Foto Legavolley.it

Foto Legavolley.it

Con l’ultima gara del girone d’andata, sono definiti i piazzamenti per le migliori otto che martedì 6 gennaio si giocheranno ai Quarti di Finale in gara unica (giocata in casa delle prime quattro in classifica) i quattro posti per la Del Monte® Coppa Italia SuperLega Final Four, in programma sabato 10 e domenica 11 gennaio 2015 al PalaDozza di Bologna.

 

I Quarti sono qui di seguito ordinati come griglia: le vincenti delle prime due gare si incontreranno cioè in Semifinale, mentre le vincitrici dei due ultimi match comporranno l’altra partita in calendario sabato 10 gennaio a Bologna.

 

La partita Sir Safety Perugia – Calzedonia Verona sarà seguita in diretta dalle telecamere di RAI Sport 1.

 

Classifica

Energy T.I. Diatec Trentino 30, Modena Volley 30, Cucine Lube Banca Marche Treia 28, Sir Safety Perugia 27, Calzedonia Verona 22, Top Volley Latina 21, CMC Ravenna 19, Copra Piacenza 18, Exprivia Neldiritto Molfetta 13, Tonazzo Padova 7, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 7, Revivre Milano 6, Vero Volley Monza 3

 

1 incontro in meno: Tonazzo Padova, Vero Volley Monza

 

LA FORMULA

Le squadre classificate dal 1° all’8° posto al termine del girone di andata (28 dicembre) disputeranno i Quarti di Finale, sulla base del tabellone (vedi sotto), con una gara secca giocata in casa della squadra con miglior classifica (6 gennaio). Le quattro squadre vincitrici accederanno alla Final Four (10-11 gennaio) che a Bologna assegnerà la 37a Coppa Italia.

 

Del Monte® Coppa Italia SuperLega – Quarti di Finale

Martedì 6 gennaio 2014, ore 17.30

A Perugia

Sir Safety Perugia (4) – (5) Calzedonia Verona Diretta RAI Sport 1

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

Martedì 6 gennaio 2014, ore 18.00

A Trento

Energy T.I. Diatec Trentino (1) – (8) Copra Piacenza Diretta Lega Volley Channel

A Modena

Modena Volley (2) – (7) CMC Ravenna Diretta Lega Volley Channel

A Macerata

Cucine Lube Banca Marche Treia (3) – (6) Top Volley Latina Diretta Lega Volley Channel

 

Del Monte® Coppa Italia SuperLega – Final Four

PalaDozza – Bologna

Sabato 10 gennaio 2015, ore 16.00

1a Semifinale

Vincente (1a)/(8a) – Vincente (4a)/(5a) Diretta Rai Sport 1

Sabato 10 gennaio 2015, ore 18.30

2a Semifinale

Vincente (2a)/(7a) – (3a)/(6a) Diretta Rai Sport 1

Domenica 11 gennaio 2015, ore 17.00

Finale Del Monte® Coppa Italia SuperLega Diretta Rai Sport 1

 

 

 

 

SuperLega UnipolSai – 13a giornata di andata

Treia ferma Modena e Trento, che batte Piacenza, è prima del girone di andata. Vittorie per Perugia, contro Molfetta, Verona e Ravenna contro Altotevere e Milano. Domani si chiude l’ultima giornata di andata con il match Tonazzo Padova – Vero Volley Monza (ore 20.30 diretta RAI Sport 2)

 

Risultati 13a giornata di andata SuperLega UnipolSai

Sir Safety Perugia-Exprivia Neldiritto Molfetta 3-1 (23-25, 25-17, 25-20, 25-20); Cucine Lube Banca Marche Treia-Modena Volley 3-2 (25-19, 21-25, 23-25, 25-15, 15-10); Calzedonia Verona-Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 3-0 (25-22, 25-20, 25-19); Revivre Milano-CMC Ravenna 0-3 (24-26, 23-25, 16-25); Energy T.I. Diatec Trentino-Copra Piacenza 3-0 (25-17, 25-17, 27-25)

 

Tonazzo Padova-Vero Volley Monza – Non ancora disputata (29/12/2014 ore 20.30 Diretta RAI Sport 2)

 

Turno di riposo: Top Volley Latina

 

ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO – COPRA PIACENZA 3-0 (25-17, 25-17, 27-25) – ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Kaziyski 12, Birarelli 5, Zygadlo 1, Nemec 17, Giannelli, Lanza 16, Solé 4, Colaci (L), Fedrizzi. Non entrati Nelli, Thei, Mazzone, Burgsthaler. All. Stoytchev. COPRA PIACENZA: Alletti 9, Marra (L), Poey 14, Vermiglio, Papi 3, Ter Horst, Massari 6, Zlatanov 9, Ostapenko 7, Tencati, Rodrigues Tavares. Non entrati Page, Kohut. All. Radici. ARBITRI: Rapisarda, Sobrero. NOTE – Spettatori 2800, incasso 28000, durata set: 25′, 24′, 32′; tot: 81′.

 

L’Energy T.I. Diatec Trentino chiude il girone d’andata di SuperLega UnipolSai 2014/15 col botto: grazie all’ennesima vittoria al PalaTrento – la sesta in altrettante partite giocate in regular season –i gialloblù hanno infatti superato al fotofinish Modena vincendo il platonico titolo di inverno. Il successo per 3-0 sugli emiliani nel remake di tre recenti finali Scudetto consegna alla squadra di Stoytchev la prima posizione anche nella griglia dei Quarti di Finale di Del Monte Coppa Italia 2015; il 6 gennaio nei Quarti si rinnoverà la sfida proprio con gli emiliani, stasera dominati in lungo ed in largo per due set prima di mettere in atto uno spettacolare braccio di ferro nel finale di terzo parziale.

La squadra di Stoytchev ha dimostrato di non essere in testa alla classifica per caso, sciorinando un’altra prova efficace in tutti i fondamentali ed in particolare in attacco (53% di squadra con appena 4 errori); sugli scudi ancora una volta Martin Nemec, che oltre ad aver realizzato 17 punti con 4 ace ed il 57% in attacco si è aggiudicato per la quarta volta di fila il titolo di mvp. Assieme a lui, ottima la prova fornita anche da Lanza (16 punti col 58% e due muri), Colaci e Zygadlo, bravo a non dare punti di riferimento al muro ospite. Piacenza ha vissuto solo due fiammate, quella di inizio match (quando si era portata avanti 1-7) e a fine gara, risalendo la china sino a costringere ai vantaggi i padroni di casa grazie a Poey. Troppo poco, però, per sperare di ottenere una vittoria che al PalaTrento le manca dal 17 maggio 2009 (vittoria di gara 5 di finale Scudetto)

Spettatori Presenti: 2.814

 

Chiamate Video-Check

1° SET: 1-5 (attacco di Alletti) Video Check richiesto da Trento: per verifica invasione

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (1-5)

2° SET: 1-1 (servizio di Ostapenko) Video Check richiesto da Piacenza: per verifica in/out

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (2-1)

3° SET: 4-1 (attacco di Nemec) Video Check richiesto da Trento: per verifica in/out

Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Trento (5-1)

3° SET: 10-6 (attacco di Alletti) Video Check richiesto da Piacenza: per verifica in/out

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (11-6)

3° SET: 14-10 (servizio di Solé) Video Check richiesto da Trento: per verifica in/out

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (14-11)

3° SET: 18-16 (servizio di Zlatanov) Video Check richiesto da Trento: per verifica in/out

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (18-17)

 

Martin Nemec (ENERGY T.I. Diatec Trentino): “È un momento magico non solo per me ma per l’intera squadra. Siamo felicissimi di aver agguantato il primo posto in classifica proprio nell’ultima giornata del girone d’andata, lavoriamo tanto e questo è il nostro premio. Non so dire dove possiamo arrivare ma abbiamo tanta voglia di dimostrare di non essere in alto per caso. Stasera siamo stati bravi a non abbatterci dopo un avvio di gara difficile”.

Andrea Radici (allenatore Copra Piacenza): “Dobbiamo cercare i lati positivi di questa sconfitta; per buona parte del match siamo riusciti a tenere alto il nostro ritmo di gioco. Il fatto di aver avuto percentuali basse in attacco è più per meriti specifici di Trento che per demeriti nostri”.

 

CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA – MODENA VOLLEY 3-2 (25-19, 21-25, 23-25, 25-15, 15-10) – CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA: Henno (L), Parodi 15, Paparoni, Stankovic 9, Kovar 6, Sabbi 8, Monopoli, Kurek 17, Baranowicz 4, Podrascanin 16. Non entrati Bonacic, Shumov. All. Giuliani. MODENA VOLLEY: Mossa De Rezende 3, Sala 1, Petric 14, Boninfante, Casadei 1, Rossini (L), Ngapeth 13, Piano 4, Verhees 13, Kovacevic 1, Vettori 14. Non entrati Donadio, Ishikawa. All. Lorenzetti. ARBITRI: Santi, Pasquali. NOTE – Spettatori 2400, incasso 12000, durata set: 25′, 31′, 31′, 25′, 18′; tot: 130′.

 

E’ la Cucine Lube Banca Marche a trionfare nel big match dell’ultima di andata della SuperLega UnipolSai. I Campioni d’Italia fanno scendere Modena dal trono della classifica vincendo il primo dei tre tie break finora disputati in Campionato (25-19, 21-25, 23-25, 25-15, 15-10), e con una super prestazione a muro (16 vincenti, 7 per i gialloblu) riscattano le sconfitte delle ultime due giornate piazzandosi così al terzo posto nella griglia dei Quarti di Finale di Coppa Italia, dove se la dovrà vedere con Latina. Gli emiliani, invece, superati in graduatoria da Trento al rush finale, da secondi classificati il 6 gennaio giocheranno contro Ravenna.

Il parziale d’apertura è letteralmente dominato dai Campioni d’Italia, che propongono la coppia Parodi-Kurek in posto 4 (sulla sponda ospite ci sono Ngapeth e Petric), partono balbettando al servizio ma sfoderano un cambio palla preciso come un orologio svizzero: 65% di squadra contro il 48% dei modenesi. E soprattutto riescono a guadagnarsi col lavoro nel muro-difesa le rigiocate utili a scavare buon gap sin dall’avvio. Lube avanti 13-8 dopo il mani out di Parodi che sfrutta al massimo la difesa di Kurek, +4 che lo stesso martello piemontese (chiuderà il set con 5 punti, 100% in attacco, 1 ace e 80% in ricezione) conferma con l’ace del 22-18, arrivato dopo che l’ingresso di Casadei proprio sulla linea dei nove metri aveva portato Modena a -2 (16-18). Due errori degli emiliani, prima Ngapeth in attacco, poi il servizio di Boninfante, fissano il definitivo 25-19.

Il secondo set è decisamente più equilibrato, e vede Modena condurre con un break di vantaggio forte di un servizio più incisivo rispetto al set precedente, e di un attacco diventato molto più fluido (54% contro 50%) coinvolgendo anche il centro: 4 punti per Verhees, che ha il 100% sui primi tempi. Sul 15-17 il tecnico di casa Giuliani toglie Sabbi inserendo Kovar nel ruolo per lui inusuale di opposto: c’è la reazione dei marchigiani che, nonostante i tanti errori (10) risalgono dal – 3 fino al 19-20 con un gran contrattacco di Parodi, ma poi si arrendono 21-25.

Torna Sabbi sulla sponda di casa nel terzo set, ma resterà in campo per poco: la Cucine Lube Banca Marche trova una buona partenza col servizio di Kurek (2 ace, 6-3), ma poi si imbambola sul turno al servizio di Ngapeth, che consente a Petric (5 punti, 60%) di contrattaccare a raffica firmando un parziale di 4-0 ed il conseguente sorpasso sull’11-10. E’ qui che Giuliani gioca nuovamente la carta Kovar, murato da Petric alla prima azione (12-15) e poi impreciso nell’attacco che finisce out consegnando il 19-16 ad una Modena a dir poco strepitosa in difesa. Il muro vincente di Vettori che scrive il 21-18 sembra chiudere virtualmente il set, che invece si riapre dopo un contrattacco vincente di Kurek ed il successivo errore di Ngapeth. Parità a quota 22, e testa a testa finale che dura comunque poco: lo decide il muro di Verhees su Podrascanin, che fissa il 25-23.

Il quarto parziale è invece un monologo della squadra di Alberto Giuliani, che vola subito sull’8-4, raggiunge il massimo vantaggio sul 20-11 e chiude in scioltezza con il primo tempo di Podrascanin sul 25-15 (Kurek 5 punti con l’80% in attacco, Parodi 4 col 75%), vanificando tutte le mosse tentate da Lorenzetti per raddrizzare la situazione: dentro Kovacevic per Ngapeth, e subito dopo la diagonale d’attacco Boninfante-Casedei.

Nel tie break sale in cattedra il muro dei campioni d’Italia, prima Podrascanin mura Vettori e Ngapeth per il 7-5, subito Kurek (16 punti, 52% in attacco, 3 ace e 1 muro) ferma nuovamente il francese per il +3, quindi il quarto blocco consecutivo dei marchigiani a firma Baranowicz (su Vettori), che scrive il 9-5. Lorenzetti inserisce Sala per Piano e Kovacevic per Ngapeth, ma Podrascanin (16 punti, MVP con 7 muri) blocca anche l’attacco del connazionale (10-5), chiudendo la pratica con largo anticipo rispetto al previsto. Chiude Kovar sul 15-10.

 

Chiamate Video Check

2° SET:

10-12 (muro Petric) Video Check richiesto da: Treia per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (10-13).

17-19 (servizio Kovar) Video Check richiesto da: Treia per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (17-20).

17-20 (servizio Ngapeth) Video Check richiesto da: Modena per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (18-20).

21-23 (attacco Ngapeth) Video Check richiesto da: Modena per verifica in-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Modena (21-24).

3° SET:

18-21 (attacco Kovar) Video Check richiesto da: Modena per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (19-21).

5° SET

4-5 (servizio Bruno Rezende) Video Check richiesto da: Modena per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (5-5).

 

Alberto Giuliani (allenatore Cucine Lube Banca Marche Treia): “Sono soddisfatto e contento per i ragazzi, che anche con una formazione sperimentata poco, a causa degli esigui allenamenti, sono riusciti a ottenere questa vittoria: un successo che, dopo qualche sconfitta, era molto importante per noi. In casa esprimiamo sempre una pallavolo di buon livello, ripeto che questa è una vittoria dei ragazzi che mentalmente sono riusciti a trascinare il fisico. Volevamo chiudere bene questo 2014 e ci siamo riusciti”.

Angelo Lorenzetti (allenatore Modena Volley): “Il risultato di 3-2 in casa della Lube dopo che i nostri avversari venivano da due sconfitte in Campionato, dunque un po’ un leone ferito, era nella logica delle cose. I ragazzi mi sono piaciuti per larga parte dell’incontro, ma a metà del quarto set qualcosa non ha funzionato e non siamo riusciti a farlo funzionare sia dal punto di vista tecnico che ambientale. Abbiamo perso lucidità e abbiamo chiuso i colpi contro questo muro, una cosa che non puoi fare. Sicuramente aver perso il primo posto ci lascia insoddisfatti perché lo volevamo”.

 

SIR SAFETY PERUGIA – EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA 3-1 (23-25, 25-17, 25-20, 25-20) – SIR SAFETY PERUGIA: Buti 6, Fromm 16, Paolucci, De Cecco 4, Giovi (L), Tzioumakas, Beretta 6, Vujevic 6, Atanasijevic 27, Sunder, Maruotti. Non entrati Barone, Fanuli. All. Grbic. EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA: Candellaro 4, Sket 13, Del Vecchio 6, Spirito 2, Romiti (L), Bossi 9, Blagojevic 6, Hierrezuelo 4, Despaigne Jurquin, Torres 14. All. Di Pinto. ARBITRI: Satanassi, Goitre. NOTE – Spettatori 2800, durata set: 31′, 23′, 27′, 28′; tot: 109′.

 

Chiude il 2014 con una vittoria la Sir Safety Perugia che sconfigge dopo quattro combattuti set una coriacea Molfetta, reduce appena due giorni fa dalla vittoria con Treia. Gara in salita per i padroni di casa che sono andati sotto di un set e che hanno dovuto far ricorso agli attacchi dell’Mvp Atanasijevic (27 punti per l’opposto serbo), alle geometrie di De Cecco ed all’innesto di capitan Vujevic che, inserito da Grbic dalla metà della prima frazione, ha dato equilibrio e sicurezza ai compagni. Molfetta ha dimostrato di essere organico e formazione di ottima fattura con Di Pinto a dirigere dalla panchina e con due ottimi attaccanti di palla alta come Torres e Sket. Decisivo in un quarto set in equilibrio il break dei Block Devils sul 16-16 con Vujevic ed Atanasijevic che hanno propiziato l’allungo poi mantenuto fino alla fine. Da sottolineare ancora una volta la grande risposta del pubblico perugino che ha gremito sotto le feste il PalaEvangelisti facendo da bella cornice allo spettacolo in campo. La Sir si conferma dunque al quarto posto al termine del girone d’andata e pesca Verona nel quarto di finale di Coppa Italia in programma il 6 gennaio a Perugia.

MVP: Atanasijevic

 

Chiamate Video Check

1° SET: 6-7 (muro Molfetta) Video Check richiesto da: Perugia per verifica invasione Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Molfetta (6-8)

1° SET: 20-19 (attacco Fromm) Video Check richiesto da: Molfetta per verifica in out Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (21-19)

4° SET: 24-20 (battuta Fromm) Video Check richiesto da: Perugia per verifica in out Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Perugia (25-20)

 

Goran Vujevic (Sir Safety Perugia): “Era una partita particolare contro un avversario che aveva vinto con Treia e che ha qualità come si è visto stasera. È stato un match combattuto, siamo stati bravi a tirarci fuori dalle difficoltà e siamo riusciti a portare a casa tre punti non facili”.

Vincenzo Di Pinto (allenatore Exprivia Neldiritto Molfetta): “Ottimo il nostro primo set con un bel ritmo, pochi errori e qualità a muro. Nel secondo abbiamo palesato qualche difficoltà in cambio palla e la partita è cambiata con l’ingresso di Vujevic che ha dato equilibrio e sicurezza a Perugia. Poi nel terzo e quarto set non siamo stati bravi in alcuni frangenti, ma ce la siamo giocata bene su un campo difficile come questo”.

 

CALZEDONIA VERONA – ALTOTEVERE CITTà DI CASTELLO-SANSEPOLCRO 3-0 (25-22, 25-20, 25-19) – CALZEDONIA VERONA: Zingel 8, Coscione, Pesaresi (L), Gitto, Gasparini 12, Deroo 15, Bellei, Sander 13, Anzani 9. Non entrati Blasi, White, Centomo, Borgogno. All. Giani. ALTOTEVERE CITTà DI CASTELLO-SANSEPOLCRO: Corvetta 1, Dolfo 1, Kaszap 1, Tosi (L), Della Lunga 4, Aganits 7, Maric 10, Randazzo 12, Mazzone 5. Non entrati Franceschini, Teppan, Lensi, Daldello, Baroti. All. Montagnani. ARBITRI: Braico, Pol. NOTE – durata set: 25′, 24′, 26′; tot: 75′.

 

La Calzedonia Verona vince per 3 a 0 la sfida del PalaOlimpia contro l’Altotevere Città di Castello Sansepolcro in una partita che ha visto i gialloblù esprimersi ad alti livelli nei fondamentali di attacco e muro. Per la Calzedonia Verona si tratta di un successo importante che consente ai ragazzi guidati da Andrea Giani di chiudere il girone di andata a quota 22 punti, frutto di sette vittorie e cinque sconfitte; ora, l’incrocio dei quarti di Finale della Del Monte Coppa Italia prevede la sfida contro la Sir Safety Perugia, quarta in graduatoria.

Per Altotevere, invece, si tratta della decima sconfitta stagionale.

Giani manda in campo Coscione opposto, Gasparini opposto, Anzani e Zingel al centro, Sander e Deroo in banda con Pesaresi libero.

Montagnani risponde con Corvetta palleggiatore, Mario opposto, Mazzone e Aganits al centro, Della Lunga e Randazzo schiacciatori con Tosi libero.

Il primo set è combattuto per buona parte. La Calzedonia prova a scappare più volte nel punteggio ma Altotevere riesce quasi sempre con dei pronti contro break a recuperare nel punteggio. La Calzedonia scappa sull’8 a 5 ma gli ospiti tornano sotto con un ace di Della Lunga. Maric, al servizio, crea problemi alla ricezione di Verona ma il 61% in attacco dei gialloblù a fine set e i tre muri vincenti non lascia scampo ai ragazzi di Montagnani.

Nel secondo parziale, la Calzedonia Verona allunga in maniera decisa grazie ad una serie di attacchi perfetti di Deroo (88% nel parziale, 7 su 8) e quattro muri vincenti, due a testa per i propri centrali. Dal 15 a 12, Verona allunga in maniera decisiva anche grazie al turno al servizio particolarmente efficace del palleggiatore Coscione. Sul 20 a 14, il parziale è segnato. Chiude Gitto a muro sul 25 a 20.

Il terzo parziale e guidato dal primo all’ultimo punto dalla Calzedonia Verona. Gasparini e compagni allungano fino all’11 a 6 prima e sul 22 a 17. Altotevere si ferma al 30% in attacco, troppo poco per impensierire i padroni di casa. Si chiude sul 25 a 19.

MVP Deroo

 

Chiamate Video Check

1° SET

8-5 (attacco Maric) Video check richiesto da Altotevere per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato ad Altotevere. 8-6

17-15 (ace Zingel). Video check richiesto da Altotevere per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Verona. 18-15

2° set

1-1 (attacco Sander). Video check richiesto da Altotevere per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Verona 2-1

8-6 (attacco Zingel) Video chek richiesto da Verona per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato ad Altotevere.

3° set

12-7 (battuta Zingel) Video chek richiesto da Verona per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato ad Altotevere

21-17 (attacco Dolfo). Video chek richiesto da Altotevere per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata punto assegnato a Verona 22-17

 

Sam Deroo (Calzedonia Verona): “Secondo me siamo stati sopra in ogni fondamentale. Sono stati tre set controllati fino alla fine, avevamo sempre qualche punto di vantaggio e infatti non siamo mai arrivati in difficoltà. Questa è una bella prestazione di squadra, non di un singolo. Oggi abbiamo vinto assieme, sempre è così. Perugia? Partita che sarà molto preparata da tutte e due, la Coppa Italia è sempre importantissima. Secondo me sarà uno scontro molto teso”.

Goran Maric (Altotevere Città di Castello-Sansepolcro): “Siamo mancati in qualità. Verona punta in alto e si vede, gioca una bella pallavolo. Noi abbiamo tenuto per buona parte dei parziali, ma alla fine sono stati più incisivi in attacco e in contrattacco. Verona conferma un buono stato di forma”

 

REVIVRE MILANO – CMC RAVENNA 0-3 (24-26, 23-25, 16-25) – REVIVRE MILANO: Bencz 7, Bermudez, Kauliakamoa Jr 1, Patriarca 1, Rizzo (L), Mattera, De Togni 5, Dos Santos 5, Veres 17, Preti 2, Valsecchi 5. Non entrati Horstink, Cerbo. All. Maranesi. CMC RAVENNA: Mengozzi 8, Cavanna 1, Zappoli 11, Gabriele, Goi (L), Zanatta Buiatti 19, Cester 6, Bari (L), Mc Kibbin, Cebulj 15. Non entrati Ricci, Jeliazkov. All. Kantor. ARBITRI: La Micela, Cipolla. NOTE – Spettatori 1095, incasso 1695, durata set: 33′, 31′, 24′; tot: 88′.

 

Si chiude con una secca sconfitta interna il 2014 della Revivre Milano, battuta in tre set da una CMC Ravenna che conquista così il settimo posto nella griglia dei Quarti di Finale di Coppa Italia. Partita a inseguimento per la squadra di casa, sempre costretta a rincorrere gli avversari in tutti i parziali: nel primo set Milano risale dal 5-11 al 14-15 e nel concitato finale riesce a trovare la parità sul 23-23, ma ai vantaggi cede agli attacchi di Cebulj (votato MVP della gara). Nel secondo la Revivre prova ancora la rimonta dal 5-11 al 15-16 e annulla anche tre set point prima di arrendersi sul 23-25. Non c’è invece storia nel terzo set, in cui i ravennati (a riposo nel giorno di Santo Stefano) si confermano più freschi e dominano dall’inizio alla fine, mentre piove sul bagnato per la Revivre che vede uscire dal campo per infortunio Stefano Patriarca.

Per Milano fanno la differenza in negativo la prestazione inferiore agli standard in ricezione (solo 52% di positiva e 28% di perfetta) e la brutta serata di Milan Bencz, che si ferma a quota 7 punti non riuscendo a superare la quota dei 1000 nella massima serie. Ravenna trova invece un grande contributo da Renan, autore di 19 punti complessivi e 3 ace, e dal già citato Cebulj, 15 punti con il 58% in attacco.

Mvp: Cebulj. Pubblico: Spettatori 1095, incasso euro 1694,50.

 

Chiamate Video Check

1°SET

13-15 (attacco Zappoli). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Milano (14-15).

1°SET

14-17 (attacco Bencz). Video Check richiesto da Milano per verifica invasione. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Ravenna (14-18).

1°SET

22-23 (attacco Renan). Video Check richiesto da Ravenna per verifica invasione. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (23-23).

3°SET

13-17 (attacco Preti). Video Check richiesto da Milano per verifica invasione. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Ravenna (13-18).

3°SET

16-22 (servizio Renan). Video Check richiesto da Ravenna per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Ravenna (16-23).

 

Joe Kauliakamoa (Revivre Milano): “Avremmo potuto fare molto meglio, dobbiamo lavorare su diversi fondamentali, a partire dalla difesa. Stiamo ancora crescendo come squadra e sono sicuro che già dalla prossima partita faremo qualcosa di più. Non è facile affrontare una squadra come Ravenna, ma credo che possiamo imparare molto dalla partita di oggi”.

Stefano Mengozzi (CMC Ravenna): “Dopo le ultime uscite non esaltanti, siamo entrati in campo carichi e concentrati per finire l’anno nel migliore dei modi. Credo che l’aggressività in battuta, a muro e in difesa abbia fatto la differenza. Sono tre punti molto importanti in chiave Coppa Italia ma anche in prospettiva Play Off”.

 

Classifica

Energy T.I. Diatec Trentino 30, Modena Volley 30, Cucine Lube Banca Marche Treia 28, Sir Safety Perugia 27, Calzedonia Verona 22, Top Volley Latina 21, CMC Ravenna 19, Copra Piacenza 18, Exprivia Neldiritto Molfetta 13, Tonazzo Padova 7, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 7, Revivre Milano 6, Vero Volley Monza 3

 

1 incontro in meno: Tonazzo Padova, Vero Volley Monza

 

Prossimo turno

Posticipo 13a giornata di andata SuperLega UnipolSai

Lunedì 29 dicembre 2014, ore 20.30

Tonazzo Padova – Vero Volley Monza Diretta RAI Sport 2

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

 

1a giornata di ritorno SuperLega UnipolSai

Sabato 3 gennaio 2015, ore 17.30

Sir Safety Perugia – Modena Volley Diretta RAI Sport 1

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

Sabato 3 gennaio 2015, ore 20.30

CMC Ravenna – Copra Piacenza Diretta Lega Volley Channel

Calzedonia Verona – Cucine Lube Banca Marche Treia Diretta Lega Volley Channel

Exprivia Neldiritto Molfetta – Revivre Milano Diretta Lega Volley Channel

Tonazzo Padova – Energy T.I. Diatec Trentino Diretta Lega Volley Channel

Vero Volley Monza – Top Volley Latina Diretta Lega Volley Channel

 

Tags