Hagglund Arriva dal New Jersey la palleggiatrice della Unendo Yamamay Busto Arsizio edizione 2015-2016: il suo nome è Jenna Hagglund, nata a New Brunswick il 28 maggio (buon compleanno!) del 1989, 177cm di altezza. Terminato brillantemente il percorso nel campionato delle università americane, la regista ha già alle spalle l’esperienza di alcune stagioni europee tra Austria, Francia, Germania e Polonia. E’ attualmente impegnata negli allenamenti con la nazionale guidata da coach Kiraly in vista del Grand Prix.

Gli inizi pallavolistici di Jenna Hagglund sono legati al campus della University of Washington, con cui disputa il campionato NCAA dal 2007 al 2010. Nel 2011-12 decide che è il momento di approdare nei campionati europei ed inizia da quelloaustriaco, vestendo la maglia dello Sport-Vereinigung Schwechat Post Volleyball, col quale vince lo scudetto.

Nel 2012-2013 passa alla Ligue A francese, con la squadra dell’Union de Groupements Sportifs Élite Nantes Volley Féminin ed inizia il suo percorso con la maglia della nazionale a stelle e strisce, con la quale vince la medaglia d’oro alla Coppa Panamericana e al campionato nordamericano e quella d’argento alla Grand Champions Cup.

Nella stagione 2013-14 gioca in Germania, nel Rote Raben Vilsbiburg con cui vince la coppa nazionale, per poi trasferirsi a stagione in corso in Polonia all’Impel Wroclaw, rivelandosi elemento fondamentale nell’ascesa che ha portato il team fino alle semifinali play-off.

Ora Jenna è pronta per l’esperienza italiana con la Unendo Yamamay Busto Arsizio. Ecco le prime sensazioni della 26enne americana: “Sono davvero felice di giocare per Busto Arsizio. Non vedo l’ora di una nuova grande avventura in Italia e sono sicura che questo sia il Club migliore per me. So che la società biancorossa ha una tradizione incredibilmente ricca nella pallavolo. Ho seguito questa squadra in tutta la mia carriera e vederla giocare in Polonia nella recente Final 4 di Champions League ha rafforzato ancora di più il mio desiderio di giocare per questo club. Ho sempre apprezzato ed amato la grinta e la passione delle squadre di Busto Arsizio. Credo che il campionato italiano sarà molto competitivo il prossimo anno, il livello di gioco sarà ancora più alto rispetto alle stagioni precedenti. Questo però non mi spaventa: è sempre stato uno dei miei obiettivi per giocare qui, e ora mi sento pronta per la UYBA e i suoi meravigliosi tifosi. Ora sono impegnata con la nazionale: lo considero un grande onore. Ogni giorno è una grande sfida per migliorare individualmente e come squadra”.

Tags