ADF_2513r(Fonte LVF) Sono Igor Gorgonzola Novara e Pomì Casalmaggiore le protagoniste della prima parte di 70° Campionato di Serie A1 Femminile – Master Group Sport Volley Cup. Negli anticipi della 5^ giornata, le azzurre di Luciano Pedullà si impongono anche sul campo delle campionesse d’Italia della Nordmeccanica Rebecchi Piacenza e si confermano al comando della classifica da imbattute, mentre le rosa di Davide Mazzanti colgono il quarto successo consecutivo issandosi in seconda posizione.

La palla ora passa a Foppapedretti Bergamo, che domenica alle 18.00 ospita la Savino Del Bene Scandicci, e Liu Jo Modena, impegnata a Firenze contro Il Bisonte in diretta streaming su Sportube.tv e su www.legavolleyfemminile.it. Infine l’Imoco Volley Conegliano sfiderà la Metalleghe Sanitars Montichiari, mentre la Unendo Yamamay Busto Arsizio se la vedrà contro la Robur Tiboni Urbino.

NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA – IGOR GORGONZOLA NOVARA 1-3 (20-25, 17-25, 25-19, 20-25)
La cinquina è servita. Dopo aver sbancato il PalaYamamay con un perentorio 3-0, la Igor Gorgonzola Novara si ripete e vìola anche il PalaBanca, ovvero la casa delle bi-scudettate della Nordmeccanica Rebecchi Piacenza: il 3-1 esterno consolida il primato delle azzurre e ne rafforza la candidatura per i massimi traguardi stagionali. Il tempo di festeggiare la vittoria e i 14 punti in classifica e Novara partirà alla volta della Russia, per affrontare la Dinamo Krasnodar nel ritorno dei 16esimi di finale di CEV Cup. Cadono nuovamente le biancoblù, che mercoledì a Modena avevano perso l’imbattibilità stagionale in Italia. Anche per le emiliane impegno europeo alle porte: mercoledì al PalaBanca arriverà la fortissima VakifBank Istanbul.

La parte della leonessa la recita Katarina Barun, autrice di una prova strepitosa in attacco. L’opposta croata firma 28 punti con il 56% e 3 muri ed è sostanzialmente imprendibile per la seconda linea piacentina. Cristina Chirichella aggiunge 6 muri, solida anche Guiggi e in doppia cifra le americane Klineman e Hill. Van Hecke è ancora una volta l’attaccante più prolifica delle biancoblù, 18 punti con 3 muri.

La cronaca. Parte meglio la formazione ospite, che raggiunge subito 4 punti di vantaggio: 4-0 e 7-3. Piacenza reagisce, sollecita la ricezione di Novara, recupera e sorpassa al time out tecnico con un ace di Sorokaite: 12-11. La squadra di Pedullà insiste, mettendo sempre più in difficoltà la Nordmeccanica Rebecchi. E’ nuovo sorpasso, stavolta con allungo decisivo. Klineman e Barun firmano gli ultimi punti che servono a Novara per conquistare il primo parziale. Anche nel secondo set le piemontesi si alzano dai blocchi più velocemente e volano immediatamente sul 6-0, allungando poco oltre: 10-2. Con Sorokaite le padrone di casa riescono a piazzare una reazione e arrivano anche al -5 punti (13-18), ma poi Novara torna a esprimere il suo gioco efficace, vincendo il set col punteggio di 25-17.

Piacenza capisce che il tempo stringe e sfodera il suo animo battagliero. Dal 10-10 un deciso cambio di passo sorprende Novara. Migliorano tutti i fondamentali, Van Hecke (7 punti nel set) e Di Iulio firmano i punti di un allungo che si rivelerà decisivo, il 25-19 riapre la contesa. Nel quarto si perpetua l’equilibrio. Punto dopo punto, Sorokaite riesce a concretizzare un piccolo vantaggio al time out tecnico (12-9) che Van Hecke mantiene con il muro del 14-12. La Igor non si permette cali di concentrazione e macina il suo gioco con serenità: con un parziale di 3-0 è sorpasso. Si viaggia punto a punto, ma l’inerzia passa stabilmente dalla parte di Novara. Barun colpisce a ripetizione, il cambio-palla a Piacenza non riesce più con continuità e il 25-20 marchia un’altra prestazione sontuosa della capolista.

VOLLEY 2002 FORLI’ – POMI’ CASALMAGGIORE 0-3 (24-26, 14-25, 22-25)
Quarta vittoria consecutiva per la Pomì Casalmaggiore, che sbanca il Villa Romiti di Forlì superando la Volley 2002 per 3-0. Nonostante una partenza lenta nel primo parziale, le rosa di Davide Mazzanti si riprendono in fretta e spinte dall’efficienza delle proprie centrali (13 muri tra Gibbemeyer e Stevanovic) e dal ‘solito’ servizio (11 ace) conquistano altri tre punti. Per una sera le casalasche si godono la 2^ posizione in classifica. Le romagnole di Biagio Marone si mostrano ancora troppo dipendenti dal rendimento di Koleva e non registrate appieno in fase di distribuzione. L’ardore di Aguero e Cardullo non è sufficiente a contrastare una squadra già rodata e con una fisionomia ben precisa, la cui organizzazione muro-difesa consente di contrattaccare (bene) un numero superiore di palloni.

“Possiamo migliorare ancora, evitando di cadere in errori un po’ stupidi – spiega Tirozzi, top scorer insieme a Stevanovic con 18 punti -. Abbiamo dimostrato di avere tante armi a disposizione e diversi sistemi di gioco. Speriamo di continuare così, cominciamo a prenderci gusto”. “Abbiamo ancora tanto lavoro da fare – ammette Aguero -. Siamo brave in difesa e in ricezione ce la caviamo, ma abbiamo bisogno di allenarci tanto nella fase offensiva. Tante mie compagne non hanno mai giocato in A1, a questo livello è necessario combattere su ogni punto”.

La cronaca: dal 12-9 Forlì favorito dalla ‘doppia’ di Skorupa al 14-16 con il muro di Ortolani su un primo tempo lento di Nazarenko. Bianchini in parallela, Aguero in diagonale e il punteggio rimane in equilibrio sul +1 Pomì (18-17). Koleva fa pari al termine di uno scambio prolungato. Il sorpasso arriva sul muro di Neriotti su Gibbemeyer, dopo il salvataggio di Cardullo. La centrale statunitense spedisce fuori il primo tempo successivo e Mazzanti ferma il gioco sul 18-20. Koleva e Tai Aguero producono il +3 (22-19). Bianchini in attacco e al servizio scatena la sua potenza e il set si riapre, tanto che coach Marone opta per un time out discrezionale. Forlì è in difficoltà in ricezione e Stevanovic prima e Gibbemeyer poi capovolgono in un attimo l’esito del set (26-24).

La Pomì acquista tutt’altra sicurezza nel secondo set, la partenza è fulminante, con Stevanovic efficace con ogni fondamentale (2-7). Un recupero di ‘faccia’ di Cardullo dà la scossa alle aquile, il muro di Koleva vale il 5-8. Le due squadre non si risparmiano affatto in difesa e ne escono scambi spettacolari: prima chiude Bianchini con il block-in, poi Ventura con il mani out (7-10). Le mani di Stevanovic sono ovunque, Aguero in pipe e Ventura si infrangono contro la specialista serba: è 14-7. Koleva e l’italo-cubana le provano tutte, ma quando la palla passa c’è Sirressi che la raccoglie. Tirozzi fallisce la pipe, ma il margine è ampio a favore delle ospiti, 19-13. Marone prova la carta Guasti da opposto, la ricezione balla e le rosa volano fino al 24-14. Il pallonetto di Tirozzi fissa il 25-14.

Nel terzo set la Volley 2002 si risveglia e, complici un paio di pipe vincenti di Aguero, resta a galla. Sull’errore di Bianchini le romagnole salgono 8-7. L’opposta si rifà immediatamente con un ace, imitata dall’italo cubana per il 12-12. Un po’ di confusione su entrambi i lati del campo, si procede a strappi. L’ennesimo muro di Gibbemeyer e l’ace fortunoso di Ortolani spingono le casalasche sul 18-16. Forlì insegue ma Casalmaggiore è più veloce e con Tirozzi e il block-in di Stevanovic sale sul 23-19. Fast della centrale serba e 24-21. Cardullo salva e Koleva piazza intelligentemente per il 22-24. La fine del match giunge sul punto successivo, siglato dalla pipe di Tirozzi.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: i tabellini degli anticipi
NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA – IGOR GORGONZOLA NOVARA 1-3 (20-25, 17-25, 25-19, 20-25)
NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA: Sorokaite 12, Valeriano, Dirickx 4, Van Hecke 18, Carocci (L), Di Iulio 13, Borgogno 6, Angeloni, Wilson 7, Caracuta. Non entrate Brussa, Poggi. All. Chiappini.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Partenio 2, Klineman 15, Guiggi 10, Chirichella 9, Sansonna (L), Alberti, Signorile 1, Hill 11, Barun 28, Zanette. Non entrate Kim, Bonifacio. All. Pedullà.
ARBITRI: Tanasi, Gnani.
NOTE – Spettatori 2900, incasso 16000, durata set: 26′, 25′, 29′, 27′; tot: 107′.

VOLLEY 2002 FORLì – POMì CASALMAGGIORE 0-3 (24-26, 14-25, 22-25)
VOLLEY 2002 FORLì: Lancellotti, Stoltenborg 1, Ventura 7, Nazarenko 2, Guasti, Segalina 1, Cardullo (L), Neriotti 2, Aguero 5, Koleva 17. Non entrate Rossi, Ferrara, Prsa. All. Marone.
POMì CASALMAGGIORE: Ortolani 6, Skorupa, Bianchini 8, Sirressi (L), Gennari, Gibbemeyer 10, Agrifoglio, Stevanovic 18, Tirozzi 18. Non entrate Quiligotti, Klimovich, Zago. All. Mazzanti.
ARBITRI: Cappelletti, Turtù.
NOTE – Spettatori 800, durata set: 29′, 25′, 28′; tot: 82′.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: il programma della 5^ giornata (domenica 23 novembre, ore 18.00)
Nordmeccanica Rebecchi Piacenza – Igor Gorgonzola Novara 1-3 (20-25, 17-25, 25-19, 20-25)
Imoco Volley Conegliano – Metalleghe Sanitars Montichiari
Foppapedretti Bergamo – Savino del Bene Scandicci
Il Bisonte Firenze – Liu Jo Modena DIRETTA SPORTUBE
Unendo Yamamay Busto Arsizio – Robur Tiboni Volley Urbino
Volley 2002 Forlì – Pomì Casalmaggiore 0-3 (24-26, 14-25, 22-25)

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: la classifica
Igor Gorgonzola Novara 14, Pomì Casalmaggiore 11, Foppapedretti Bergamo 10, Liu Jo Modena 9, Nordmeccanica Rebecchi Piacenza 9, Imoco Volley Conegliano 7, Unendo Yamamay Busto Arsizio 5, Metalleghe Sanitars Montichiari 5, Savino Del Bene Scandicci 4, Volley 2002 Forlì 3, Il Bisonte Firenze 1, Robur Tiboni Volley Urbino 0.

Tutti i risultati e le statistiche live sul sito ufficiale www.legavolleyfemminile.it.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup A2: Aversa si rialza, tie-break vincente in casa del Club Italia

Si conclude con la vittoria al tie-break della Corpora Aversa l’anticipo della 4^ giornata della Master Group Sport Volley Cup di Serie A2 Femminile. Le ragazze di Della Volpe, reduci dalla brutta sconfitta interna con Bolzano, passano sul campo del Club Italia evidenziando ancora qualche ruggine ma riuscendo infine a muovere la classifica. Cosa che riesce anche alle azzurrine di Marco Mencarelli, che dopo il 3-2 su Piacenza mettono in difficoltà un altro gruppo di grande esperienza.

Cvetanovic parte da banda e nel set decisivo si impone come opposta, Donà entra stabilmente da terzo set e si dimostra affidabile in ricezione e in attacco, Drozina innesca le sue centrali con frequenza: i meccanismi della Corpora riprendono a funzionare. Le padrone di casa sfiorano il successo, quando Piani ed Egonu agguantano le avversarie nel quarto sul 24-24. Ai vantaggi però la stessa Egonu – formidabile con 32 punti, il 54% in attacco e 4 muri – sbaglia e apre la strada al tie-break, a senso unico.

Daniela Nardini, centrale delle campane, rileva gli alti e bassi della sua Corpora: “Sicuramente il tie break è stata la parte migliore, negli altri set invece si sono ripresentati gli errori evitabili delle altre partite: ci serve un po’ più di continuità, c’è ancora qualcosa da registrare. Dopo due sconfitte, comunque, l’importante era trovare una reazione e tornare a muovere la classifica”. Un punto comunque buono per le azzurrine, come sottolinea Vittoria Piani: “Se escludiamo il tie break, sono soddisfatta della prestazione. Abbiamo fatto bene il nostro lavoro, mettendo in pratica quello che avevamo preparato in allenamento. Ci siamo impegnate e abbiamo dato il massimo. Dobbiamo ancora imparare a tenere i nervi a posto quando la gara è equilibrata, ma siamo giovani e possiamo crescere”.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup A2: il tabellino dell’anticipo
CLUB ITALIA – CORPORA AVERSA 2-3 (23-25, 25-16, 25-21, 25-27, 5-15)
CLUB ITALIA: Piani 9, Bartesaghi, Zannoni (L), Spirito (L), D’Odorico 13, Egonu 32, Danesi 8, Guerra 15, Prandi 2, Camperi 1. Non entrate Orro, Mabilo, Berti. All. Mencarelli.
CORPORA AVERSA: Merkova 7, Drozina 6, Ferrara 3, Nardini 14, Donà 9, Dekani 8, Cvetanovic 14, Minervini (L), Giampietri, Lapi 9. Non entrate Focosi, Lucariello, Veglia. All. Della Volpe.
ARBITRI: Pozzi, Giardini.
NOTE – durata set: 27′, 23′, 23′, 28′, 11′; tot: 112′.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup A2: il programma della 5^ giornata (domenica 23 novembre, ore 18.00)
Volley Soverato – Saugella Team Monza
Entu Olbia – Beng Rovigo
Volalto Caserta – Volksbank Sudtirol Bolzano
Lardini Filottrano – Obiettivo Risarcimento Vicenza  differita RAI SPORT 2, martedì 25 novembre ore 22.30
Club Italia – Corpora Aversa 2-3 (23-25, 25-16, 25-21, 25-27, 5-15)
Delta Informatica Trentino – Bakery Piacenza
Riposa: Riso Scotti Pavia

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup A2: la classifica
Volksbank Sudtirol Bolzano 9, Beng Rovigo 7, Saugella Team Monza 7, Riso Scotti Pavia 7, Delta Informatica Trentino 5, Volley Soverato 5, Corpora Aversa 4, Lardini Filottrano 3, Obiettivo Risarcimento Vicenza 3, Club Italia 3, Entu Olbia 2, Bakery Piacenza 2, Volalto Caserta 0.

Tutti i risultati e le statistiche live sul sito ufficiale www.legavolleyfemminile.it.

Tags