(foto Elena Monticelli)

Alessandra Petrucci, classe 1983 per 184 cm, palleggiatrice in forza nella stagione appena conclusa alla Rebecchi Lupa Piacenza e con un passato in A2 tra Nocera Umbra e Santa Croce, ci racconta la sua esperienza nella massima serie.

  

  

MDV: Ciao Alessandra. Iniziamo dal tuo amore per il mare, hai una grande passione per il surf. Come riesci a conciliare Volley e Surf?
AP:
Bè, diciamo che mi arrangio…da settembre a maggio tutta pallavolo….ma da maggio a settembre…solo e unicamente surf. Cerco di fare il pieno magari anche con qualche vacanzina sull’oceano…

MDV: Nel tuo anno di esordio in A1 hai avuto un grave infortunio, quali sono ora le tue condizioni?

AP: Bè effettivamente non ho avuto molta fortuna, ma con un po’ di fisioterapia sembra che sia riuscita a contenere il problema senza operarmi …. adesso sto alla grande direi 😀

MDV: Piacenza non ce l’ha fatta a salvarsi, nonostante una buona rosa e un allenatore di esperienza come Caprara: cosa è mancato?

AP: A parer mio è mancata un po’ di esperienza in campo e abbiamo anche avuto un po’ di sfortuna sugli infortuni. E’ stato un peccato perchè nella seconda parte del campionato la squadra stava iniziando a girare bene….magari avessimo avuto qualche partita in più da giocare sarebbe andata diversamente…

MDV: Parecchie stelle del nostro campionato stanno emigrando all’estero. Come vedi tu questo fenomeno?

AP: Con sta crisi purtroppo si vede che le società estere offrono stipendi migliori, ovvio che c’è un’emigrazione delle giocatrici più forti! In Italia purtroppo gli sport che …”non sono il calcio” faticano a tirare avanti….

MDV: Legandomi alla domanda precedente, pensi che il prossimo sarà un campionato livellato verso il basso?

AP: Mah….vedendola in modo positivo magari il livello si abbasserà leggermente, ma forse molte italiane avranno più possibilità di stare in campo.

MDV: Di tutte le squadre che hai avuto occasione di vedere, qual è stata quella che ti ha impressionato maggiormente?

AP: Bè quest’anno direi che son rimasta stupita dai risultati che ha ottenuto Urbino…le ragazze hanno fatto davvero un gran campionato… 🙂
MDV: C’è una giocatrice in particolare per la quale vorresti palleggiare?

AP: Ovviamente Aguero…la più forte…

MDV: Una squadra alla quale non si può dire di no?

AP: Bergamo…sarebbe come dire di no alla Juventus… 🙂

MDV: Preferiresti essere primo palleggio in una squadra medio-piccola o secondo palleggio in una “grande” e poter lottare per altri obiettivi?

AP: Meglio in una squadra medio piccola e giocarsela…non è detto che i risultati non vengano fuori e in quel caso la soddisfazione è maggiore… 🙂

 

Ringrazio Alessandra per la disponibilità.

(di Marco Fittipaldi)

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 

You must be logged in to post a comment.