Foto Legavolley.it

Foto Legavolley.it

Risultati

CMC Ravenna-Copra Piacenza 3-0 (25-22, 25-19, 25-21); Calzedonia Verona-Cucine Lube Banca Marche Treia 3-1 (25-17, 25-23, 18-25, 25-22); Exprivia Neldiritto Molfetta-Revivre Milano 3-0 (25-23, 28-26, 25-20); Tonazzo Padova-Energy T.I. Diatec Trentino 0-3 (21-25, 23-25, 19-25); Sir Safety Perugia-Modena Volley 1-3 (22-25, 25-20, 22-25, 21-25); Vero Volley Monza-Top Volley Latina 3-1 (13-25, 25-22, 25-23, 25-22).

Riposava: Altotevere Città di Castello-Sansepolcro

 

 

CALZEDONIA VERONA – CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA 3-1 (25-17, 25-23, 18-25, 25-22) – CALZEDONIA VERONA: Zingel 9, Coscione 1, Pesaresi (L), Gitto, Gasparini 21, Deroo 13, White 1, Bellei, Sander 14, Anzani 13. Non entrati Blasi, Centomo, Borgogno. All. Giani. CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA: Henno (L), Parodi 15, Paparoni (L), Stankovic 10, Kovar 1, Sabbi 16, Monopoli, Shumov 4, Kurek 11, Baranowicz 3, Podrascanin 7. Non entrati Fei, Vitelli, Bonacic. All. Giuliani. ARBITRI: La Micela, Pozzato. NOTE – durata set: 24′, 29′, 23′, 30′; tot: 106′.

 

La foto più bella della partita, e succede solo nel volley, è l’incitamento del pubblico veronese: quando Sabbi sul finale del match cade a terra con la caviglia in fiamme, il PalaOlimpia è in piedi e lo incita “Sabbi, Sabbi!”. Commossi, i tifosi di Treia rispondono con un coro di ringraziamento “Verona, Verona!”. Scene incredibili in qualsiasi altro sport…

Alla sua quattrocentesima partita in Serie A, la Calzedonia Verona vince per 3 a 1 contro la Cucine Lube Banca Marche Treia e conquista tre punti preziosi per la propria classifica. I gialloblù giocano una gara di altissimo livello con 12 muri punto, 51% in attacco di squadra; Simone Anzani viene eletto MVP del match dopo aver messo a terra terra 7 muri punto e 13 punti punti totali. Per Treia un infortunio, nel finale a Giulio Sabbi e qualche problema anche per Henno che durante la gara si è accomodato in panchina perché non al meglio. La Calzedonia Verona scene in campo con il sestetto tipo composto da Coscione e Gasparini in diagonale, Zingel e Anzani al centro, Sander e Deroo schiacciatori e Pesaresi libero. Treia replica con Baranowicz palleggiatore, Sabbi opposto, Stankovic e Podrascanin schiacciatori, Kurek e parodi schiacciatori d Henno libero. La Calzedonia Verona parte molto aggressiva nel primo set. Il punto che apre il match è di Sander e sul 5 a 3, Gasparini piazza il primo ace della partita (6-3). La Lube recupera grazie ai due errori dell’opposto scaligero e il match si fa nuovamente equilibrato. Quando Anzani ferma Kurek, il pubblico di casa esplode e al time out tecnico si arriva sul 12 a 8. Al rientro in campo Verona va ancora a segno, ancora a muro, con Anzani (13-8). La Calzedonia è incontenibile: Gasparini schiaccia da posto due il 15 a 9 costringendo Giuliani al time out che però non scaturisce gli effetti sperati. Il finale è tutto gialloblù: Verona si conferma top in attacco (64%) e a muro colpisce con incisività. Il primo set si chiude sul 25 a 17.

Il secondo parziale si apre con equilibrio in campo con Giuliani prova la carta Shumov per Stankovic. Le due formazioni strappano comunque applausi al pubblico. Sabbi, al servizio, porta i suoi sul 7 a 10 con un break che consente alla Lube di arrivare in vantaggio alla sospensione tecnica per 8 a 12 dopo il muro su Sander.

Baranowicz mette a terra di seconda intenzione la palla del 9 a 15 con Verona che fatica soprattutto in attacco; Anzani, con un muro e un attacco, tiene la Lube nel mirino. L’altro centrale, Zingel, di prima intenzione mette giù la palla del 15 a 18. Verona rimonta, Gasparini piazza un altro ace (17-19), Anzani schiaccia il 20 a 21 e Zingel firma il 21 a 21 con un ace. Ma non è finita qui, il vantaggio lo mette a segno Sander, poi Anzani stampa il muro del 23 a 21. L’americano schiaccia il 24 a 22, poi Anzani mette giù l’ultimo: 25 a 23.

Il terzo parziale è il più positivo per la formazione ospite. La Lube ritrova grande efficienza in attacco e

Kurek spara out e regala a Verona il 15 a 18 ma la Lube non perde di efficacia. Sabbi mette a terra il 16 a 20; l’azione successiva è la più spettacolare del match. Parodi schiaccia il punto vincente ma i recuperi di Verona strappano applausi. Il finale è dei marchigiani che non perdono terreno e si impongono per 18 a 25.

Treia parte meglio nel quarto parziale ma Verona pareggia sull’11 a 11 con Anzani a muro. Sabbi firma il punto successivo della Lube Gli ospiti tornano avanti di un break con un turno al servizio incisivo di Kurek. Gli ospiti provano in tutte le maniere di scappare nel punteggio ma Verona non demorde. Su una bella azione rigiocata, Gasparini mette a terra il 16 a 17 ma il contro break dei campioni d’Italia è dietro l’angono (18-21). Gasparini e Sander ricuciscono lo strappo (20-21) e l’out di Kurek decreta il pareggio (21-21). Quando Anzani ferma a muro l’attacco di il pubblico sobbalza (22-21) e all’ace di Sander scatta il boato (23-21); Deroo mette a terra il muro del 24 a 21 e Sabbi, ricadendo da muro, rimane a terra dolorante. Dopo un punto della Lube, arriva l’attacco di Simone Anzani che scatena l’entusiasmo dei 3200 del PalaOlimpia. Verona vince per 3 a 1.

 

VIDEO CHECK

1° Set

6-3 (battuta Gasparini) – videocheck richiesto da VERONA per verifica in-out decisione arbitrale CONFERMATA, punto assegnato a TREIA; 6-4

2° Set

7-7 (ace Sabbi) – videocheck richiesto da VERONA per verifica in-out decisione arbitrale CONFERMATA, punto assegnato a TREIA; 7-8

19-21 (attacco Anzani) – videocheck richiesto da TREIA per verifica invasione rete decisione arbitrale CONFERMATA, punto assegnato a VERONA; 20-21

3° Set

0-1 (attacco Gasparini) – videocheck richiesto da VERONA per verifica invasione rete decisione arbitrale CONFERMATA, punto assegnato a TREIA; 0-2

4° Set

16-18 (attacco Zingel) – videocheck richiesto da VERONA per verifica in-out decisione arbitrale CONFERMATA, punto assegnato a TREIA; 16-19

 

Simone Anzani (Calzedonia Verona): “Abbiamo fatto una bella partita ma anche loro non hanno giocato male. Eravamo contro i campioni d’Italia e vincere ci rende contentissimi. Sicuramente questa vittoria ci carica molto, questa partita ci dimostra che abbiamo delle grandi potenzialità. Non possiamo permetterci di avere cali di tensione ma se giochiamo con la massima determinazione abbiamo dimostrato di saper tenere il campo contro tutti”.

Alberto Giuliani (Cucine Lube Banca Marche Treia): “E’ stata una serata con tanti problemi, Henno si è sentito male durante la partita, Sabbi si è infortunato. Nonostante ciò eravamo in gara bene, avanti nel secondo e quarto set, un po’ di lucidità nel gestire situazioni di cambio palla ci avrebbe portato ad un risultato differente. Sander ha fatto un break importante con un servizio efficace nel parziale finale: più meriti loro che demeriti nostri. Oggi ho provato un po’ di tutto, più che altro per problematiche che per rendimento, anche Stankovic stava poco bene stasera, dunque cambi dettati dalle situazioni verificatesi. Ripeto, nonostante tutto questo avevamo due set in mano giocando una buona pallavolo, ma non abbiamo avuto la costanza per riuscire a venir fuori dai momenti in cui Verona ha fatto molto bene. Tra tre giorni dovremo già scendere in campo con Latina, lavorando di testa e di rabbia”.

 

 

VERO VOLLEY MONZA – TOP VOLLEY LATINA 3-1 (13-25, 25-22, 25-23, 25-22) – VERO VOLLEY MONZA: Elia 6, Gotsev 12, Tiberti, Galliani 9, Padura Diaz 15, De Pandis (L), Jovovic 5, Botto 22, Wang, Bonetti. Non entrati Procopio, Vigil Gonzalez. All. Vacondio. TOP VOLLEY LATINA: Manià (L), Rauwerdink 8, Sottile 6, Skrimov 6, Tailli, Van De Voorde 15, Rossi 7, Starovic 19, Semenzato 1, Urnaut 15. Non entrati Pellegrino, Davis. All. Blengini. ARBITRI: Braico, Ravallese. NOTE – Spettatori: 1080. Durata set: 20′, 28′, 29′, 36′; tot: 113′. MVP: Iacopo Botto

 

Hanno dato spettacolo il Vero Volley Monza e la Top Volley Latina nella prima giornata di ritorno della Superlega UnipolSai. Al PalaIper, la squadra di Oreste Vacondio conquista la seconda vittoria consecutiva, la prima davanti al pubblico amico, battendo 3-1 un’ottima Top Volley Latina. Il match, incandescente fin dalle prime battute, si apre con il Vero Volley abbastanza spento: i ragazzi di Vacondio non riescono ad imporre il loro gioco, soffrendo la quantità e la qualità di Latina sia in attacco, con le giocate di Starovic e Urnaut, che a muro con Rauwerdink. Giocata di seconda di Sottile su una free ball per Latina e la Top Volley prova a scappare 10-5. Galliani non riesce a schiacciare due palle servitagli da Jovivic: prima prende l’asticella, poi spara out. La Top Volley chiude in vantaggio, 12-5, al time-out tecnico. Galliani prova a rifarsi suonando la carica con un attacco vincente da posto quattro, 18-11, ma Sottile mura Botto, 19-11. I monzesi non riescono a reagire e commettono qualche ingenuità: Padura Diaz spara sulla rete, 21-12, e Urnaut non sbaglia da zona quattro, 22-12. Vacondio chiama time-out per dare una scossa. Botto va a segno da posto quattro, 22-13, ed Urnaut lo imita dalla stessa posizione, 23-13 per Latina. Ancora Urnaut dopo un’azione poco precisa da entrambe le parti in fase di impostazione, 24-13 per gli ospiti. Il primo set lo chiude Van De Voorde, 25-13 per Latina. Secondo set altamente equilibrato con le due squadre che si danno filo da torcere: invasione di seconda linea di Botto e la Top Volley chiude il secondo parziale avanti 12-10. Ma al ritorno in campo la squadra di Vacondio dimostra di aver ripreso a giocare con convinzione: prima acciuffa il pareggio con Botto,14-14, e poi va in vantaggio grazie all’invasione a muro di Latina, 16-15. Fino al 22-22 le due squadre rispondono colpo su colpo. Da una parte Padura Diaz e Galliani, dall’altra sempre Starovic e Urnaut. Il set lo cambia però un ottimo Botto (MVP della partita) mette giù un pallone importantissimo, quello del sorpasso 23-22. Blengini chiama time-out. Il Vero Volley però è ormai galvanizzato, anche grazie al calore del suo pubblico: Gotsev spara un grande primo tempo e Botto fa lo stesso agevolato da una freeball di Latina. Il secondo set lo conquistano i padroni di casa, 25-22. Terzo set caldissimo: si gioca punto a punto fino al 17-17. Poi sale in cattedra un super Gotsev che stampa un muro su Starovic, 18-17. Latina subisce il colpo e sbaglia l’attacco con Urnaut, 19-17. Il set lo decidono le giocate Galliani, che attacca bene da posto quattro, il muro di Elia su Starovic e l’attacco di Botto che chiudono il terzo parziale, 25-22. Quarto set nuovamente combattuto: fino all’11-11 le due squadre si danno battaglia punto a punto. E’ ancora Iacopo Botto però a lanciare avanti il Vero Volley al time.-out tecnico, 12-11, giocando bene su mani fuori. I due sestetti giocano una buona pallavolo: grande difesa di Galliani di piede che permette a Padura Diaz di attaccare in modo vincente da posto quattro, 13-12. Van De Voorde mette a segno un’ottima giocata ed il match torna in parità 13-13. E’ di nuovo Padura Diaz a spingere avanti i suoi di due punti, 16-14, con un ottimo muro fuori. Latina prova a tornare forte, a meno uno, con una grande giocata di seconda di Sottile e Vacondio chiama time-out sul punteggio di 17-16 per i suoi ragazzi. Ricezione che torna in campo di De Pandis su attacco di Semenzato, 18-16, e muro fuori di Botto, 19-16 e Monza che prova a mettere la freccia. Un super De Pandis difende benissimo, ma è soprattutto Monza a giocare bene a livello corale su ogni pallone. Skrimov prova a tenere a galla i suoi, 21-19, ma Botto è in grande giornata e va a segno da posto quattro, 22-19. Il set lo chiude il muro di Padura Diaz, 25-22. Il Vero Volley vince 3-1, conquista la seconda vittoria consecutiva, e si porta a quota 9 in classifica, lasciando l’ultima posizione in classifica.

VIDEO CHECK

1° SET

10-17 (palla dentro/fuori). Video Check richiesto da Monza per palla dentro/fuori. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (10-18)

12-22 (palla dentro/fuori). Video Check richiesto da Latina per palla dentro/fuori. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Monza (13-22)

2° SET

4-5 (invasione a muro). Video Check richiesto da Monza per invasione a muro di Monza. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (4-6)

24-22 (invasione a rete). Video Check richiesto da Latina per invasione a rete di Monza. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Monza (25-22)

3° SET

18-17 (palla dentro/fuori). Video Check richiesto da Latina per palla dentro/fuori. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Monza (19-17)

21-19 (palla dentro/fuori). Video Check richiesto da Latina per palla dentro/fuori. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Monza (22-19)

4° SET

23-20 (invasione a muro). Video Check richiesto da Latina per invasione a muro di Monza. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Monza (24-20)

24-20 (invasione a muro). Video Check richiesto da Monza per invasione a muro di Latina. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (24-21)

24-22 (invasione a muro). Video Check richiesto da Latina per invasione a muro di Monza. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Monza(25-22)

 

Oreste Vacondio (Allenatore Vero Volley Monza): “E’ stata una vittoria importante. Siamo a 9 punti in classifica ed iniziamo a sognare. Il gruppo è straordinario: ha fame ed è molto unito. Il processo di adeguamento alla prima categoria nazionale è in fase di evoluzione ma credo che i ragazzi stiano crescendo. Dobbiamo ancora migliorare tanto ed evitare dei vuoti in certi frangenti. Ma credo che piano piano stiamo dimostrando di meritare questa Superlega”.

Daniele Sottile (Top Volley Latina): “Non so cosa non abbia funzionato. Abbiamo fatto un ottimo primo set dimostrando di saper giocare un’ottima pallavolo, la nostra pallavolo. Nel secondo set eravamo avanti e poi ci siamo complicati la vita da soli. Loro sono usciti e hanno portato a casa il parziale. Poi nel terzo hanno giocato una grande pallavolo difendendo benissimo su ogni palla. Adesso dobbiamo reagire nel modo migliore. Questa sconfitta ci deve servire a capire che se non giochi al cento per cento con tutti, poi non riesci a portare a casa la vittoria. Complimenti comunque a Monza che ha fatto una grande partita”.

 

 

TONAZZO PADOVA – ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO 0-3 (21-25, 23-25, 19-25) – TONAZZO PADOVA: Mattei 6, Orduna 1, Giannotti 10, Balaso (L), Gozzo, Rosso 10, Volpato 4, Garghella, Aguillard 1, Milan, Quiroga 9. Non entrati Vianello, Beccaro. All. Baldovin. ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Kaziyski 13, Nelli 6, Zygadlo 1, Nemec 4, Lanza 16, Solé 6, Colaci (L), Burgsthaler 4. Non entrati Birarelli, Thei, Giannelli, Mazzone, Fedrizzi. All. Stoytchev. ARBITRI: Gini, Cipolla. NOTE – Spettatori 2600, incasso 9649, durata set: 22′, 27′, 23′; tot: 72′.

 

La Tonazzo Padova cerca una reazione – soprattutto di morale – dopo la sconfitta maturata in casa contro Monza. L’Energy T.I. Diatec Trentino invece cerca di mantenere il primato dopo aver conquistato il titolo di Campione d’inverno. Ospite in tribuna il coach della Nazionale argentina Julio Velasco. Avvio di primo set equilibrato, anche se l’ex Burgsthaler e Lanza accelerano aiutando gli ospiti a portarsi sull’8-12 al time out tecnico. Sull’11-16, dopo un attacco vincente di Kaziyski, coach Baldovin chiede pausa di gioco al fine di non perdere il contatto dagli avversari. Al ritorno in campo il muro della Tonazzo e l’ace di Volpato riducono il gap fino al 15-17, con Stoytchev che si ripara in time out. Il set si chiude 21-25 con Kaziyski e Lanza protagonisti nel finale. Buon avvio per la Tonazzo in avvio di secondo set, con Rosso che allunga sul 5-2 e con Trento che ricorre al time out inserendo Nelli per Nemec. Ancora una volta Kazyiski e Lanza fanno la differenza, recuperando e superando Padova (5-6). E’ un interessante testa a testa, con la Tonazzo che chiude 12-10 il time out tecnico dopo il servizio sulla rete di Lanza. Il vantaggio per Padova rimane tale fino a quando, nel finale, l’esperienza di Trento riesce ad imporsi. Sul 23-24 Stoytchev chiede time out ed è il servizio sulla rete di Rosso a regalare il set agli ospiti. Come nel precedente, il terzo parziale comincia con la Tonazzo che tiene in mano il gioco chiudendo in vantaggio il time out tecnico dopo il mani-out di Quiroga (12-10). Il muro di Trento e qualche errore dei patavini portano il punteggio sul 14-17. Da qui Kaziyski prende per mano la squadra e Trento vince 19-25.

 

VIDEO CHECK

Nessuna richiesta

 

Andrea Mattei (Tonazzo Padova): “Era necessaria una reazione dopo la brutta partita di Monza. Peccato per il risultato, ma oggi abbiamo giocato con il giusto atteggiamento, quello che dovremo avere anche per i prossimi match. Anche oggi abbiamo commesso qualche errore di troppo ma guardiamo avanti con ottimismo”.

Matey Kaziyski (Energy T.I. Diatec Trentino): “Siamo stati bravi a recuperare sia nel secondo che nel terzo set. Sono tre punti importantissimi in una sfida esterna tutt’altro che facile. Ora ci saranno molte partite ravvicinate e dovremo cercare di non perdere di concentrazione mantenendo sempre lo stesso livello di gioco e di atteggiamento”.

 

 

CMC RAVENNA – COPRA PIACENZA 3-0 (25-22, 25-19, 25-21) – CMC RAVENNA: Mengozzi 5, Cavanna 4, Zappoli 9, Gabriele, Goi (L), Zanatta Buiatti 10, Cester 5, Bari (L), Mc Kibbin, Cebulj 15. Non entrati Ricci, Jeliazkov, Koumentakis. All. Kantor. COPRA PIACENZA: Alletti 10, Marra (L), Poey 4, Ter Horst 1, Da Silva Pedreira Junior (L), Massari 8, Zlatanov 14, Ostapenko 5, Tencati, Kohut 1, Rodrigues Tavares 6. Non entrati Page, Papi. All. Radici. ARBITRI: Bartolini, Vagni. NOTE – durata set: 27′, 28′, 29′; tot: 84′.

 

Ad un girone di distanza, la CMC bissa il 3-0 contro la Copra Piacenza e torna anche alla vittoria casalinga. Gli ospiti hanno patìto le assenze di Vermiglio, diretto in Iran, e Papi, sofferente alla schiena, ma dall’altra parte hanno trovato una CMC convincente in ogni fondamentale, ben diretta da Cavanna e che ha trovato in Cebulj un terminale eccellente oltre che in Bari e Goi due ottimi baluardi difensivi. L’assenza di Koumentakis non si è fatta sentire grazie alla bella prova di Zappoli, ma in generale Kantor può certamente essere soddisfatto della prova della sua squadra, attesa ora da una missione sulla carta impossibile il 6 gennaio a Modena per i quarti di Coppa Italia in gara unica.

 

VIDEO CHECK

1° set

Chiesto da Piacenza per battuta out di Tavares, decisione invertita (5-9)

Chiesto da Piacenza per invasione muro Ravenna, decisione confermata (23-21)

2° set

Chiesto da Ravenna per invasione a muro, decisione confermata (6-5)

Chiesto da Piacenza per invasione Ravenna, decisione confermata (15-12)

 

Andrea Radici (allenatore Copra Piacenza): “La partenza improvvisa di Vermiglio fa parte del gioco e del mercato ma indubbiamente ci ha creato diversi problemi che si sono accentuati poi con la prestazione poco soddisfacente da parte di Poey. Dobbiamo ricominciare a lavorare al nuovo assetto e lo faremo con impegno”.

Waldo Kantor (allenatore CMC Ravenna): “Siamo stati bravi a non commettere errori, sapevamo che quella era la chiave del match. C’è stato un leggero calo di tensione nel terzo set dal quale ci siamo ripresi soprattutto con il servizio”.

 

EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA – REVIVRE MILANO 3-0 (25-23, 28-26, 25-20) – EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA: Candellaro 5, Noda Blanco, Sket 14, Del Vecchio 10, Spirito, Romiti (L), Bossi 7, Hierrezuelo 4, Despaigne Jurquin, Torres 18. Non entrati Michelucci Moralez, Blagojevic. All. Di Pinto. REVIVRE MILANO: Bencz 24, Bermudez, Kauliakamoa Jr 1, Patriarca 9, Rizzo (L), Mattera 1, De Togni 3, Dos Santos 7, Veres 10, Preti 2, Valsecchi. Non entrati Cerbo. All. Maranesi. ARBITRI: Sampaolo, Frapiccini. NOTE – Spettatori 1600, incasso 3800, durata set: 31′, 31′, 28′; tot: 90′. MVP: Raydel Hierrezuelo (Exprivia Neldiritto Molfetta)

 

Si chiude in 3 set e in un’ora e 30 minuti la prima gara di questo 2015 per l’ Exprivia Molfetta e la Revivre Milano. Il risultato sorride ai padroni di casa di Molfetta, che portano a casa l’intera posta in palio contro una Revivre mai doma. Infatti, al di là del mero risultato, la gara ha messo in chiaro le velleità di entrambi i roster. Coach Maranesi schiera Kauliakamoa al palleggio in diagonale con Milan Bencz, di banda Dos Santos e Veres, al centro Patriarca e De Togni, libero l’ex del match Marco Rizzo. Mister Di Pinto risponde con Hierrezuelo in diagonale a Torres, in banda Sket e Del Vecchio, al centro Candellaro e Bossi, libero Romiti. Il primo parziale vede una parziale parità, con Molfetta sugli scudi a subire in ricezione (53% di positività, contro i 78% di Milano) e Milano che chiude al tempo tecnico sul +2 (10-12); la Revivre continua in vantaggio con un ottimo Bencz, ma i padroni di casa recuperano il gap con una magia in primo tocco di Hierrezuelo (16-16). Nelle fasi finali chiude Molfetta con Torres e Sket (25-23). La storia cambia nel secondo parziale. Il vantaggio accumulato da Molfetta nelle prime battute del parziale, viene ripreso da Milano sul 9 con l’errore di Bossi in battuta. Subito però il ritmo del set cambia: Hierrezuelo si conferma l’anima della squadra (verrà premiato come MVP al termine della gara) e gestisce in maniera magistrale l’attacco molfettese, che arriva in vantaggio fino al set point, annullato da Bencz (7 punti in questo set, 70% in attacco). Capitan Del Vecchio in contrattacco (27-26) e Sket al servizio, chiudono il set ai vantaggi (28-26). Ultimo parziale senza storia. I padroni di casa allungano le distanze, con Sket autentico trascinatore della squadra, e chiudono sul 25-20 con l’errore al servizio di Dos Santos.

 

VIDEO CHECK

1° set: 9-9 (battuta Del Vecchio) Video check richiesto da Milano per Verifica Pestata. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Molfetta. 10-9

1° set: 10-9 (battuta Del Vecchio) Video check richiesto da Molfetta per Verifica Pestata. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Molfetta. 10-9

1° set: 22-20 (battuta Veres) Video check richiesto da Milano per Verifica In-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Milano. 22-21

1° set: 23-21 (attacco Bencz) Video check richiesto da Molfetta per Verifica In-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano. 23-22

3° set: 18-14 (muro Molfetta) Video check richiesto da Molfetta per Verifica Invasione. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano. 18-15

 

Raydel Hierrezuelo (Exprivia Neldiritto Molfetta): “Nell’ultimo periodo abbiamo migliorato molto la ricezione e con l’arrivo di Torres siamo molto più sicuri in attacco. Questo è fondamentale per una squadra come noi che doveva riprendersi e dopo Ravenna ci siamo ripresi alla grande. Per me è la prima volta in Italia ed è un’esperienza unica e importante. Questo pubblico è stupendo”

Marco Rizzo (Revivre Milano): “Sapevamo che la gara era difficile e questo campo lo conosco molto bene. Stiamo perdendo i set ai vantaggi e questo vuol dire che giochiamo bene ma ci manca la cattiveria nei finali di set. Faccio l’in bocca al lupo alla Exprivia e agli amici Fedelissimi”

 

 

Classifica

Energy T.I. Diatec Trentino 33, Modena Volley 33, Cucine Lube Banca Marche Treia 28, Sir Safety Perugia 27, Calzedonia Verona 25, CMC Ravenna 22, Top Volley Latina 21, Copra Piacenza 18, Exprivia Neldiritto Molfetta 16, Vero Volley Monza 9, Tonazzo Padova 7, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 7, Revivre Milano 6.

1 Incontro in meno: Altotevere Città di Castello-Sansepolcro

 

Prossimo turno

2a giornata di ritorno SuperLega UnipolSai

Sabato 17 gennaio 2015, ore 17.30

ModenaVolley – Tonazzo Padova Diretta RAI Sport 1

Sabato 17 gennaio 2015, ore 20.30

Copra Piacenza – Vero Volley Monza Diretta Lega Volley Channel

Domenica 18 gennaio 2015, ore 17.00

Energy T.I. Diatec Trentino – Sir Safety Perugia Diretta RAI Sport 1

Domenica 18 gennaio 2015, ore 18.00

Revivre Milano – Calzedonia Verona Diretta Lega Volley Channel

Altotevere Città di Castello-Sansepolcro – Exprivia Neldiritto Molfetta Diretta Lega Volley Channel

Top Volley Latina – CMC Ravenna Diretta Lega Volley Channel

 

Riposa: Cucine Lube Banca Marche Treia

 

 

Del Monte® Coppa Italia SuperLega

Epifania in campo per le magnifiche otto

 

Del Monte® Coppa Italia SuperLega – Quarti di Finale

Martedì 6 gennaio 2015, ore 17.30

A Perugia

Sir Safety Perugia (4) – (5) Calzedonia Verona Diretta RAI Sport 1

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

(Cesare-Bartolini)

Addetto al Video Check: Nampli Segnapunti: Tramba

Martedì 6 gennaio 2015, ore 18.00

A Trento

Energy T.I. Diatec Trentino (1) – (8) Copra Piacenza Diretta Lega Volley Channel

(Sampaolo-Braico)

Addetto al Video Check: Cristoforetti Segnapunti: Tomasi

A Modena

Modena Volley (2) – (7) CMC Ravenna Diretta Lega Volley Channel

(Puecher-La Micela)

Addetto al Video Check: Libardi Segnapunti: Mesiano

A Macerata

Cucine Lube Banca Marche Treia (3) – (6) Top Volley Latina Diretta Lega Volley Channel

(Saltalippi-Gnani)

Addetto al Video Check: Girolametti Segnapunti: Brunelli

 

Del Monte® Coppa Italia SuperLega – Final Four

PalaDozza – Bologna

Sabato 10 gennaio 2015, ore 16.00

1a Semifinale

Vincente (1a)/(8a) – Vincente (4a)/(5a) Diretta Rai Sport 1

Sabato 10 gennaio 2015, ore 18.30

2a Semifinale

Vincente (2a)/(7a) – (3a)/(6a) Diretta Rai Sport 1

Domenica 11 gennaio 2015, ore 17.00

Finale Del Monte® Coppa Italia SuperLega Diretta Rai Sport 1

 

Serie A2 UnipolSai

Chiusa la 1a di ritorno, Sora continua a guidare la carica

Martedì in campo per la Pool 6 dei Quarti Del Monte® Coppa Italia

 

1a giornata di ritorno Serie A2 UnipolSai

Risultati

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Sieco Service Ortona 2-3 (20-25, 25-23, 23-25, 27-25, 10-15); Domar Matera-Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 3-0 (25-18, 25-18, 25-19) Differita RAI Sport 2 (lunedì 5 gennaio ore 22.50); Cassa Rurale Cantù-B-Chem Potenza Picena 3-0 (25-21, 25-16, 25-22); Globo Banca Pop. Frusinate Sora-Aurispa Alessano 3-0 (25-17, 25-22, 30-28); Materdominivolley.it Castellana Grotte-Caffè Aiello Corigliano 0-3 (21-25, 22-25, 23-25); Conad Reggio Emilia-Centrale McDonald’s Brescia 2-3 (22-25, 26-24, 25-21, 22-25, 11-15)

 

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – SIECO SERVICE ORTONA 2-3 (20-25, 25-23, 23-25, 27-25, 10-15) – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Medic, Sintini 7, Cesarini (L), Marchiani, Vedovotto 14, Zanuto 19, Paoli 8, Gavotto 14, Presta 9. Non entrati Korniienko, Forni, Sardanelli, Feroleto. All. Monti. SIECO SERVICE ORTONA: Simoni 11, Guidone 3, De Paola 17, Michalovic 31, Cortina (L), Di Meo 12, Lanci 3, Moretti 1, Maiorana. Non entrati Matricardi, Cisolla, Orsini. All. Lanci. ARBITRI: Lot, Zanussi. NOTE – Spettatori 800, incasso 1600, durata set: 24′, 26′, 28′, 29′, 17′; tot: 124′.

 

DOMAR MATERA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 3-0 (25-18, 25-18, 25-19) – DOMAR MATERA: Pinelli 2, Cernic 9, Joventino Venceslau 11, Zamagni 11, Bortolozzo 6, Villena 10, Suglia (L). Non entrati Calitri, Sesto, Lapacciana, Lo Bianco, Da Silva Fazanha, Monteleone. All. Mastrangelo. MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Buzzelli 9, Marchisio (L), Festi 7, Leoni 3, Vitangeli, Ottaviani 5, Shavrak 10, Silva 2, Alborghetti 4. Non entrati Rossi, Di Felice. All. Tofoli. ARBITRI: Turtù, Puletti. NOTE – durata set: 22′, 22′, 22′; tot: 66′.

 

CASSA RURALE CANTÙ – B-CHEM POTENZA PICENA 3-0 (25-21, 25-16, 25-22) – CASSA RURALE CANTÙ: Monguzzi 5, Butti (L), Mercorio 12, Tamburo 12, Gerosa 1, Ippolito 12, Robbiati 10. Non entrati Bargi, Groppi, Rudi, Santangelo, Carminati, Gatti. All. Della Rosa. B-CHEM POTENZA PICENA: Polo 4, Alikaj 7, Partenio, Gemmi, Calistri (L), Moretti 3, Tartaglione 9, Casoli 18, Quarta 2. Non entrati Bonami, Miscio, Diamantini, Segoni. All. Graziosi. ARBITRI: Montanari, Bertolini. NOTE – durata set: 25′, 24′, 27′; tot: 76′.

 

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – AURISPA ALESSANO 3-0 (25-17, 25-22, 30-28) – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fiore, Marzola 1, Cacciatore 1, Santucci (L), Bacca 8, Paris 7, Fabroni, Salgado 10, Hirsch 24, Cittadino 5. Non entrati Corsetti, Gaudieri, Sperandio. All. Soli. AURISPA ALESSANO: Muccio 6, Schwagler 10, Parisi, Musardo, Bolla 8, Torsello 5, Nicolazzo, De Giovanni, Grassano, Armenakis 18, Mazza 1, Bisanti (L), Ancora (L). All. Medico. ARBITRI: Bellini, Valeriani. NOTE – Spettatori 870, durata set: 25′, 29′, 39′; tot: 93′.

 

MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE – CAFFÈ AIELLO CORIGLIANO 0-3 (21-25, 22-25, 23-25) – MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE: Morelli 19, Nero (L), Sorrenti 3, Bevilacqua 15, Primavera 6, Pedron 1, Spadavecchia 4, Giosa 2. Non entrati Marzo, Primavera, Latorre, Cirocco, De Serio. All. Fanizza. CAFFÈ AIELLO CORIGLIANO: Hrazdira 11, Calonico, Izzo 3, Taliani (L), Tomasello 7, Banderò 17, Mariano 4, Walker, Lavia, Menicali 10. Non entrati Casciaro, Colarusso. All. Ricci. ARBITRI: Longo, Zavater. NOTE – durata set: 25′, 26′, 28′; tot: 79′.

 

CONAD REGGIO EMILIA – CENTRALE MCDONALD’S BRESCIA 2-3 (22-25, 26-24, 25-21, 22-25, 11-15) – CONAD REGGIO EMILIA: Della Corte 18, Catellani (L), Di Franco 6, Bertoli 6, Guemart, Tiozzo 12, Tondo 9, Bucaioni 2, Kody 7, Giglioli 10, Allesch, Morgese. Non entrati Benaglia. All. Cantagalli. CENTRALE MCDONALD’S BRESCIA: Signorelli 13, Fondrieschi, Rodella 11, Crosatti, Bellini 16, Quartarone 2, Paoletti 30, Agnellini 6, Peli (L). Non entrati Maestrelli, Zanardini, Sorlini. All. Zambonardi. ARBITRI: Rossetti, Piubelli. NOTE – durata set: 24′, 28′, 25′, 25′, 15′; tot: 117′.

 

 

Classifica

Globo Banca Pop. Frusinate Sora 29, Caffè Aiello Corigliano 27, Sieco Service Ortona 26, Cassa Rurale Cantù 23, B-Chem Potenza Picena 22, Domar Matera 20, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 17, Materdominivolley.it Castellana Grotte 16, Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 11, Conad Reggio Emilia 10, Centrale McDonald’s Brescia 10, Aurispa Alessano 5.

 

Prossimo turno

2a giornata di ritorno Serie A2 UnipolSai

Domenica 11 gennaio 2015, ore 18.00

Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia

Sieco service Ortona – Cassa Rurale Cantù

Caffè Aiello Corigliano –Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Centrale McDonald’s Brescia – Materdominivolley.it Castellana Grotte

Aurispa Alessano – Conad Reggio Emilia

Mercoledì 14 gennaio 2015, ore 20.30

B-Chem Potenza Picena – Domar Matera

 

 

Del Monte® Coppa Italia Serie A2

La Pool 6 dei Quarti, Ortona è già a Chieti

 

Del Monte® Coppa Italia Serie A2 – Pool 6 (Quarti)

Martedì 6 gennaio 2015, ore 18.00

A Sora

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora (1) – (6) Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia

(Feriozzi-Montanari)

A Potenza Picena

B-Chem Potenza Picena (3) – (4) Cassa Rurale Cantù

(Zavater-Puletti)

Mercoledì 7 gennaio 2015, ore 20.30

A Corigliano

Caffè Aiello Corigliano (2) – (5) Domar Matera

(Pozzato-Florian)

 

Del Monte® Coppa Italia Serie A2 Final Four

PalaTricalle “Sandro Leombroni” – Chieti

Sabato 7 febbraio 2015

1a Semifinale

Sabato 7 febbraio 2015

2a Semifinale

Del Monte® Coppa Italia Serie A2 – Finale

PalaTricalle “Sandro Leombroni” – Chieti

Domenica 8 febbraio 2015, ore 18.00 Diretta RAI Sport 2

Vincente 1a Semifinale – Vincente 2a Semifinale

 

Tags