rodriguesDopo l’annuncio tanto atteso di venerdì scorso relativo all’iscrizione al Campionato di Serie A1 Superlega, Piacenza si tuffa a capofitto nel volley mercato puntando immediatamente sulla creazione di una struttura solida e competitiva per la prossima stagione. La Società detentrice della Coppa Italia 2014 dà il via alla campagna acquisti partendo dal fulcro, da quello che sarà uno dei due registi della prossima stagione 2014/2015 con l’ingaggio, a contratto triennale, di una giovane promessa del volley: Miguel Tavares Rodrigues.
Nato in Portogallo il 2 marzo 1993, attualmente il regista di 191 cm è impegnato con la propria Nazionale nella World League e si sta mettendo in luce a fianco dei connazionali Alexandre Ferreira (schiacciatore in forze nella scorsa stagione a Trento) e Flavio Cruz Goncalves (ex biancorosso nella stagione 2006-2007).
Rodrigues muove i suoi primi passi nel club AD Marista e recentemente si sposta al SL Benfica con cui vince il quarto Scudetto del Club e lo scorso settembre, per la seconda volta consecutiva, la Supercoppa del Portogallo battendo per 3-2 (25:21, 21:25, 25:16, 13:25, 15:12) la squadra di Fonte Bastardo.
Il suo debutto in Nazionale avviene a Guadalajara in Spagna; la compagine portoghese al momento sta dominando la Pool E della World League con 12 punti (4 partite vinte e 2 perse).
Hugo Silva, coach della Nazionale portoghese recentemente ha definito Rodrigues “una risorsa per le qualificazioni europee; sono convinto che la World League sarà un momento molto importante per lui, perché avrà modo di crescere e ottenere il salto di cui ha bisogno”.
Per la prima volta in Italia Rodrigues è emozionato per questa nuova avventura alle porte: “Sono felice ed entusiasta di avere ottenuto questa opportunità e ringrazio Piacenza e i suoi dirigenti per avermi permesso di intraprendere un progetto così importante. Non vedo l’ora di poter essere a disposizione della squadra e di iniziare a lavorare; per me sarà una grande occasione di crescita e un grande onore poter lavorare fianco a fianco con campioni del calibro di Zlatanov, Papi e Tencati”.

E.U.