turleaArrivano le prime conferme nel roster de Il Bisonte Firenze. Nel costruire la squadra per la prossima stagione, l’obiettivo stabilito dal nuovo direttore sportivo Duccio Ripasarti era ripartire da una base sicura, e la sua prima operazione da dirigente del club fiorentino è stata proprio quella di contrattualizzare anche per la serie A1 2015/16 le protagoniste principali dell’ultima brillante annata, conclusasi con la salvezza ottenuta con tre giornate di anticipo.

In particolare, faranno ancora parte del gruppo a disposizione di Francesca Vannini l’opposto romeno Carmen Turlea (classe 1975), le schiacciatrici Chiara Negrini (1979) e Giulia Pietrelli (1988), la centrale Raffaella Calloni (1983) e il libero Beatrice Parrocchiale (1995), queste ultime due fra l’altro reduci dalla convocazione in nazionale da parte del ct Marco Bonitta e già in ritiro a Milano in vista dei prossimi impegni della rappresentativa azzurra. Per Calloni, Turlea e Negrini si tratterà della seconda stagione con Il Bisonte, per Parrocchiale la terza, mentre Pietrelli rimarrà la veterana della squadra, visto che veste la maglia de Il Bisonte da tre anni e mezzo, dal gennaio del 2012, ed ha vissuto quindi in prima linea la scalata dalla B1 alla A1.

LE PAROLE DEL DS RIPASARTI – “Come avevo già preannunciato, per costruire la nuova squadra era giusto ripartire da uno zoccolo duro importante, e quindi sono molto soddisfatto della prosecuzione del rapporto con queste giocatrici, tutte fondamentali per la salvezza ottenuta nella prima stagione de Il Bisonte in A1. La riconferma di Turlea nasce da un’annata più che positiva, sia in campo, dove ha portato tanto a livello di esperienza e tranquillità, che dal punto di vista della professionalità, visto che credo sia un esempio di come bisogna vivere lo sport. Negrini è un’altra ragazza che ci ha regalato tanta qualità, anche in seconda linea, e la sua conferma era uno degli obiettivi tecnici che ci eravamo posti, perché l’attacco è importante, ma senza ricezione e difesa, il cosiddetto lavoro oscuro, non si va da nessuna parte. Beatrice Parrocchiale poi è una giocatrice dalle grandi prospettive: l’estate in nazionale le farà sicuramente compiere un ulteriore salto di qualità, e ce la troveremo pronta per un’altra grande stagione. Calloni non ha bisogno di presentazioni: quest’anno ha dimostrato tanta grinta per tornare ad alti livelli dopo l’infortunio, non era semplice e invece ha anche trovato la nazionale. Raffa è sicuramente uno dei migliori centrali in circolazione, e la sua conferma è un prestigio per noi, così come il fatto che abbia scelto di rimanere è la dimostrazione che qua si sta bene. Infine Pietrelli, che era uno dei tasselli su cui Francesca Vannini contava molto: siamo riusciti a trattenerla, e questo ci rende felici. Giulia è stata una pedina fondamentale nelle due promozioni de Il Bisonte, e l’anno scorso ha svolto un lavoro più oscuro ma altrettanto importante per la squadra: quando la metti in campo, sai che è una garanzia”.

Tags