, visto che siamo gli unici ad aver vinto con loro in regular season per 3-0 sia all’andata che al ritorno”.

 

Play Off 5° posto UnipolSai – Semifinale Gara 2

Domenica 27 aprile 2014, ore 18.00

Casa Modena – CMC Ravenna

(Santi-Vagni) Addetto Video Check: Libardi

Bre Lannutti Cuneo – Altotevere Città di Castello

(Bartolini-Goitre) Addetto Video Check: Viale

 

Play Off 5° posto UnipolSai – Finale (Gara Secca)

Mercoledì 30 aprile 2014, ore 21.00

Finalista (migliore RS) – Finalista (peggiore RS) Diretta RAI Sport 2

 

 

In caso di parità di punteggio il passaggio del turno verrà deciso al Golden Set: si giocherà il Golden Set solo se le due squadre avversarie termineranno gli incontri andata/ritorno con un uguale numero di punti (vengono assegnati 3 punti per le vittorie 3-0 o 3-1, 2 punti per la vittoria al tie break ed 1 punto per la sconfitta al tie break).

Es. Se una squadra vince la gara di andata 3-0 o 3-1, per qualificarsi al turno successivo senza disputare il Golden Set dovrà vincere almeno 2 set nella gara di ritorno.

 

 

9ª CMC Ravenna                     2
3-2 3-1 9ª CMC Ravenna                       1
8ª Calzedonia Verona             0
3-0
12ª Andreoli Latina               1
0-3 3-1 (Golden Set 13-15) 5ª Casa Modena                       0
3ª Diatec Trentino                 1
5a classificata  
10ª Exprivia Molfetta              1  
3-2 0-3 7ª Altotevere Città di Castello 0
7ª Altotevere Città

di Castello                             1

0-3
11ª Tonno Callipo Calabria

Vibo Valentia                         0

1-3 0-3 6ª Bre Lannutti Cuneo             1
6ª Bre Lannutti Cuneo           2

 

 

Tags