cevE’ stato effettuato nella tarda mattinata di oggi, a Lussemburgo, il sorteggio degli accoppiamenti del primo turno della CEV Volleyball Cup 2014-15, la seconda manifestazione europea per club. Ai nastri di partenza due squadre italiane: Prosecco Doc Imoco Conegliano e Igor Gorgonzola Novara, entrambe inserite nella parte bassa del tabellone.

Le pantere di Nicola Negro esordiranno nella competizione nei sedicesimi di finale, andata nei giorni tra 11 e 13 novembre, ritorno tra il 25 e il 27 novembre, avversarie le ucraine del Khimik Yuzhny di Odessa, squadra simbolo del volley ucraino e serbatoio della nazionale: da quattro stagioni è la dominatrice incontrastata del campionato ucraino, ha infatti vinto il titolo nella Superlega Ucraina nel 2011, 2012, 2013 e quest’anno e dal 2011 partecipa a livello internazionale alla Coppa Cev, in cui quest’anno è arrivata fino al Challenge Round, anticamera delle semifinali.
Punti di forza la centrale Trushkina e la schiacciatrice Kodola, MVP nel ruolo nel campionato ucraino. Nella stagione precedente eliminata dalla CEV, rientrò nella Challenge Cup e venne eliminata solo ai quarti di finale.
La vincente del turno affronterà negli ottavi la vincente della sfida tra le svizzere del Sagres Neuchatel e le slovene del Maribor, probabili poi i quarti di finale contro una delle favorite, le polacche del Sopot.
La prossima edizione della CEV Volleyball Cup si annuncia di altissimo livello: vi prenderanno parte, infatti, anche corazzate come Galatasaray Istanbul, Lokomotiv e Igtisadchi Baku, ovvero veri e propri top team continentali.
Detentrice del trofeo è il Fenerbahce Istanbul (TUR) allenato da Marcello Abbondanza, che nella finale della scorsa edizione si impose sulle russe dell’Uralotchka NTMK Ekaterinburg.

Non è stata certamente benevola l’urna della Cev, che questa mattina ha sorteggiato ufficialmente il tabellone per le coppe Cev e Challenge. La Igor, iscritta alla Cev Cup assieme all’altra formazione italiana della Imoco Conegliano, dovrà fare i conti subito al primo turno (sedicesimi di finale) con la più forte delle trentuno avversarie ovvero la corazzata russa della Dinamo Krasnodar.

Formazione che appena un anno fa ha trionfato in Challenge Cup e che annovera, tra le proprie fila, giocatrici di caratura mondiale. Dalla stella senza tempo Ljuba Sokolova (in Italia con le maglie di Bergamo e Jesi, bi-campione del Mondo e d’Europa con la Russia, due volte argento Olimpico e con ben 17 trofei all’attivo in carriera, solo con i club) alle brasiliane Fernanda Garay (campionessa Olimpica in carica e campionessa del Mondo per club nel 2012) e Fabiola (anche lei campionessa del Mondo per club nel 2012 e colonna portante da anni della nazionale verdeoro) fino alla cubana Rosir Calderon (bronzo alle Olimpiadi di Atene 2004) e alle altre nazionali russe Svetlana Kryuchkova (bi-campione del Mondo e campionessa d’Europa in carica con la sua nazionale), Ekaterina Krivets (in Italia con la maglia di Perugia) e Aleksandra Pasynkova (campionessa d’Europa in carica). L’andata si giocherà a Novara tra l’11 e il 13 novembre, il ritorno due settimane più tardi a Krasnodar. Sul sito www.cev.lu il tabellone completo della competizione.

Il tabellone prevede, per i turni successivi, l’abbinamento con la vincente tra le austriache del Klagenfurt e le finlandesi del Hameenlinna, poi il potenziale incrocio con il Lokomotiv Baku dell’ex capitana azzurra Valeria Rossa e delle stelle Arrighetti, Lloyd e Buijs. Stando al tabellone, invece, la Igor potrebbe incontrare solo in un’eventuale finale le altre “big” della competizione, ovvero il Galatasaray, Conegliano e Sopot (tra le cui fila milita l’ex azzurra Maja Tokarska).