Celeste Poma, classe 1991, da diversi anni nell’orbita della prima squadra in A1,  l’anno prossimo vivrà la sua avventura da titolare come libero di una Riso Scotti Pavia che ha deciso di puntare sulle giovani.

Noi di Momenti di Volley l’abbiamo intervistata.

 

MDV:Ciao Celeste. Partiamo dalla fine. Ci fai un bilancio della stagione appena finita?

CP: Sicuramente la stagione è stata positiva, abbiamo centrato il nostro obiettivo, abbiamo battuto Busto e ci siamo arrese solo davanti a villa cortese.


MDV: Ora c’è un lungo periodo di stop. Hai in programma qualcosa per tenerti in forma?

CP: Ho fatto un camp di pallavolo e credo proprio che da questa settimana ripenderò a fare i pesi, Mauro Fresa mi deve dare il programma di lavoro estivo.

 

MDV: La scuola, gli allenamenti, le partite. Come riesci a conciliare tutto questo e soprattutto come fai a farlo bene?

CP: Con la scuola finalmente ho finito, ho fatto la maturità al liceo classico. devo dire che quest’ultimo anno è stato molto faticoso ma sono riuscita a gestire bene il tempo e per questo ho conciliato tutto.


MDV: La scuola: giocando a livelli così alti, presumo niente gite, niente cose organizzate con i compagni. Come vivi tutti questi sacrifici?

CP: No. Niente gite, niente uscite serali perché al sabato poi giocavo con la b2 e spesso avevamo trasferte lontane. Diciamo che i miei compagni, all’inizio, mi rimproveravano ma alla fine hanno capito che è una mia passione a cui non voglio rinunciare.


MDV: La prossima per te sarà una stagione molto importante. Promossa titolare. Come vivrai questi mesi? Con l’ansia o con la voglia che novembre arrivi il prima possibile?

CP: Diciamo con tutte e due! L’ansia c’è sicuramente, un pò di paura di non trovarmi all’altezza della situazione ma nello stesso tempo anche la voglia di iniziare una nuova avventura è molto stimolante!

 

MDV: Pavia ha deciso di puntare sulle giovani. Cosa ti aspetti dalla prossima stagione?

CP: Sicuramente sarà un modo per crescere per noi giovani. Ho fatto degli allenamenti con Mauro e devo dire che cura molto tutti gli aspetti, cura molto la tecnica. Lavorando sodo magari qualche soddisfazione ce la possiamo togliere!


MDV: Nel tuo ruolo ci sono ottime giocatrici, parecchie giovani e tutte brave, a partire da Merlo, continuando con Sirressi e Carocci, e finendo con De Gennaro. Vedendole giocare chi ti ha impressionato di più?

CP: Con Luna ho giocato fino all’anno passato e forse è quella da cui ho anche imparato di più. In ogni partita ci mette il cuore,è una ragazza molto grintosa.


MDV: Una squadra alla quale non potresti mai dire di no?

CP: Non so, per ora penso solo a pavia perché è la città in cui sono nata e cresciuta, ho tutti gli amici e i parenti, non riuscirei a pensarmi altrove in questo momento.


MDV:  A 13 anni già in prima squadra, miglior libero della Girl League negli ultimi due anni. La trafila delle nazionali giovanili. A quando la Nazionale A?

CP: Boh! Quando sarà il momento e se ne sarò in grado. Meglio non bruciare le tappe! Però sarebbe un grande sogno.


MDV: Un saluto per i lettori di momentidivolley?

CP: Un saluto a tutti i lettori e che dire: seguite la Riso Scotti!

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 

You must be logged in to post a comment.