novara(Fonte LVF) Dopo il successo della Imoco Volley Conegliano nella gara di venerdì sera, è la Igor Gorgonzola Novara a fare la voce grossa nella semifinale odierna del Pala Terdoppio. La formazione allenata da Pedullà mette in campo una prova maiuscola, dimostrando grande carattere nella conduzione del match. Primo e secondo set vedono di fatto in campo solo le padrone di casa che, con apparente tranquillità, iniziano una progressione inarrestabile supportate da un gioco fluido e dalla sicurezza dei pezzi da novanta schierati in campo. Piacenza è in affanno e per i primi due parziali è quasi incapace di trovare lo sprint necessario a rimanere in partita e Novara si trova in un attimo sul 2-0. Il terzo set è quello con maggior equilibrio: le ospiti sfoderano tutto il repertorio e riescono a portarsi in vantaggio e a vedere la luce in fondo al set. Sorokaite ritorna ai propri livelli in attacco (15 punti, un ace, un muro e il 48% in attacco) e la Rebecchi ci crede. Qualche disattenzione nella fase centrale del set consente però a Novara di riprendere la stada del successo. Ancora in parità sul finire di parziale, le padrone di casa si affidano a Katarina Barun per togliere le castagne dal fuoco. Piacenza cerca come meglio può di allungare il set, ma Novara lo sigilla con un attacco di Klineman.

La cronaca
Avvio equilibrato, subito due punti delle padrone di casa seguiti dalla doppia risposta di Piacenza. Klineman ritenta l’allungo con un colpo forte dal centro (6-4) a cui segue il mani out su attacco di Barun: time out per Piacenza. Al rientro in campo Hill affonda con il punto numero otto per le igorine, poi ancora Klineman, Novara prova la fuga e Gaspari inserisce Kozuch per Van Hecke (10-4). L’ace di Barun fa esplodere il Pala Terdoppio e costringe Gaspari al secondo stop discrezionale (11-4). La manovra della Rebecchi Nordmeccanica è contratta e dall’altra parte del campo Novara concede veramente poco in difesa. Ancora Barun conclude l’azione del 14-4, Kozuch si sblocca costringendo Novara al mani out e ripetendosi per il 17-7. Vargas supera con efficacia il muro delle azzurre, block-in vincente di Kozuch e 15-9. Ancora la numero sedici mette a terra il punto numero dieci, ma il diagonale di Chirichella mantiene la Igor a +7. Hill si eleva a muro su Vargas che si riscatta nell’azione successiva con una fast precisa (18-11). Kozuch si lancia in recupero su un attacco di Chirichella, che non sbaglia al secondo tentativo: 20-12. Sul 21-13 Sorokaite, reattiva nonostante il grande distacco, realizza il 22-15. Turno al servizio di Guiggi e Novara si porta a un solo punto dal set (24-15), Kozuch annulla il primo set point con attacco, il secondo con un ace. Piacenza non molla e anche il terzo set point è di Sorokaite. Al quarto tentativo, l’errore dai nove metri di Kozuch chiude le ostilità.

Pronti via e stampata a muro di Barun seguita dall’attacco di Leggeri (2-1). Kozuck gioca d’astuzia e va a segno con un pallonetto, poi è ancora lei a impattare a quota quattro. Block-in vincente di Klineman e Novara torna a +2 (6-4), Kozuch manda out l’attacco per l’8-4, capitan Guiggi a segno per il massimo vantaggio Novara a +5, Chirichella insiste a muro e manda al time out tecnico sul 12-6. Il servizio dà una mano a Piacenza che recupera due punti (12-8), squillo di Sorokaite e 13-9. Fallo di Chirichella e la Nordmeccanica Rebecchi si porta a -5 (15-10), Klineman, con una mano, ristabilisce la distanza di sicurezza sul 17-11 e Gaspari interrompe il gioco. Barun continua a martellare forte e il gap è, come per il primo set, decisamente rassicurante per Novara che impreziosisce il parziale con l’ace della numero diciassette (21-12). Kozuch non passa e Novara vola a +10. Caracuta di prima intenzione infastidisce le padrone di casa (24-14), Barun sicura per il punto numero ventiquattro. Leggeri allunga il set ma poi è out il suo muro su attacco delle locali: 25-15.

Barun, Sorokaite e attacco out di Di Iulio: 2-1. La numero nove pareggia subito, Vargas e Sorokaite regalano il primo vantaggio del set a Piacenza (2-4). Ace di Di Iulio (3-6), Barun è ancora imprecisa e Pedullà richiama le sue (3-7). Lo splendido muro di Kimberly Hill riporta Novara a -1, Van Hecke non sbaglia con il diagonale (7-9), Hill interrompe la serie positiva delle ospiti ripresa dal muro di Leggeri (8-12). Attacco millimetrico di Van Hecke (9-14), tre errori della Nordmeccanica Rebecchi e il muro di Martina Guiggi sanciscono il nuovo vantaggio per Novara (16-15). Gaspari ripropone il cambio al palleggio con Caracuta per Dirickx, Van Hecke non sbaglia ed è ancora equilibrio (17-17). Le squadre procedono a braccetto (20-20). Attacco vincente di Lise Van Hecke, con le ospiti che tentano di chiudere il set (21-23). Ma la reazione di Novara è calma ed efficace: Barun, da ferma, regala l’ennesima parità (23-23), ace di Hill e attacco potente di Klineman (25-24). Ancora Klineman gioca con audacia sulle mani del muro piacentino che non può fare altro che mandare il pallone out: è il 26-24, 3-0 per Novara.

Martedì il Pala Banca di Piacenza sarà il teatro della sfida di gara-2 tra queste due formazioni. Novara tenterà di ripetere la prova di questa sera, Piacenza sarà intenzionata a regalare le giuste soddisfazioni al proprio pubblico. Grinta, cuore e classe per una sfida per nulla scontata.

32^ Play Off Scudetto: i tabellini di gara-1 di semifinale
POMì CASALMAGGIORE – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 2-3 (27-29, 25-23, 25-18, 17-25, 13-15)
POMì CASALMAGGIORE: Ortolani 14, Skorupa 4, Bianchini 2, Sirressi (L), Gennari 12, Quiligotti, Gibbemeyer 15, Klimovich, Stevanovic 11, Tirozzi 22. Non entrate Agrifoglio. All. Mazzanti.
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Glass 3, Furlan, Fiorin 15, Adams 18, Arimattei, De Gennaro (L), Katic, Ozsoy 30, Nikolova 16, Nicoletti, Barcellini, Barazza 9. Non entrate Vasilantonaki, Boscoscuro. All. Chiappini.
ARBITRI: Satanassi, Bartolini.
NOTE – durata set: 31′, 27′, 25′, 25′, 16′; tot: 124′.

IGOR GORGONZOLA NOVARA – NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA 3-0 (25-18, 25-15, 26-24)
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Klineman 14, Kim, Guiggi 8, Bonifacio, Chirichella 6, Sansonna (L), Alberti, Signorile 2, Hill 13, Barun 12. Non entrate Partenio, Zanette. All. Pedullà.
NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA: Sorokaite 15, Valeriano, Dirickx 3, Leggeri 3, Vargas Valdez 8, Van Hecke 5, Di Iulio 2, Angeloni, Caracuta 1, Kozuch 9, Cardullo (L). Non entrate Poggi, Wilson. All. Gaspari.
ARBITRI: Zucca, Puecher.
NOTE – spettatori 3.500 – durata set: 26′, 24′, 31′; tot: 81′.

Tags