Abbiamo fatto qualche domanda a Caterina Fanzini, schiacciatrice della Norda Foppapedretti, classe 1985 per 186 cm.
Giocatrice di alto livello di sicuro avvenire e studentessa universitaria, ha appena concluso la sua prima stagione nella Foppapedretti Bergamo ed è stata schierata in campo con regolarità da Lorenzo Micelli.
Caterina, che ringraziamo tantissimo per la disponibilità, ha risposto così alle nostre domande:

MDV: ciao Caterina. Un anno a Bergamo. Una valutazione della tua stagione?
CF:Be,direi nettamente positiva!E’ stato il mio primo anno in A1 e non in una squadra qualunque..ma a BERGAMO!Diciamo che ritrovarsi in campo in una finale di Champion’s,in una finale di Coppa Italia..in un campionato così competitivo e di così alto livello di fianco alle “stelle” del volley non capita proprio tutti i giorni..Bello insomma =)
MDV:Posso solo immaginare cosa si provi a ricevere non una chiamata ma LA chiamata.Quando hai saputo che avresti giocato nella squadra più titolata d’Italia? e come hai reagito alla chiamata?
CF: Ci ho messo un pò a realizzare..ad assorbire la notizia. Fino a pochi giorni prima pensavo a Bergamo come ad una meta lontanissima..e invece..Credo di aver fatto un sorriso a mille denti!Oltre ad un pò di tachicardia!
MDV: Puoi provare a raccontarci cosa si prova quando si entra per la prima volta nello spogliatoio in una
nuova squadra, e ci si trova giocatrici del calibro di Piccinini, Lo Bianco e Del Core?
CF: Be,l’anno scorso abbiamo iniziato a ranghi ridotti in attesa dell’arrivo delle altre ragazze impegnate con la Nazionale. Quindi ho avuto modo di adattarmi all’ambiente.. Ad ottobre sono arrivate tutte in una volta e poi sono ripartite..mi sono integrata piano piano..anche perché sapevo che sarei andata ad inseririmi in un gruppo ben consolidato da tempo!All’inizio ero decisamente molto emozionata ma ho dato tempo al tempo ed ho scoperto delle persone davvero fantastiche!Sono felice di poter giocare ancora insieme a loro!
MDV:  A Bergamo ormai manca da qualche anno ed è atteso da tutti, ma tu avresti scambiato la champion’s league con lo scudetto?
CF: Domanda difficile..Dico di no perché è un titolo che ci siamo conquistate a fatica sul campo ed è comunque prestigioso, poi è la mia prima vittoria importante!I nsomma,siamo Campionesse d’Europa! E’ chiaro che uscire in semifinale play-off è stato un duro colpo per tutti,gli obiettivi erano ben diversi. Ma con i “se” e con i “ma” non si va avanti,quindi quest’anno ci rimboccheremo le maniche per uscirne vincenti!In bocca al lupo a noi insomma =)
MDV: Parliamo di mercato: Per come si sono messe le squadre in A1,secondo te chi si è mosso meglio, ovviamente escludendo Bergamo?
CF: Villa Cortese sicuramente, Pesaro..ma credo che anche Busto e la neo-promossa Carpi ci riserveranno delle belle sorprese.
MDV: Come si riesce a gestire la forma fisica e la preparazione tecnico-tattica vivendo praticamente su un pullman?
CF: Quello è compito dello staff tecnico e medico..devono trovare il giusto equilibrio tra partite,viaggi,allenamenti e recupero..non è facile in effetti. E poi chiaramente anche l’atleta stessa deve sapersi gestire. Ma è anche una questione di abitudine..per chi fa questa vita i ritmi sono più o meno sempre questi.
MDV: Durante l’anno avete incontrato diverse volte Villa Cortese. Cosa hai provato la prima volta che sei saltata  a muro su un attacco della Aguero?
CF: “Aiuto,ma è proprio lei??”No scherzo…sinceramente ho pensato”Adesso la muro!”..anche perché ero entrata in campo proprio per quello..il timore reverenziale non poteva avere spazio!Quando si entra in campo bisogna pensare solo a fare bene per far vincere la squadra…al resto ci si può pensare anche dopo!
MDV:  Vorremo uscire un pò dall’ambito della partita: ci racconti l’aneddoto più divertente o particolare accaduto durante una trasferta?
CF: Ce ne sono stati in effetti,ma non particolarmente significativi..forse quando siamo andati in Russia che Felix ha dovuto farsi un pezzo di frontiera a piedi con neve e freddo..c’era stato anche qualche piccolo malinteso con i voli..povero!
MDV: Ultima domanda: propositi ed obiettivi per la prossima stagione…
CF: Diciamo che il sogno dei sogni sarebbe quello di vincere tutto,ma andando in ordine sicuramente lo Scudetto è tra i primi obiettivi,anche perché è da qualche anno che manca.. A dicembre poi abbiamo anche il Mondialito in Quatar!Poi è chiaro che cercheremo di dare il meglio in ogni competizione..Non vedo l’ora di iniziare!

Tags

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 

You must be logged in to post a comment.