Francesca Piccinini

Francesca Piccinini

La sesta giornata della Master Group Sport Volley Cup di Serie A1 prende il via con i due insoliti anticipi del sabato sera. A Urbino, sotto i riflettori di RAI Sport, risultato tondo per la Liu Jo Modena che, dopo una partenza a rilento, riesce a prendere le giuste misure al gioco della Robur Tiboni e a conquistare il successo in tre set che proietta la formazione di Beltrami al primo posto della classifica, in attesa di conoscere, domani, il risultato di Novara.
Nonostante un ottimo avvio, la Robur – alla sesta sconfitta in altrettante gare – cede nel finale, complice la maggiore imprevedibilità in attacco delle modenesi. Folie, Fabris e a tratti Piccinini, trovano varchi a muro e in difesa. A Urbino non basta l’ottima prova del suo libero, Bruno.

A Forlì, il sesto tentativo è quello buono per Il Bisonte Firenze che conquista il primo successo del suo Campionato contro una diretta concorrente per la salvezza, la Volley 2002 Forlì della ex Elena Koleva.
La prova delle toscane evidenzia come i meccanismi della squadra migliorino allenamento dopo allenamento e alla sesta occasione, contro una formazone alla propria portata, Firenze può festeggiare i tre punti e sorpassare in classifica proprio Forlì.
In casa Volley 2002 gli interrogativi da affrontare restano molti, come diostrano le parole del tecnico Marone a fine gara: “Non ci sono alibi, questo è un campionato in cui le partite le devi giocare tutte a prescindere da chi hai di fronte. Faremo le nostre valutazioni e sicuramente ci sarà qualcosa da cambiare. Bisognerà ripartire cercando di avere la carica giusta in allenamento. Dobbiamo allenare tutte le situazioni possibili. Le qualità ci sono, lo abbiamo dimostrato all’inizio del campionato: per ricominciare a vincere non dobbiamo cercare scuse, dobbiamo tirar fuori quello che davvero sappiamo di valere, dobbiamo aggredire l’avversario e non farci aggredire”.

ROBUR TIBONI URBINO – LIU JO MODENA 0-3 (22-25, 20-25, 20-25)
Partenza col botto per la Robur Tiboni Urbino che coglie di sorpresa Piccinini e compagne e conduce sin dalle prime battute del set. Al time out tecnico la squadra di casa si trova sul +3, Beltrami sul fronte Liu Jo predica calma e consiglia alle sue di riprendere il set con giocate semplici.
Rousseaux e Fabris si riavvicinano alle avversarie (13-12), ma l’opposto gialloblù è impreciso nelle giocate successive e Urbino incrementa il vantaggio (17-14). Implacabile Lestini in questo parziale, tanto che Beltrami decide di inserire Maruotti al servizio per togliere  riferimenti al gioco delle avversarie. E’ proprio l’ace del numero 15 a riportare i giochi in parità. La successiva diagonale di capitan Piccinini porta Modena in vantaggio (21-22). Ottenuto il +2, le modenesi trovano il guizzo delle fuoriclasse e non si lasciano più sorprendere dalle giocate della Spelman. Il ribaltamento di fronte porta Modena a chiudere il parziale a proprio favore, 22-25.

Subito avanti sullo 0-3, la Liu Jo Modena perde il controllo della situazione e si lascia raggiungere grazie all’attacco preciso di Lestini e a un errore di Rousseaux (4-4). Si gioca punto a punto, con il muro deciso di Agostinetto su Piccinini che riporta avanti la Robur Tiboni (8-7). Il turno al servizio di Rondon consente a Modena di rifiatare (8-11).
Al rientro dal time out tecnico Modena comincia a martellare con maggior fluidità in tutti i fondamentali e i colpi di Rousseaux, Fabris e Heyrman scalfiscono a poco a poco le certezze delle avversarie che vanno in confusione e consentono alle ospiti di scappar via (12-18). Micoli cambia la diagonale: dentro Zecchin e Fresco, ma ancora Rondon al servizio segna il secondo allungo decisivo per la Liu Jo. Le urbinate tornano in partita grazie a Lestini e Spelman (19-23). La varietà di gioco della Liu Jo ha la meglio sulle giocate di Urbino che prova a restare a galla con Walker e Leggs, ma la ricezione spesso resta staccata e così anche le centrali devono arrendersi al ritorno di Piccinini e compagne che intascano così il secondo parziale senza troppi affanni.

Si scalda il braccio di Folie nel terzo set. La centrale trova le giocate migliori del suo match. Urbino sa di doversi giocare il tutto per tutto e approfitta di un lieve calo di concentrazione delle ospiti che inanellano una serie di errori nella fase centrale del set. In questo modo Spelman e compagne riescono a portarsi in vantaggio di 4 lunghezze. Qualche difficoltà in ricezione, stavolta di Rousseaux, permette al servizio di Santini di essere determinante (14-11). Ancora una volta, nei momenti importanti, manca la graffiata vincente da parte di Urbino che con lo scorrere dei secondi diminuisce anche la pressione al servzio nei confronti delle avversarie. Modena rincorre e raggiunge le locali, Urbino resta attaccata al match: l’ultima ad arrendersi è la Walker che chiude con un rispettabilissimo 83%. Ancora Modena si riporta in vantaggio, con il primo tempo di Folie per il 18-20 che indirizza la gara verso l’epilogo finale.

La capitana Francesca Piccinini: “E’ stata una partita in cui abbiamo impiegato il primo set per prendere le misure all’avversario. C’erano in campo tante giocatrici che non conoscevamo, poi una volta prese le misure abbiamo visto che nei momenti in cui spingevamo riuscivamo ad allungare. Portiamo a casa tre punti e ci prepariamo ad una serie di scontri diretti importanti per la classifica. Avremo Bergamo e Novara questa settimana, le prime delle classe, e per affrontare al meglio aspettiamo anche una bella spinta dal nostro pubblico”.

VOLLEY 2002 FORLÌ – IL BISONTE FIRENZE 0-3 (23-25, 18-25, 14-25)
L’inizio di gara delle ospiti vuole essere determinante nell’imprimere il giusto andamento alle sorti della serata. Il Bisonte cerca da subito di far pendere l’ago della bilancia dalla propria parte, con il muro di Mastrodicasa – alla prima da titolare in A1 – su Aguero che vale il 2-4. Il set scivola via liscio senza sussulti, con le squadre che si inseguono passo passo (10-12), fino al turno in battuta di Liliom, regolarmente in campo dal prio minuto dopo lo spavento della scorsa domenica: prima un errore di Forlì, poi due grandi attacchi di Negrini e Turlea, costringono Marone al time out (14-19), ma un altro errore delle locali vale il + 6. Forlì non demorde e, complice un rilassamento delle avversarie, riesce a riportarsi a -1 (22-23), ma la fast di Calloni vale il 23-25.

Ancora Firenze a inizio secondo set: Negrini tenta la prima fuga (1-5), ma Koleva, indecifrabile al servizio, riporta sotto Forlì (4-5). Le grandi difese di Parrocchiale permettono a Calloni di mettere il pallonetto del 7-12. La squadra di Francesca Vannini è in trance agonistica, un punto incredibile di Negrini vale il 10-19 e poi è Turlea a chiudere anche il secondo parziale (18-25).

Non al meglio perun problema alla schiena, Calloni è costretta a lasciare il campo nel terzo set. Al suo posto Bertone. In casa Forlì, è Koleva a dare forfait e cedere il posto a Guasti. Il copione resta però quello dei due precedenti set, con Firenze a fare la partita e Forlì in affanno a rincorrere. Sul 6-14 il gioco delle ospiti acquista in fluidità e concretezza, mentre dall’altra parte della rete tutto diventa estremamente difficile. Un errore al servizio di Nazarenko fa esplodere i festeggiamenti per il primo successo nella massima serie di Firenze.

Domenica alle 18.00 le altre 4 partite della 6^ giornata. In diretta su Sportube.tv la sfida tra Foppapedretti Bergamo e Nordmeccanica Rebecchi Piacenza. Risultati in diretta sull’homepage del sito ufficiale di Lega e sull’App Livescore Lega Volley Femminile disponibile su Play Store e Apple Store.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: il programma della 6^ giornata (domenica 30 novembre, ore 18.00)
Robur Tiboni Urbino – Liu Jo Modena 0-3 (22-25, 20-25, 20-25)
Volley 2002 Forlì – Il Bisonte Firenze 0-3 (23-25, 18-25, 14-25)
Foppapedretti Bergamo – Nordmeccanica Rebecchi Piacenza DIRETTA SPORTUBE
Savino Del Bene Scandicci – Imoco Volley Conegliano
Metalleghe Sanitars Montichiari – Igor Gorgonzola Novara
Pomì Casalmaggiore – Unendo Yamamay Busto Arsizio

Tutti i risultati e le statistiche live sul sito ufficiale www.legavolleyfemminile.it.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: la classifica
Liu Jo Modena 15, Igor Gorgonzola Novara 14, Foppapedretti Bergamo 13, Pomì Casalmaggiore 11, Imoco Volley Conegliano 10, Nordmeccanica Rebecchi Piacenza 9, Unendo Yamamay Busto Arsizio 8, Metalleghe Sanitars Montichiari 5, Savino Del Bene Scandicci 4, Il Bisonte Firenze 4, Volley 2002 Forlì 3, Robur Tiboni Volley Urbino 0.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: i tabellini degli anticipi
ROBUR TIBONI VOLLEY URBINO – LIU JO MODENA 0-3 (22-25, 20-25, 20-25)
ROBUR TIBONI VOLLEY URBINO: Zecchin, Agostinetto 2, Bruno (L), Richey, Fresco, Vujko, Santini 10, Lestini 9, Walker 6, Spelman 12, Leggs 5. Non entrate Giacomel. All. Micoli.
LIU JO MODENA: Rousseaux 8, Heyrman 4, Folie 10, Arcangeli (L), Piccinini 6, Fabris 21, Crisanti, Maruotti 1, Rondon 3, Ikic 2. Non entrate Kostic, Petrachi, Muri. All. Beltrami.
ARBITRI: Vagni, Santi.
NOTE – durata set: 26′, 25′, 25′; tot: 76′.

VOLLEY 2002 FORLì – IL BISONTE FIRENZE 0-3 (23-25, 18-25, 14-25)
VOLLEY 2002 FORLì: Lancellotti, Stoltenborg 1, Ventura 8, Ceron 4, Nazarenko 4, Guasti 5, Cardullo (L), Aguero 17, Koleva 3. Non entrate Rossi, Neriotti, Ferrara, Prsa. All. Marone.
IL BISONTE FIRENZE: Mastrodicasa 7, Petrucci 3, Liliom 13, Turlea 9, Negrini 17, Parrocchiale (L), Calloni 6, Bertone 1, Vingaretti. Non entrate Poggi, Pascucci, Savelli, Pietrelli. All. Vannini.
ARBITRI: Fretta, Venturi.
NOTE – durata set: 27′, 26′, 21′; tot: 74′.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup A2: il tie break porta il sorriso in casa Bakery Piacenza

Bakery Piacenza e Corpora Aversa aprono le danze della quinta giornata della Master Group Sport Volley Cup cadetta. L’anticipo di campionato regala il primo successo alla fomazione di casa, alla ricerca disperata della vittoria dopo le quattro sconfitte che le hanno consenstito di ottenere solo due punti in classifica. La Pallavolo Piacentina si dimostra brava a superare in cinque set una formazione ostica come la Corpora Aversa, alla terza battuta d’arresto della propria stagione e superata in classifica proprio dalle avversarie di questa sera.

Le squadre si affrontano a viso aperto per tutta la durata del match, alternando fasi di gioco fluide e ben organizzate a molti errori, soprattutto al servizio, da entrambe le parti del taraflex rosa.
Buona la prestazione di Natalia Viganò, ancora a corrente alternata ma fondamentale soprattutto nella fase di ricezione. Best Scorer della serata, Sara Giuliodori, con 25 punti, 8 muri e il 63% in attacco.

In casa Corpora, non sfigurano le percentuali di Daniela Nardini, iscritta a tabellino con 14 punti che le valgono il 56% in attacco. Buone anche le prestazioni di Dekani – con 16 palloni messi a terra – e di Lapi, sugli scudi con 8 muri.

Domani alle ore 18.00 il resto della giornata con la sfida tra Entu Olbia e Delta Informatica Trentino che sarà trasmessa in differita su RAI Sport 2 martedì 2 dicembre alle ore 22.30.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup A2: il programma della 5^ giornata (domenica 30 novembre, ore 18.00)
Bakery Piacenza – Corpora Aversa 3-2 (22-25, 25-16, 19-25, 25-22, 16-14)
Riso Scotti Pavia – Volley Soverato
Saugella Team Monza – Lardini Filottrano
Beng Rovigo – Volalto Caserta
Obiettivo Risarcimento Vicenza – Club Italia
Entu Olbia – Delta Informatica Trentino DIFFERITA RAI SPORT 2, martedì 2 dicembre ore 22.30
Riposa: Volksbank Sudtirol Bolzano

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup A2: la classifica
Volksbank Sudtirol Bolzano 12, Saugella Team Monza 10, Delta Informatica Trentino 8, Beng Rovigo 8, Riso Scotti Pavia 7, Obiettivo Risarcimento Vicenza 6, Corpora Aversa 5, Volley Soverato 5, Entu Olbia 4, Bakery Piacenza 4, Lardini Filottrano 3, Club Italia 3, Volalto Caserta 0.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup A2: il tabellino dell’anticipo
BAKERY PIACENZA – CORPORA AVERSA 3-2 (22-25, 25-16, 19-25, 25-22, 16-14)
BAKERY PIACENZA: Viganò 14, Fiesoli 3, Cecchetto (L), Giuliodori 25, Do Carmo Braga 5, Saguatti 17, Cambi 4, Fava 1, Moretto 13, Ferretti. Non entrate Rocca, Gioia. All. Pistola.
CORPORA AVERSA: Merkova 9, Drozina 1, Nardini 12, Donà 9, Dekani 16, Cvetanovic 6, Minervini (L), Giampietri, Lapi 17. Non entrate Focosi, Ferrara, Lucariello, Veglia. All. Della Volpe.
ARBITRI: Spinnicchia, Guarneri.
NOTE – durata set: 26′, 23′, 26′, 28′, 19′; tot: 122′.

(Fonte LVF)

Tags