cameraSarà Letizia Camera la compagna di reparto di Joanna Wolosz nella Unendo Yamamay Busto Arsizio 2014/2015. La palleggiatrice piemontese, nata ad Acqui Terme il primo ottobre 1992 (175cm di altezza) e la regista polacca rappresentano una coppia di lusso per il nostro campionato, entrambe assolutamente in grado di giocare per raggiungere grandi traguardi: nonostante la giovane età anche Letizia Camera ha infatti già alle spalle esperienze importanti in serie A1, categoria nella quale ha raggiunto la finale scudetto nel 2012/13 con la Imoco Conegliano e disputato una stagione di alto livello nella sua ultima avventura con la maglia della Pomì Casalmaggiore. Letizia Camera, che ha iniziato la carriera da pallavolista a Novara, dove giocato dal 2007 al 2012 partendo dalle giovanili fino a guadagnarsi un posto stabile nel roster della prima squadra, vanta esperienze anche con la maglia azzurra della nazionale: con la prejuniores ha vinto il bronzo agli europei 2009, con la juniores nel 2010 ha conquistato l’oro europeo e nel 2011 ha raggiunto il primo posto ai mondiali; dal 2011 è entrata nel giro nella nazionale seniores, giocando alcune gare amichevoli e partecipando, nel 2012, al World Grand Prix.

Ecco le prime parole “in biancorosso” di Letizia Camera: “Pur essendo sotto contratto con Casalmaggiore, alcune situazioni mi avevano indotto a guardarmi un pò in giro e appena ho ricevuto la chiamata di Busto Arsizio non ho avuto dubbi: è una società che negli anni ha fatto grandi cose e che mette le giocatrici nelle condizioni migliori per lavorare, con uno staff tecnico di primissimo livello. Sono felice di ritrovare Giulia Pisani con la quale condivido un percorso comune in nazionale, ma non vedo l’ora di cononoscere anche tutte le altre nuove compagne: la campagna acquisti sta facendo nascere una squadra molto competitiva e per me che devo crescere questo è il massimo. Avremo tanto da lavorare insieme per cercare di fare bene anche in Champions, una competizione che dà ancora più blasone alla società e anche alla mia scelta professionale. Durante questa estate mi rilasserò certo, ma mi terrò in forma con un po’ di beach volley, e non solo: mi cimenterò come allenatrice in due camp estivi e mi diletterò con il tennis, uno sport che mi è sempre piaciuto e per il quale sto prendendo qualche lezione. Poi però la mia testa sarà solo per la UYBA“.

 

Ufficio Stampa UYBA – Giorgio Ferrario

Tags