Foto Legavolley.it

Foto Legavolley.it

(Fonte LVF) L’Obiettivo Risarcimento Vicenza è in Serie A1. In Gara-2 della Finale dei Play Off di A2 Femminile, disputata al Palazzetto dello Sport di Monza, le biancoblù battono 3-2 il Saugella Team, chiudono la serie per 2-0 e centrano la promozione nella massima categoria dopo solo due stagioni in A. Dopo il 3-0 interno di domenica scorsa, le ragazze di Delio Rossetto soffrono al cospetto delle brianzole, recuperano da 0-1 e 1-2 e si impongono con il brivido: tie-break dominato fino al 7-13, quindi le padrone di casa con il cuore tornano in gara (13-14) prima di cedere. Se le vicentine festeggiano, le lombarde si disperano, visto che per il secondo anno consecutivo devono rinunciare in volata al salto in avanti.

La cronaca. Vicenza prova da subito a imprimere il proprio gioco, ma Monza è reattiva e mantiene il contatto. Grazie agli attacchi di Bruno, le padrone di casa tentano il primo allungo (4-2), l’errore al servizio di Kapturska ribadisce il vantaggio Saugella (7-5). Alcuni errori di troppo, da entrambe la parti, poi Devetag stampa a terra il punto numero dieci. Kapturska difende bene sul servizio delle locali, ma Cella manda out e regala il 15-8 alle avversarie, costringendo Rossetto a interrompere il gioco. L’Obiettivo Risarcimento continua a sbagliare di più e Monza ne approfitta per aumentare il vantaggio: Matuszkova vale il 16-8, seguita da Astarita per il 17-9. Le ospiti cercano di uscire dal torpore con Smirnova e Ghisellini (20-15), ma Monza riprende subito la corsa: doppia Devetag e massimo vantaggio a +7 (23-16). L’errore dai nove metri di Ghisellini chiude il set, 25-18.

Il secondo parziale vede in campo una Obiettivo Risarcimento Vicenza rinvigorita nello spirito e con Cialfi al palleggio: trascinata dalla prestazione di Cella, le avversarie si riprendono la testa del set mettendo paura a Monza. Strobbe marca il +4 per le ospiti (6-10), le risponde Devetag, sempre reattiva per l’8-11. La progressione delle vicentine non sembra però arrestarsi e il gap aumenta paurosamente: Matuszkova manda out il servizio (10-16), Bruno cerca di rimanere in partita, Cella spegne i sogni di gloria (12-17). Il set corre saldamente nelle mani di Vicenza che trova nel muro di Strobbe la chiave del successo del set: 14-25.

Monza riaccende i motori nel terzo parziale: Matuszkova in pipe e block-in di Bruno per il 4-2. Bonetti ritorna in partita con giocate insidiose (7-4), Matuszkova a segno per due volte consecutive sigla l’11-8. Le ospiti non si perdono d’animo e con pazienza riescono a rimanere in scia: block-in vincente di Cialfi (13-10), l’attacco vincente di Kapturska (14-12) seguito da un’astuzia di cella portano Vicenza a -1 (14-13). E’ addirittura sorpasso grazie all’ace di Kapturska (16-17). La reazione di Monza non si fa attendere: Matuszkova e di nuovo +2 (19-17). Si gioca punto a punto, due errori consecutivi di Matuszkova e Strobbe significano la parità a quota venti, Bruno spezza gli indugi per il 21-20. Matuszkova costringe al block-out Smirnova per il set point Saugella. Chiude Bonetti per il 25-22 finale, 2-1.

Partenza lampo della Obiettivo Risarcimento Vicenza nel quarto set: Fronza e Smirnova duettano in sintonia e le ospiti volano sul 2-8. Devetag accorcia le distanze e mantiene viva Monza (5-9), Smirnova attacca in rete per il -1 (8-9). C’è equilibrio, le ospiti mantengono un minimo vantaggio e Monza resta in scia: attacco vincente di Astarita per il -2 (10-12), poi ancora il numero 11 replica per il -1. Le ragazze di Delmati ci credono e tentano l’impossibile con Bonetti sempre presente nei momenti caldi del set. Le ospiti riescono a mantenere la lucidità trascinate dalla vena realizzativa di Smirnova e chiudono 20-25.

Tie break che si apre col botto Vicenza: 0-3. Cella e compagne giocano trascinate dall’entusiasmo e prendono il largo. Monza è poco incisiva e sembra non poter invertire l’andamento del set e del match. Le difese di Lanzini permettono a Vicenza di ricostruire con tranquillità e precisione. Vicenza si trova presto a condurre con otto lunghezze di vantaggio, ma è proprio quando tutto pare perduto che Monza trova il colpo di coda: le brianzole giocano con il cuore e diventano quasi spregiudicate. Il divario si assottiglia, giocata dopo giocata: 11-13 e il miracolo è a un passo. Ma Vicenza non può lasciarsi sfuggire l’occasione così alla portata e trascinata dalla grinta della sua capitana chiude definitivamente la gara 13-15 e vola in A1.

“Devo dire comunque brave alle mie ragazze perché quando ci siamo trovati in svantaggio abbiamo reagito con grinta e cuore – le parole di coach Davide Delmati -. Peccato per la mancanza di lucidità nel secondo e quarto parziale quando, in due situazioni di vantaggio, potevamo cercare forse con maggiore convinzione di chiudere il match. Nel quarto parziale abbiamo commesso tanti errori: la tensione e l’ansia ci hanno giocato un brutto scherzo. Poi nel tie-break, nonostante lo svantaggio iniziale, c’è stata una grande reazione d’orgoglio e un pizzico di sfortuna: due muri consecutivi che potevano regalarci il 14-14, ed il terzo che è finito fuori. C’è tanto dispiacere ma anche la consapevolezza che lo sport è così, imprevedibile”.

La photogallery ufficiale della gara decisiva, a cura di Filippo Rubin, è disponibile nella pagina dedicata del sito di Lega e su Flickr. Tutte le foto sono liberamente scaricabili previa citazione del credito “Rubin x LVF”.

Il match e tutte le sue emozioni saranno trasmesse in differita su Rai Sport 2, venerdì 8 maggio alle ore 21.45 con il commento di Marco Fantasia.

Play Off Promozione: il tabellino
SAUGELLA TEAM MONZA – OBIETTIVO RISARCIMENTO VICENZA 2-3 (25-18, 14-25, 25-22, 20-25, 13-15)
SAUGELLA TEAM MONZA: Bruno 18, Nomikou, Balboni, Saveriano, Rossi Matuszkova 21, Bonetti 9, Astarita 11, Devetag 9, Facchinetti, Bisconti (L). Non entrate Mazzaro, Coatti. All. Delmati.
OBIETTIVO RISARCIMENTO VICENZA: Strobbe 10, Cialfi 3, Lanzini (L), Kapturska 15, Cella 20, Baggi 1, Fiori, Smirnova 20, Ghisellini, Fronza 8. Non entrate Pastorello. All. Rossetto.
ARBITRI: Spinnicchia, Guarneri.
NOTE – durata set: 26′, 25′, 27′, 29′, 20′; tot: 127′.

Tags