Monica De Gennaro (Foto P. Miccoli)

Monica De Gennaro (Foto P. Miccoli)

(Fonte LVF)E’ della Unendo Yamamay Busto Arsizio l’anticipo della 13^ giornata della Master Group Sport Volley Cup di Serie A1 Femminile. Le farfalle di Carlo Parisi superano 3-1 in rimonta l’Imoco Volley Conegliano e risalgono temporaneamente in sesta posizione in classifica: un successo di grande valore, perché ottenuto contro una sentita rivale e in un clima di assoluta euforia, dentro al quale tutte le biancorosse – su tutte Diouf mattatrice con 23 punti e Leonardi sensazionale in difesa – si sono immerse. Com’era accaduto nel gennaio 2014 (3-0 a Piacenza sempre in anticipo televisivo), anche all’inizio del 2015 il team bustocco sa esibirsi al proprio meglio. Per le pantere di Nicola Negro uno stop che pesa per come si è concretizzato dopo un avvio più che incoraggiante e vantaggi per 12-9 nel terzo e soprattutto 16-11 nel quarto non sfruttati. Nikolova è l’ultima ad arrendersi, 22 punti con il 40% offensivo. Mercoledì entrambe le squadre torneranno in campo per i rispettivi impegni europei: la Unendo Yamamay farà visita alle tedesche del Dresdner nella quarta giornata delle Pool eliminatorie della CEV DenizBank Champions League, mentre la Prosecco Doc Imoco ospiterà le polacche dell’Atom Trefl Sopot nell’andata dei quarti di finale di CEV Cup.

Praticamente tutto esaurito il PalaVerde all’andata, al limite del sold out il PalaYamamay questa sera con 4234 spettatori: l’immagine del volley rosa è meravigliosa soprattutto sugli spalti.

Confermate le anticipazioni della vigilia: Glass non recupera e la regia delle gialloblù è affidata a Katic. Per il resto i sestetti iniziali sono quelli abituali: Nikolova opposta, Ozsoy e Barcellini bande, Adams e Barazza al centro e De Gennaro libero per le ospiti; Wolosz-Diouf, Havelkova-Marcon, Lyubushkina-Michel, Leonardi per le padrone di casa.

La partita è subito bellissima, con scambi spettacolari salutati da boati del PalaYamamay. E’ Busto a portarne a casa di più nelle fasi iniziali, fast di Michel per il 9-5 e attacco diagonale di Diouf per l’11-7. Le pantere restano a contatto grazie alla precisione di Ozsoy, a segno a ripetizione. Il secondo ace dell’opposta azzurra riporta le farfalle al +4 sul 14-10, costringendo Nicola Negro al primo time out discrezionale. Due punti di Barcellini e l’Imoco ha il fiato sul collo delle bustocche, si scalda anche Nikolova ed è -1 (15-16). Sul turno di servizio di Fiorin – subentrata a Barcellini – Conegliano opera il sorpasso con il muro di Barazza su Havelkova. La ceca restituisce il block-in a Nikolova ed è di nuovo +1 per le farfalle (18-17). Due difese pazzesche di De Gennaro armano il mancino della bulgara per il 20-19 Imoco. Diouf sbaglia la misura del bagher di appoggio e Parisi è costretto a interrompere il gioco sul 19-21. Ozsoy passa con palla staccata e +3, Parisi inserisce la statunitense Perry, che però fallisce di poco il servizio al salto. Ancora De Gennaro, ancora Ozsoy con la pipe del 24-20. Alla seconda chance, è Fiorin in diagonale a porre fine al primo parziale: 25-21.

Le biancorosse partono bene nel secondo parziale, pipe di Havelkova e mani out di Diouf (4-2). In un attimo è 5-4 Imoco con l’ace fortunoso di Adams. La sfida è infuocata – come da tradizione tra le due squadre -, Busto tiene la testa davanti approfittando di due invasioni gialloblù, poi dopo il pari di Adams l’invasione è bustocca e 12-11 Imoco al time-out tecnico. Due manate di Diouf e la Unendo Yamamay sale 14-13. Katic spinge troppo la fast per Barazza, Wolosz mura Fiorin e sul 14-17 Negro richiama a sé le sue giocatrici. Un paio di errori al servizio per Conegliano spingono le farfalle al 20-16. Poi Diouf respinge Ozsoy e il palazzetto esplode. Dal 22-17 al 22-19 con un muro su Marcon. Parisi non intende correre rischi e chiama il tempo. Tocca a Diouf riprendere a macinare punti (23-19), fallo in palleggio di Katic e altra invasione al termine di uno scambio lottatissimo: 25-19 e parità.

Volley di incredibile intensità in avvio di terzo parziale: il punto del 2-1 Imoco, chiuso di potenza da Ozsoy, è una perla. Uno dei rari errori in ricezione di De Gennaro consegna a Busto il 7-7. Appena le biancorosse – con Pisani al posto di Michel – abbassano la guardia, Nikolova e compagne colpiscono: 12-9 sul muro di Adams. La pausa fa bene alle farfalle, che impattano a quota 12 e poi a 14 sul volo di Leonardi e lo scontro in difesa tra De Gennaro e Barcellini. Katic commette infrazione in palleggio, Lyubushkina stampa Ozsoy e Diouf passa tra le mani del muro: parziale di 5-0, 17-14 e Negro ferma il gioco. Il black-out gialloblù non si esaurisce, Ozsoy spara out la pipe e 14-19. Entra Nicoletti per Nikolova, Busto in difesa prende tutto e sull’errore di Fiorin è 21-15. Due muri, di Katic e Barazza, sembrano riaprire il set (17-21), ma Diouf piazza due palloni sulle righe e 24-19. Ozsoy manda out e le padrone di casa sono avanti 2-1.

La reazione dell’Imoco c’è a inizio quarto, da 0-3 a 4-3 sull’ace di Ozsoy. Strappi da una parte e dall’altra, la pipe di Havelkova riporta a contatto le bustocche dopo un breve momento di appannamento (6-7). Ozsoy torna a produrre attacchi vincenti (11-7), Nikolova la imita (13-9). Parisi tenta di nuovo la carta Perry, ma il divario non si riduce e anzi Adams mura Marcon per il 16-11. Diouf martella per il 13-16 e il 14-17, Lyubushkina stoppa Fiorin e -2. Sul servizio dell’italo-senegalese, un break mortifero: errore di Fiorin, fast di Lyubushkina e pipe della stessa Diouf per il 18-17. Leonardi para quasi di faccia il bolide di Nikolova e Wolosz indovina il pallonetto, sul 20-18 è bolgia. Barcellini affossa il servizio in rete (saranno 14 a fine match le battute sbagliate dalle ospiti), mentre Lyubushkina batte sulla riga e firma il 22-19. Perry schiaccia il 23-20 e le biancorosse non trattengono l’euforia. Ovazione all’ennesima schiacciata vincente di Diouf per il 24-21, ed è sempre l’opposta della Nazionale a stendere definitivamente le pantere. Le farfalle tutte in campo ad esultare e poi ad applaudire i tifosi, assordanti come poche altre volte.

Domenica, con inizio alle ore 18.00, il resto del programma. Sportube.tv trasmetterà in live streaming il match tra Pomì Casalmaggiore e Foppapedretti Bergamo. La capolista Igor Gorgonzola Novara farà visita a Il Bisonte Firenze, mentre la Liu Jo Modena ospiterà la Metalleghe Sanitars Montichiari. La Nordmeccanica Rebecchi Piacenza riceverà la Savino Del Bene Scandicci, infine vero e proprio spareggio salvezza tra Zeta System Urbino e Volley 2002 Forlì.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: il tabellino dell’anticipo
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 3-1 (21-25, 25-19, 25-19, 25-21)
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Lyubushkina 11, Rania, Michel 4, Leonardi (L), Marcon 7, Perry 2, Diouf 23, Wolosz 3, Havelkova 14, Pisani 2. Non entrate Varone Carla, Camera. All. Parisi.
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Furlan, Fiorin 8, Adams 4, De Gennaro (L), Katic 4, Ozsoy 15, Nikolova 22, Nicoletti, Barcellini 6, Barazza 4. Non entrate Arimattei, Boscoscuro. All. Negro.
ARBITRI: Tanasi, Ravallese.
NOTE – Spettatori 4234, durata set: 28′, 26′, 26′, 30′; tot: 110′.

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: il programma della 13^ giornata (domenica 11 gennaio ore 18.00)
Nordmeccanica Rebecchi Piacenza – Savino del Bene Scandicci
Unendo Yamamay Busto Arsizio – Imoco Volley Conegliano 3-1 (21-25, 25-19, 25-19, 25-21)
Pomì Casalmaggiore – Foppapedretti Bergamo DIRETTA SPORTUBE
Il Bisonte Firenze  – Igor Gorgonzola Novara
Liu Jo Modena – Metalleghe Sanitars Montichiari
Zeta System Urbino Volley – Volley 2002 Forlì

70° Campionato Master Group Sport Volley Cup: la classifica
Igor Gorgonzola Novara 32, Liu Jo Modena 28, Imoco Volley Conegliano 24, Pomì Casalmaggiore 23, Foppapedretti Bergamo 23, Unendo Yamamay Busto Arsizio 21, Nordmeccanica Rebecchi Piacenza 20, Metalleghe Sanitars Montichiari 18, Savino Del Bene Scandicci 15, Il Bisonte Firenze 11, Volley 2002 Forlì 4, Zeta System Urbino Volley 0.

Tags