@Foto Sir Safety Perugia

@Foto Sir Safety Perugia

(Articolo a cura di Paola Lopez Marchetti) Nella prima gara di Quarti di finali dei Playoff, Perugia fa un paso avanti vincendo per 3-2 a Verona in una partita splendida a tutto ritmo con parziali di 26-24, 25-20, 17-25, 21-25, 10-15).

Il primo set non ha un dominatore netto. Inizia meglio la Sir ma subito Verona riprende il vantaggio. Con Uros in tutto il suo splendore e la precisione di Baranowicz, i padroni di casa si assicurano il parziale. Intanto la Sir colpisce con alcuni attacchi accurati di Atanasijevic. Verona è sempre avanti nei break fino ad arrivare alla zona finale dove Perugia riesce a mettere le cose pari in 24. Due errori della Sir consegnano il primo game alla Calzedonia per 26-24.

Il secondo parziale è più equilibrato. Nessuno dei due vuole mollare neanche un punto. La Sir lotta per il centro con Buti cercando il vantaggio, ma è Verona che dopo il primo tempo tecnico allunga di due e mantiene il vantaggio fino alla fine. E’ 25-20 per i veneti che sentono che la partita può essere tutta sua.

Ma il terzo gioco è tutta un’altra cosa. Perugia scende in campo con la voglia di ribaltare tutto, e ci riesce. Con un De Cecco in tutto il suo potenziale e un Russell fantastico in battuta, gli ospiti prendono un vantaggio di 4 impossibile da rimontare per Calzedonia: 25-17 per Perugia che non vuole andare ancora a casa.

Il quarto set inizia meglio per quelli di Kovac che escono in campo con più forza di prima. Anche se Verona riesce ad avvicinarsi con Zingel in battuta, Atanasijevic risponde in attacco di maniera efficiente e aggressiva. Verona non smette mai di provare a uguale il marcatore, ma Perugia non molla e sulla zona finale prende un vantaggio di 4 dichiarando il tie break. E’ 25-21.

Il finale è fenomenale. Due squadre disposte a tutto per vincere la prima partita di playoff. Pari e pari durante tutto il gioco, pochi errori e tanti punti gridati con furia. L’equilibrio dura fino al 7-10, Atanasijevic, a sto punto già diventato MVP del match, non perde occasione per segnare anche se la fantastica e rumorosa tifoseria locale l’abbia offeso durante tutto gioco. Kaliberda segna l’ultimo punto, è 15-10 e Perugia vince la prima partita di playoff in casa veronese.

Tags