Archive for category: FederVolley

  • Serie A2-M: il Club Italia chiude in bellezza la regular season, 3-0 a Tuscania

    FederVolley 24 gennaio 2018 00:16 no comments

    Si è chiusa nel migliore dei modi la regular season del Club Italia Crai maschile, vincitore nell’ultima giornata della Serie A2 UnipolSai 3-0 (26-24, 28-26, 27-25) sul campo della Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania. Contro una delle formazioni più forti del torneo i ragazzi di Monica Cresta hanno ancora una volta messo in mostra gli enormi progressi compiuti da inizio stagione. La vittoria contro Tuscania rappresenta, infatti, il terzo 3-0 consecutivo di Russo e compagni, capaci di chiudere la prima fase della Serie A2 al nono posto con 25 punti, frutto soprattutto di un bellissimo girone di ritorno.
    Grazie all’ottima serie di risultati gli azzurrini sono andati vicini ad evitare la poule salvezza, che invece li vedrà protagonisti. Nelle prossime settimane la squadra federale si giocherà quindi le proprie chances di restare in A2, obiettivo che dopo il girone di andata non era affatto scontato. Nel match serale il Club Italia ha confermato di attraversare un ottimo momento di forma, riuscendo a spuntarla sui più quotati avversari. Il 3-0 racconta solo in parte quella che è stata la partita, perché in ogni set c’è stata grande battaglia come dimostrano i parziali. Uno dei maggiori meriti dei ragazzi di Monica Cresta è stato quello di dimostrarsi concreti nei momenti caldi della gara e soprattutto la capacità di tirarsi fuori da situazioni complicate, rimontando svantaggi significativi.
    Nel Club Italia i migliori marcatori sono stati Diego Cantagalli e Davide Gardini, entrambi autori di 14 punti.
    Tabellino: Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania – Club Italia Crai 0-3 (24-26, 26-28, 25-27)
    Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania: Festi 6, Crò 3, Shavrak 13, Calonico 8, Mochalski 17, Seveglievich 9. Libero: Bonami. Buzzelli, Sorgente, Della Rosa, Cernic. N.e: Pedron. All. Montagnani.
    Club Italia Crai: Recine 8, Cortesia 7, Cantagalli 14, Gardini 14, Russo 6, Salsi 2. Libero: Federici. N.e: Stefani, Panciocco, Sperotto, Dal Corso, Rondoni, Ferri e Mosca. All. Cresta.
    Arbitri: Morgillo e Vecchione
    Durata Set: 31′, 34′, 32′.
    Tuscania: 6 a, 16 bs, 7 m, 30 et.
    Club Italia: 2 a, 9 bs, 11 m, 19 et.

     
  • Serie A2 Femminile: Il Club Italia CRAI passa al tie break sul campo di Baronissi

    FederVolley 23 gennaio 2018 21:36 no comments

    Come nel girone di andata finisce al tie break la sfida tra P2P Givova Baronissi e Club Italia CRAI, e come all’andata a imporsi è la squadra della Federazione Italiana Pallavolo, che sul campo della squadra campana centra il terzo successo consecutivo in Samsung Galaxy Volley Cup. Entusiasmante la rimonta delle azzurre, che dopo una partenza e salita vincono secondo e terzo set, ma soprattutto recuperano dal 10-7 nel parziale decisivo, chiuso sul punteggio di 12-15.
    Ottima la prova di squadra delle azzurre che, nonostante la serata non troppo positiva della ricezione (13 gli ace subiti) e i molti alti e bassi in attacco, trovano nello spirito di gruppo e nella voglia di lottare in difesa le armi decisive per la vittoria. Tra le protagoniste ci sono il capitano Marina Lubian, che mette a segno i due punti della vittoria, e Sylvia Nwakalor, autrice di 19 punti con il 44% in attacco. Determinante l’impatto di Rachele Morello, inizialmente in panchina ma entrata stabilmente in campo dal terzo set. Tra le ospiti la cubana Yaremis Mendaro Leyva è devastante al servizio (7 ace), ma non altrettanto in attacco; importante l’ingresso in corsa di Giorgia Quarchioni, che permette alla P2P di portare l’incontro al quinto set.
    Con questo successo il Club Italia sale a quota 25 punti in classifica, difendendo il decimo posto. Le azzurre saranno nuovamente in campo già martedì 16 gennaio alle 20.30 in casa della Sigel Marsala.
    La cronaca:
    Pubblico numeroso ed entusiasta al Palasemprefarmacia.it di Pellezzano. Il Club Italia presenta un’unica variazione rispetto al sestetto sceso in campo contro Perugia: in regia c’è Turco al posto di Morello. In posto 4 confermata Mangani in diagonale con Pietrini. La squadra di casa, che deve fare a meno del coach Castillo per motivi personali (in panchina il vice Cicatelli), recupera Moneta e lascia inizialmente in panchina il nuovo innesto Travaglini: le centrali sono Strobbe e Prestanti.
    Mangani si presenta subito con due ace (2-3), ma Prestanti risponde con altrettanti muri per il break del 5-3 e sul servizio della stessa centrale la P2P allunga fino al 9-5. Una battuta vincente di Mendaro Leyva consente a Baronissi di portarsi sul 12-6, e Bellano è costretto a giocarsi entrambi i time out; entra Omoruyi per Mangani, ma Moneta dilaga al servizio per il 16-7. Il Club Italia mostra segnali di risveglio nel finale di set, siglando il 18-11 con Pietrini e il 20-14 con Malual; Mendaro Leyva infila però altri tre ace consecutivi e mette a terra anche l’ultimo pallone per il 25-15.
    Per il secondo set resta in campo Omoruyi in diagonale con Pietrini. Stavolta è Baronissi a sbagliare molto in avvio, con 4 errori che agevolano il Club Italia per il 2-5 iniziale; le salernitane però accorciano le distanze sul 6-7 e pareggiano a quota 8. La squadra azzurra riprende subito quota sul servizio di Omoruyi (8-11) e mantiene il vantaggio sul 12-15; due attacchi vincenti di Nwakalor portano il punteggio sul 14-18. Il Club Italia evita tutti i tentativi di rimonta delle avversarie (17-20) e vola sul 18-23 grazie a una Omoruyi in grande spolvero. È poi Malual a procurarsi il set point che le azzurre trasformano con l’errore di Mendaro Leyva: 20-25 e parità nel conto dei set.
    Il terzo parziale si apre con un lungo punto a punto (4-3, 5-5); Baronissi prova a staccarsi sull’8-6, ma il Club Italia ribalta la situazione con l’ace di Pietrini e il muro di Lubian per l’11-12. Kijakova riporta subito avanti la P2P (14-12) che allunga fino al 17-13 sul servizio di Avenia. Morello entra per Turco ed è determinante per il controbreak del 17-17, siglato da tre punti consecutivi di Omoruyi; Baronissi prova a tamponare inserendo Ferrara, ma il Club Italia vola fino al 18-22 con Fahr, Pietrini e Nwakalor (1-9 il parziale). Le padrone di casa non demordono e si riportano sotto 22-23 con l’ace di Mendaro Leyva, ma dopo il time out Pietrini si procura due set point; al secondo tentativo è ancora la numero 7 azzurra a mettere giù il pallone del 23-25.
    Morello resta tra le titolari per il quarto set, mentre Baronissi sostituisce Kijakova con Quarchioni; proprio la nuova entrata firma l’ace del 3-1, e Prestanti la imita per il 5-2. Bellano ferma il gioco sull’8-4, ma la P2P allunga ancora e, aiutata da una serie di errori azzurri, si porta sul 13-6. Il Club Italia accorcia le distanze prima con Nwakalor (14-9) e poi con Lubian (15-11), ma la battuta di Mendaro Leyva fa scappare di nuovo le padrone di casa sul 18-11. L’ultimo tentativo di rimonta è firmato Pietrini (18-14), ma Avenia tiene saldamente avanti Baronissi sul 22-16, fino al muro vincente di Mendaro Leyva (25-19) che rimanda il verdetto al tie break.
    Nel set decisivo il servizio di Strobbe mette subito in difficoltà il Club Italia, regalando a Baronissi il break del 5-3; le azzurre limitano i danni e pareggiano con Omoruyi sul 6-6. A cavallo del cambio di campo Mendaro Leyva e Prestanti fanno scappare di nuovo le padrone di casa sul 10-7, malgrado il time out chiamato da Bellano; Nwakalor costruisce il nuovo aggancio e Lubian mura Mendaro Leyva per il sorpasso (10-11). Si arriva in assoluta parità sul 12-12: Nwakalor in attacco e Lubian a muro regalano due match point alle azzurre, che al primo tentativo mettono giù con la stessa Lubian la palla del 12-15 finale.
    Il commento:Marina Lubian (Club Italia CRAI): “Oggi spesso siamo state in difficoltà tecnicamente, ma il fisico ci ha dato una mano: spesso è stata la superiorità atletica a permetterci di venir fuori da qualche situazione complicata. Nei set persi non hanno girato bene la ricezione e il contrattacco, con tanti palloni facili sbagliati; siamo state brave però a rimettere in piedi la partita con grande grinta, soprattutto nel tie break”.
    P2P Givova Baronissi-Club Italia CRAI 2-3 (25-15, 20-25, 23-25, 25-19, 12-15)
    P2P Givova Baronissi: Baruffi ne, Ferrara, Travaglini ne, Avenia 3, Prestanti 13, Mendaro Leyva 24, Strobbe 7, Maggipinto (L), Kijakova 14, Pedone (L) ne, Vujko, Gagliardi ne, Moneta 14, Quarchioni 7. All. Cicatelli.Club Italia CRAI: Fucka ne, Malual 4, Morello, Lubian 9, Cortella, Pietrini 15, Omoruyi 13, De Bortoli (L), Tonello (L) ne, Turco 2, Fahr 5, Nwakalor 20, Mangani 2, Bulovic ne. All. Bellano.Arbitri: Noce e Moratti.Note: Spettatori 500 circa. Baronissi: battute vincenti 13, battute sbagliate 18, attacco 36%, ricezione 52%-35%, muri 11, errori 26. Club Italia: battute vincenti 6, battute sbagliate 16, attacco 41%, ricezione 38%-24%, muri 14, errori 35.
    Foto di Bruno Maffia per Polisportiva Due Principati Baronissi

     
  • Serie A2 Femminile: Il Club Italia CRAI suona la quinta contro Olbia

    FederVolley 23 gennaio 2018 19:05 no comments

    Quinta vittoria consecutiva in campionato e quota 30 punti agganciata: sabato da incorniciare per il Club Italia CRAI femminile, che nell’anticipo della quinta giornata di Samsung Galaxy Volley Cup Serie A2 sconfigge nettamente la Golem Olbia per 3-0. Nonostante il risultato, le ospiti danno qualche grattacapo alla squadra della Federazione Italiana Pallavolo soprattutto nel primo set, in cui rimontano clamorosamente dal 20-9 al 22-22 prima di arrendersi in volata sul 25-23; sempre condotti dalle azzurre, invece, i restanti due parziali.
    Il muro è ancora una volta l’arma vincente della squadra di Massimo Bellano, che mette a segno 13 punti nel fondamentale; 4 a testa per il capitano Marina Lubian e per Sylvia Nwakalor, quest’ultima protagonista anche in attacco con 16 punti. Buon ritmo in difesa per le azzurre e buona distribuzione di Rachele Morello, che coinvolge spesso e volentieri anche le centrali: Sarah Fahr chiude con 12 punti personali. Nelle file di Olbia, presentatasi a Milano in emergenza per l’assenza dell’ultim’ora di Muresan, le più efficaci sono Nikolett Soos (11 punti) e l’eterna Jenny Barazza.
    Con questa vittoria il Club Italia CRAI si porta provvisoriamente al nono posto in classifica, in attesa delle partite di domani. Le azzurre si concederanno ora due giorni di riposo prima di tornare in palestra in vista della prossima partita di campionato, in programma domenica 28 gennaio sul campo della Golden Tulip Volalto Caserta.
    La cronaca:
    Il Club Italia CRAI scioglie l’unico dubbio della vigilia schierando Mangani in posto 4 in diagonale con Pietrini; confermato per il resto il sestetto delle ultime partite. Problemi di formazione per Olbia, che all’ultimo minuto deve rinunciare anche a Muresan oltre all’infortunata Provaroni: in campo vanno la recuperata Spinello al palleggio, Soos come opposto, Bartolini e Barazza al centro, Uchiseto e Iannone in posto 4 e Barbagallo libero.
    In avvio di gara si scatena subito Nwakalor, che sigla tre punti consecutivi per il 4-1; sempre del numero 15 è la battuta vincente del 7-3 e sul 10-4, siglato ancora da Nwakalor, il coach di Olbia è costretto a fermare il gioco. Il vantaggio azzurro aumenta fino al 12-4 grazie al muro di Lubian, ma la Golem risponde con un controbreak di 0-4 sul servizio di Soos; ci pensa allora Mangani (tre punti di fila) a riportare in quota le padrone di casa sul 16-8. Entra Simoncini per Spinello, ma il Club Italia incrementa il bottino di punti con Fahr; Olbia però ci crede e dal 20-9, trascinata da Barazza, costruisce una grande rimonta fino al 21-18 sulla battuta della stessa Simoncini. Bellano si gioca i due time out ma non basta: un ace di Iannone corona la rincorsa sul 22-22. Nella volata finale però Pietrini si procura il set point e una “doppia” fischiata a Spinello vale il 25-23.
    Scampato il pericolo, il Club Italia riparte a spron battuto nel secondo set: subito 7-3 con i muri di Lubian e Nwakalor. La Golem ancora una volta rimonta e dal 9-5 vola direttamente al pareggio con Bartolini e Uchiseto, ma è immediata la reazione delle azzurre sul turno di battuta di Pietrini: 13-9. Il Club Italia piazza un altro break importante per il 18-10 con Lubian in battuta e Fahr a muro; Olbia prova l’ennesima sorpresa con l’ace di Murru (18-13), ma la squadra di Bellano stavolta non si lascia impensierire e allunga di nuovo per il 22-14 con i muri di Pietrini e Nwakalor. Ancora Nwakalor si procura il set point sul 24-18 e al terzo tentativo Pietrini trasforma mettendo fine al parziale.
    Olbia riparte per il terzo set con Simoncini in cabina di regia; sono ancora le azzurre a partire meglio (6-3), ma le isolane restano in scia e vanno al sorpasso sull’8-9 grazie a due errori avversari. Il punto a punto continua (11-10), con Fahr e Pietrini che costruiscono un piccolo break per il 13-11; le azzurre allungano sul 15-12 con Lubian e sul servizio di Pietrini arriva il 17-13 che costringe Giangrossi a fermare il gioco. Il Club Italia gestisce bene il vantaggio e firma con Mangani l’ace del 21-16; da qui le azzurre volano direttamente al match point conquistato da Fahr (24-16) e trasformato da Nwakalor per il definitivo 25-17.
    I commenti:Massimo Bellano (all. Club Italia CRAI): “Contrariamente al solito siamo partiti molto bene, poi siamo calati e abbiamo subito la rimonta di Olbia, che ha difeso e contrattaccato alla grande. Finito il primo set, però, non c’è stata più storia; abbiamo dato continuità anche alla difesa e credo che il 3-0 sia meritato. Fin qui siamo stati bravi a sfruttare un calendario abbastanza favorevole, ora arriveranno impegni più probanti e vedremo se la cifra del nostro gioco sarà salita al punto da mettere in difficoltà anche le squadre che ci stanno davanti”.Marina Lubian (Club Italia CRAI): “Siamo davvero molto contente, volevamo prenderci la rivincita su Olbia dopo la brutta gara d’andata ed era importante anche dare continuità ai nostri risultati. Abbiamo ancora troppi alti e bassi, in questo dobbiamo migliorare, ma credo che siamo cresciute molto nell’ordine a muro e in difesa. Sono fiduciosa per le prossime partite e spero che continueremo su questa scia”.
    Club Italia CRAI-Golem Olbia 3-0 (25-23, 25-20, 25-17)
    Club Italia CRAI: Fucka ne, Malual ne, Morello 1, Lubian 12, Cortella ne, Pietrini 13, Omoruyi ne, De Bortoli (L), Tonello (L), Turco ne, Fahr 12, Nwakalor 16, Mangani 6, Bulovic. All. Bellano.Golem Olbia: Simoncini 1, Iannone 5, Uchiseto 6, Spinello 1, Murru 1, Bartolini 2, Soos 11, Cecconello ne, Barbagallo (L), Caboni, Barazza 6. All. Giangrossi.Arbitri: Scarfò e Nicolazzo.Note: Spettatori 150 circa. Club Italia: battute vincenti 3, battute sbagliate 10, attacco 41%, ricezione 58%-37%, muri 13, errori 26. Olbia: battute vincenti 5, battute sbagliate 3, attacco 24%, ricezione 57%-37%, muri 9, errori 15.

     
  • La FIPAV su Instagram celebra il 2017

    FederVolley 23 gennaio 2018 18:36 no comments

    2.536.546 di “Mi piace” nel 2017, questi i risultati raggiunti dagli oltre 1000 post generati dall’account ufficiale Instagram della Federazione Italiana Pallavolo. La nostra pagina racconta attraverso le immagini più belle e curiose il meglio delle nazionali azzurre di volley, beach volley, sitting volley e dei progetti promossi dalla federazione. Un risultato importante frutto della fidelizzazione con gli utenti che la FIPAV ha costruito nel 2017.

    Per guardare tutti i nostri contunuti, unisciti a noi e ai quasi 100.000 appassionati di pallavolo e beach volley sulla pagina Instagram della Federazione Italiana Pallavolo

     
  • Online la nuova piattaforma da utilizzare per l’iscrizione al Registro CONI

    FederVolley 23 gennaio 2018 17:36 no comments

    Con decorrenza dal 2018 è operativa una nuova piattaforma da utilizzare per l’iscrizione al Registro CONI. A partire dall’ 8 gennaio il Legale Rappresentante di ogni singola associazione/società sportiva già iscritta al Registro e con almeno una affiliazione valida al 2017 deve provvedere ad accreditarsi sulla nuova piattaforma, registrando una nuova utenza mediante la compilazione del modulo online.
    Autenticazione al Portale
    Per accedere al sistema occorre collegarsi all’indirizzo internet https://rssd.coni.it/. Tramite un “click” del mouse sul link modulo per la registrazione online verrà presentata l’informativa sulla privacy.
    Il modulo richiede come primo elemento il Codice Fiscale della società sportiva. il sistema controllerà che il Codice Fiscale corrisponda a quello inserito dall’ organismo sportivo all’atto dell’iscrizione della società sportiva e verificato con l’Agenzia delle Entrate.
    Dopo aver introdotto il Codice Fiscale sarà possibile procedere con l’inserimento dei dati del legale rappresentante e i suoi recapiti. Sarà richiesto, inoltre, un indirizzo mail che verrà associato all’utenza della società sportiva ed al quale saranno inviate tutte le comunicazioni del CONI
    Terminato l’inserimento dei dati sarà possibile stampare la dichiarazione sostitutiva che conterrà i dati inseriti nel modulo online.
    La dichiarazione scaricata, firmata dal legale rappresentante, unitamente ad un documento di identità in corso di validità con firma leggibile del dichiarante, saranno inviati mediante piattaforma previa trasformazione in file unico in formato PDF.
    Le credenziali di accesso NOME UTENTE (USERNAME)/PASSWORD saranno inviate per posta elettronica all’indirizzo inserito nel modulo in fase di registrazione. La username per una società sportiva è sempre uguale al suo Codice Fiscale.
    Selezionando il link “clicca qui per accedere al sistema” si accede alla homepage della piattaforma dove dovranno essere inserire le credenziali di accesso.
    Dopo il primo accesso, il sistema richiederà di impostare una nuova password in modo da garantire l’assoluta riservatezza delle informazioni.
    Il sistema mostrerà l’area riservata al richiedente. Si potrà selezionare, tra le funzioni disponibili:
    SOCIETA’ permette di visualizzare tutti i dati ricevuti sulla società sportiva da parte dei vari organismi sportivi affilianti.
    RENDICONTO permette di caricare i dati relativi al rendiconto economico della società sportiva.
    RICEVUTE permette la gestione delle ricevute standard nonché di quelle ai sensi del DPR 917/86 art. 15 c. 1 lett i-quinquies e successivo Decreto di attuazione, relative alle spese sportive detraibili per i ragazzi di età compresa tra i 5 e 18 anni.
    STAMPE per gestire la stampa del Certificato di riconoscimento ai fini sportivi della società sportiva.
    PROFILO UTENTE per poter cambiare la password o l’indirizzo mail associata all’utenza.
    ESCI per chiudere la sessione.
    Completato l’iter inserendo tutti i dati richiesti dal sistema, l’associazione/società risulterà iscritta al Registro e potrà stampare, attraverso l’apposita funzione, l’attestato che certifica l’iscrizione.
    L’attestato di iscrizione sarà provvisto di un codice QR CODE che permetterà di verificare in tempo reale le informazioni relative al riconoscimento ai fini sportivi da parte del CONI.
    Maggiori informazioni sull’uso della piattaforma sono disponibili al seguente link http://www.coni.it/images/registro/cose_registro/Manuale_ASD_per_RSSD.PDF
    Cos’è il Registro
    Gli enti sportivi dilettantistici, costituiti e operanti ai sensi dell’art. 90, L. 289/2002, che intendono fruire dei vantaggi fiscali e delle semplificazioni contabili-amministrative proprie del mondo sportivo dilettantistico devono ottenere il “riconoscimento sportivo” da parte del CONI. Tale riconoscimento viene conseguito mediante l’iscrizione in un apposito elenco tenuto dal CONI, che ogni anno, deve trasmettere ai sensi della normativa vigente, al Ministero delle Finanze – Agenzia delle Entrate.
    Il Consiglio Nazionale del CONI (delibera 18.07.2017) ha approvato le nuove norme che regolano il funzionamento del Registro delle società e delle associazioni sportive dilettantistiche al fine di consentire al CONI di svolgere, con maggiore efficacia, il ruolo di ente certificatore, garantendo che solo le associazioni e società che svolgono attività sportiva dilettantistica possano usufruire dei benefici fiscali e previdenziali alle stesse riservati.

     
  • Serie A2 Femminile: Ancora un tie break vincente per il Club Italia CRAI

    FederVolley 23 gennaio 2018 01:06 no comments

    La lunga trasferta del Club Italia CRAI femminile si conclude con un’altra vittoria al tie break: dopo l’impresa di Baronissi, la squadra della Federazione Italiana Pallavolo si impone per 2-3 anche sul campo di una motivatissima Sigel Marsala. Il quarto successo consecutivo delle azzurre arriva al termine di un’altra partita ricca di alti e bassi: la squadra di Bellano paga le troppe difficoltà in ricezione nel primo e nel terzo set, ma domina il quarto (12-25) e decide il quinto in volata sul 12-12 grazie a due muri-punto di Pietrini.
    Prova di maturità per tutte le azzurre, che mantengono i nervi saldi anche su un campo difficile e davanti a un pubblico caldissimo: su tutte emergono Elena Pietrini (23 punti con il 45% in attacco e 3 ace) e Chiara De Bortoli, ma bene anche tutte le altre a cominciare da Linda Mangani, che entra in corsa al posto di Omoruyi e chiude con 12 punti personali. Battuta (7 ace) e muro (9 punti) le armi vincenti del Club Italia, mentre a Marsala non basta la generosa prestazione di Evangelia Merteki, top scorer delle sue con 19 punti.
    Il Club Italia CRAI sale a quota 27 in classifica, agganciando provvisoriamente Ravenna in attesa del completamento del terzo turno di ritorno. Sabato 20 gennaio le azzurre torneranno in campo al Centro Pavesi FIPAV contro la Golem Olbia.
    La cronaca:
    Per la seconda partita nel giro di poche ore c’è un solo cambio nel sestetto iniziale del Club Italia: Omoruyi tra le titolari in diagonale con Pietrini. Confermata anche la formazione di Marsala, che lascia in panchina la nuova arrivata Perry e presenta le tre attaccanti Ventura, Merteki e Rossini.
    Trascinata da un pubblico agguerrito e rumoroso, la squadra di casa parte bene con Merteki e Agostinetto (3-1) e sfrutta due errori azzurri per portarsi sul 7-4. Le azzurre recuperano dal 9-5 sul turno di battuta di Lubian (un ace) e tornano in parità, ma Facchinetti e Furlan costruiscono il nuovo break del 13-10 che spinge Bellano a fermare il gioco. Marsala riesce a gestire il vantaggio (16-13) e allunga fino al 18-14 grazie a un’invasione avversaria; sul 20-15 entra Mangani per Omoruyi, ma sono due muri di Nwakalor a riportare in scia il Club Italia (20-18). Facchinetti però indovina un turno di servizio micidiale per il 23-18 e Ventura si procura 4 set point: le azzurre ne annullano due, poi Fahr manda out la battuta del 25-22.
    Si riparte per il secondo set con Mangani tra le titolari: le azzurre scattano meglio dai blocchi (1-3) e Lubian allunga fino al 3-6, ma la Sigel ribalta il risultato con Merteki e Rossini per l’8-7. Il controbreak è firmato Mangani (8-10) e sul servizio di Nwakalor le ospiti scappano avanti 11-15; malgrado i tentativi di Rossini, il Club Italia gestisce bene il vantaggio e trova con Mangani anche il muro del 14-19. Finale tutto azzurro con Pietrini che mette a segno il muro del 16-22 e propizia anche il 17-24; tre errori cancellano altrettanti set point, ma ci pensa Nwakalor a chiudere per il 20-25.
    La squadra di casa reagisce in avvio di terzo set con Merteki, che firma l’ace del 4-2, e il muro vincente di Facchinetti (7-4) costringe Bellano al time out. Sul 9-5 entra Turco in regia, il Club Italia accorcia le distanze con Nwakalor (10-8) ma non riesce a completare la rimonta, anzi subisce il 14-10 ad opera della solita Merteki. Il coach azzurro ferma di nuovo il gioco sul 17-12, ma la Sigel resta saldamente in vantaggio (19-14) e allunga ulteriormente con Ventura per il 23-16; al Club Italia non basta uno strepitoso turno di battuta di Pietrini, che mette a segno tre ace per il 23-21, perché è Rossini a riportare avanti le siciliane.
    Rientra Morello tra le azzurre per il quarto set: il Club Italia parte bene con l’1-3 di Nwakalor e capitan Lubian firma attacco e muro del 3-6. Campisi ferma il gioco, ma Mangani allunga fino al 4-9, e una serie di scambi combattutissimi portano al 6-13 siglato da Fahr a muro. Pietrini si scatena per l’8-16, aiutata da due perfette alzate di De Bortoli; Marsala inserisce Gabbiadini e Perry, ma il Club Italia resta saldamente avanti con Mangani (11-20) e chiude senza problemi sul turno di battuta di Morello: è Fahr a mettere giù il punto del 12-25.
    Il tie break inizia con Perry confermata nelle file della Sigel. È sempre Merteki a portare le padrone di casa sul 2-0 e poi sul 3-1; Rossini allunga per il 6-3 e Bellano deve fermare il gioco, ma al rientro in campo la battuta di Lubian regala il sorpasso sul 6-7. Al cambio di campo le azzurre sono avanti, e l’altalena nel punteggio continua; Nwakalor e Pietrini provano a firmare la fuga del 10-12, ma Agostinetto pareggia subito. Sul 12-13 la battuta di Cortella e il muro di Pietrini regalano due match point alle azzurre, che mettono fine al match con un altro muro vincente della numero 7.
    I commenti:Sarah Fahr (Club Italia CRAI): “È stata un’altra partita con tanti alti e bassi: nel primo set abbiamo fatto esattamente il contrario di quello che avremmo voluto, ma per fortuna siamo riuscite a gestire la situazione, e anche la reazione dopo il terzo set è stata importante. Non è facile giocare davanti a un pubblico così caldo, siamo state brave a non farci innervosire e non lasciarci prendere dalla tensione: anche questo serve a crescere”.
    Sigel Marsala-Club Italia CRAI 2-3 (25-22, 20-25, 25-21, 12-25, 12-15)
    Sigel Marsala: Mucciola, Cazzetta (L) ne, Furlan 3, Rossini 13, Merteki 19, Marinelli (L), Agostinetto 4, Murri ne, Facchinetti 8, Ventura 10, Perry 2, Gabbiadini. All. Campisi.Club Italia CRAI: Fucka ne, Malual, Morello 2, Lubian 10, Cortella, Pietrini 23, Omoruyi, De Bortoli (L), Tonello (L) ne, Turco, Fahr 11, Nwakalor 18, Mangani 12, Bulovic ne. All. Bellano.Arbitri: Jacobacci e Traversa.Note: Spettatori 300 circa. Marsala: battute vincenti 3, battute sbagliate 15, attacco 39%, ricezione 53%-22%, muri 4, errori 32. Club Italia: battute vincenti 7, battute sbagliate 17, attacco 46%, ricezione 55%-13%, muri 9, errori 35.

     
  • Serie A2 Maschile: il Club Italia CRAI batte 3-0 Gioia del Colle

    FederVolley 23 gennaio 2018 00:45 no comments

    Un grande Club Italia CRAI ha battuto questa sera nell’anticipo della decima giornata di Serie A2 UnipolSai la Gioiella Micromik Gioia del Colle con un netto 3-0 (25-18, 26-24, 25-20) sotto gli occhi del CT della Nazionale Maschile Gianlorenzo Blengini. Successo meritatissimo, ottenuto grazie a una prova di livello durante la quale il gruppo allenato da Monica Cresta ha dimostrato una evidente superiorità rispetto a degli avversari che non sono mai riusciti a reagire e a trovare le giuste contromisure. Russo e compagni hanno così centrato la seconda vittoria consecutiva, la sesta in stagione, risultato che consente loro di raggiungere quota 22 punti in graduatoria.
    Il Club Italia è sceso in campo con il consueto schieramento: diagonale Salsi-Cantagalli, Recine e Gardini martelli, Russo e Cortesia centrali con Federici libero.
    Il primo set è stato davvero ben giocato e amministrato in ogni sua fase dai giovani ragazzi di Monica Cresta che hanno saputo incanalare da subito la partita come desideravano.
    Il secondo è stato invece più equilibrato, le due squadre si sono alternate al comando con i pugliesi che in più di un’occasione hanno dato la sensazione di poter agguantare la parità. Russo e compagni però hanno continuato a giocare una buona pallavolo, dimostrando freddezza e concretezza nei momenti caldi come quando, nel finale di parziale, hanno prima annullato un set ball per poi chiudere ai vantaggi la frazione portandosi sul 2-0.
    Nel terzo set l’andamento della gara non è cambiato con il Club Italia che ha continuato a giocare davvero bene conquistando meritatamente una bella e meritata vittoria.
    Top scorer del match Davide Gardini con 18 punti.
    Club Italia-Gioia del Colle 3-0 (25-18, 26-24, 25-20)
    Club Italia: Salsi 3, Cantagalli 9, Russo 7, Cortesia 11, Gardini 18, Recine 10, Federici (L). Sperotto. Ne: Stefani, Motzo, Panciocco, Dal Corso, Rondoni (L), Mosca All. Cresta
    Gioia del Colle: Joventino 7, Scopelliti 3, Cetrullo 12, Erati 10, Grassano 9, Marchiani 1, Casulli (L). Bernardi, Link 2, De Santis (L). Luppi, Ne: Anselmo, All. Spinelli
    Arbitri: Brancati, Somansino
    Durata set: 22′, 31′, 24′
    Club Italia: a 6 bs 10 mv 8 et 18
    Gioia del Colle: a 2 bs 10 mv 7 et 18

     
  • Il presidente federale Cattaneo alla consegna dei Marchi di Qualità alle società dell’Emilia Romagna

    FederVolley 23 gennaio 2018 00:25 no comments

    Il Presidente federale Pietro Bruno Cattaneo parteciperà alla consegna dei Marchi di Qualità alle società dell’Emilia Romagna. L’iniziativa, promossa dal CR Fipav Emilia Romagna, si svolgerà domani 13 gennaio dalle ore 10.30 a Bologna presso il Palazzo Coni in via Trattati Comunitari 7.