(foto e fonte Fedrevolley.it) Roma. È iniziato con una grande festa l’atteso Campionato del Mondo di pallavolo maschile 2018. Nell’ineguagliabile scenario del Foro Italico di Roma gli 11170 spettatori presenti sugli spalti hanno trascinato gli azzurri alla vittoria contro il Giappone 3-0 (25-20, 25-21, 25-23).          
Uno spettacolo incredibile a cui hanno assistito: il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Giancarlo Giorgetti, il Presidente della Fipav Pietro Bruno Cattaneo, il Presidente del Coni Giovanni Malagò e tutti i vertici dello sport italiano.
Per gli azzurri si tratta di un successo molto importante perché, considerata la formula del torneo, in questa prima fase sarà fondamentale raccogliere il maggior numero di vittorie e punti. 
Come da pronostico la squadra nipponica si è confermata un’avversaria ostica, ma l’Italia è stata brava a non perdere la pazienza e a limitare il numero degli errori. Al termine di lunghe fasi combattute, Zaytsev e compagni sono riusciti sempre a trovare l’allungo decisivo.           
Il Foro Italico si è così confermato ancora una volta location fortunata per la nazionale tricolore: nel 2014 vittoria sulla Polonia 3-1 e nel 2015 sul Brasile 3-2.
Domani l’Italia si trasferirà a Firenze, sede della Pool A, dove scenderà campo giovedì 13 settembre contro il Belgio: ore 21.15, diretta su RaiDue.           
Come formazione iniziale Chicco Blengini si è affidato a Giannelli in palleggio, opposto Zaytsev, schiacciatori Lanza e Juantorena, centrali Mazzone e Anzani.    
L’inizio del primo set è stato equilibrato con le due squadre che si sono risposte colpo su colpo sino al (13-12). L’Italia ha avuto il merito di non perdere la pazienza, per poi spingere sull’acceleratore (6 punti Zaytsev) nella fase centrale (21-17). Preso il comando i ragazzi di Blengini non hanno più mollato la presa e hanno spento le resistenze del Giappone (25-20).     
Simile il copione della seconda frazione, Italia avanti e Giappone a distanza ravvicinata (8-6). Un Giannelli ispirato ha variato spesso il gioco, chiamando in causa tutti i compagni (16-13). La nazionale tricolore con autorità ha gestito il vantaggio guadagnato e si è imposta (25-21).
Nel terzo set la squadra nipponica ha provato a fare l’andatura (6-8), ma agli azzurri sono bastati pochi scambi per riguadagnare il comando (15-13). Il Giappone ha più volte cercato la rimonta (22-21), l’Italia però ha tenuto duro e l’ha spuntata (25-23), mandando in estasi gli oltre undicimila del Foro Italico.                    
NUMERI: 11170 spettatori (300 volontari e 250 organizzazione), incasso 269.471 euro.