Cristina Chirichella

Cristina Chirichella

ITALIA-ARGENTINA 3-0 (25-17 25-16 25-16)
ITALIA:  Lo Bianco 1, Costagrande 13, Chirichella 8, Centoni 16, Del Core 12, Arrighetti 3. Cardullo (L). Ferretti, Diouf 1, Folie 3, Bosetti C. 2.Non entrata:  Piccinini. All. Bonitta.
ARGENTINA:  Rodriguez 1, Sosa 7, Boscacci 4, Nizetich 12, Busquets 5, Castiglione 1. Gaido (L), Fernandez 5, Fresco, Curatola. Non entrate: Lazcano, Piccolo. All. Orduna.
ARBITRI: Kang (Kor) e El Kaboub (Alg)
Spettatori: 4500. Durata set:  24, 23, 23
Italia:  bs 10, a 8, mv 13, er 5.
Argentina: bs 7, a 0, mv 6, er 9.
Roma. L’Italia vince ancora e stacca con largo anticipo il biglietto per la seconda fase. Le azzurre di Marco Bonitta hanno riservato lo stesso trattamento anche all’Argentina superata con un netto 3-0 (25-17 25-16 25-16), al termine di un match in cui hanno dato dall’inizio alla fine la sensazione di poter disporre facilmente di una avversaria, che ha gettato in campo tutto quello che aveva, ma che era troppo poco per infastidire la squadra tricolore.
E’ stata una giornata importante soprattutto per Paola Cardullo che ha fatto il suo ritorno in campo in una manifestazione ufficiale. Il libero che fu elemento determinante nel successo iridato 2002, ha bruciato le tappe ed è tornata abile ed arruolata soltanto sei mesi dopo l’operazione al ginocchio subita  nel mese di marzo. La ragazza piemontese, ha fatto subito vedere la sua bravura in ricezione (75%) e in difesa, dimostrando di essere pronta anche per una manifestazione di altissimo livello come questo Mondiale, che continua a vedere le favorite vincere in scioltezza, ma che non lesina belle gare, come quella odierna tra Dominicana e Croazia, vinta dalle ragazze dei Caraibi soltanto al quinto.
Bonitta ha schierato la terza formazione in altrettante gare, confermando Costagrande protagonista del successo sulla Croazia, ma inserendola al posto della Piccinini. E schierando Cardullo libero, con De Gennaro (insieme a Signorile) in tribuna. Poi nel corso del match, in cui sono piaciute soprattutto centoni e Costagrande, ha schierato anche le giovani Raphaela Folie e Caterina Bosetti che si sono fatte trovare pronte.
Tre partite, tre vittorie e passaggio del turno acquisito. Domani è giorno di riposo. Sabato e domenica la squadra di Marco Bonitta è attesa da due gare complicate, decisive per il suo futuro, non solo in questa pool, ma anche per tutto il Mondiale contro Germania e Dominicana rispettivamente, attualmente distanziate dalle azzurre di due lunghezze.

(Federvolley.it)

Tags