Foto Italy2014.fivb.org

Foto Italy2014.fivb.org

ITALIA-DOMINICANA 2-3 (15-25 25-16 21-25 25-16 8-15)
ITALIA:  Lo Bianco 1, Piccinini 2, Chirichella 5, Diouf 14, Del Core 11, Arrighetti 9. De Gennaro (L). Bosetti C. 11, Ferretti 1, Centoni 15, Folie 2. Non entrata:  Cardullo, All. Bonitta.
DOMINICANA: Rivera 16, Arias 9, Marte 2, De La Cruz 27, Valdez 9, Mambru 12. Castillo (L). Binet, Martinez. Non entrate: Fersola, Angeles, Pena. All. Kwiek.
ARBITRI:  Al Rous (Uae) e Rodriguez (Esp).
Spettatori: 8640. Durata set:  26, 29, 29, 26
Italia:  bs 5, a 9, mv 7, er 17.
Dominicana: bs 8, a 4, mv  16, er 15.
Roma. Cade l’Italia davanti alla Repubblica Dominicana, ma la squadra di Marco Bonitta pur sconfitta per 3-2 (25-15 16-25 25-21 16-2515-8) conclude al primo posto la sua pool e quel che più conta entra nella seconda fase del torneo, portandosi dietro la dote di sette punti.
Le azzurre domani saluteranno la Capitale, che le ha accolte con affetto e le ha incitate con passione in tutte le giornate di gara, come dimostra l’ottima affluenza di pubblico (contro la Dominicana erano circa 8700 gli spettatori) per trasferirsi a Bari, dove giocheranno la seconda parte della rassegna iridata. L’Italia entra nella pool E (dove varranno i risultati degli scontri diretti tra le qualificate) con sette punti, uno in meno della Cina, uno in più della Dominicana, che pure non ha mai perso, e due in più del Giappone. Completano il lotto delle squadre in gara Croazia e Belgio, che hanno 3 punti, Germania e Azerbaijan che ne hanno due.
La partita con la Dominicana è stata piena di colpi di scena, giocata a ritmo alterno dalle due squadre.
L’Italia, che aveva lasciato Costagrande in tribuna per un piccolo problema fisico, ha trovato inizialmente grandi difficoltà in attacco ed ha perduto piuttosto nettamente il parziale. nel secondo in un momento in cui le azzurre erano in fase di rimonta, Antonella Del Core, ricadendo da un attacco rimaneva a terra accusando una distorsione (per fortuna leggera tanto da tornare in campo nel corso del match) alla caviglia destra. Bonitta si è trovato obbligato a schierare entrambi gli opposti, utilizzando Centoni anche in ricezione. Le azzurre anzichè abbattersi si compattavano e trascinate da pubblico e dalle difese di Bosetti e Lo Bianco chiudevano 25-16. Terzo set ancora di marca caraibica, quarto tutto italiano. il tie-break vedeva la scatenata De la Cruz (27 punti il suo bottino finale) guidare la Dominicana al successo.
Tra le ragazze italiane da segnalare l’eccellente prova di Caterina Bosetti, molto positiva in  ricezione, utile in attacco, preziosa a muro.
Il Mondiale azzurro proseguirà in Puglia, dove mercoledì 1 ottobre Piccinini e compagne affronteranno l’Azerbaijan. Poi il giorno seguente il Belgio, prima di una nuova sosta ed il finale della seconda fase contro Giappone e Cina.

Le dichiarazioni dei protagonisti:

BONITTA: “Sapevamo che l’inizio di partita sarebbe stato ostico, perché la Germania è una squadra molto determinata. Con il loro servizio ci hanno messo un po’ in difficoltà, mentre noi abbiamo commesso qualche errore di troppo in attacco. Dal secondo set in poi, però, la squadra ha reagito con personalità e qualità sia tecniche che tattiche. Alla fine penso che il 3-1 sia strameritato. Anche oggi chi è entrato in campo a partita in corso è stato determinante, possiamo dire che non finisco mai con la formazione che inizio. Questo lo valuto un fatto positivo, perché a tutti capita di avere dei momenti di difficoltà, mentre magari la partita prima sei stato decisivo. Adesso il nostro obiettivo è chiudere nel migliore dei modi contro la Repubblica Dominicana. Rispetto alla Germania è un’avversaria molto diversa che ha altre qualità, ma abbiamo tutti i mezzi per fare bene.”

DIOUF: “Giocare davanti a un pubblico così numeroso e fantastico non mi era mai capitato, soprattutto considerando anche l’importanza della partita. Dal punto di vista della pressione è stato davvero un test importante per me. Quando sono entrata ero molto carica, i nostri tifosi ci hanno trasmesso un’energia positiva. Come sapevamo la Germania non era un’avversaria semplice, sono partite forti come al solito, ma noi non ci siamo abbattute e con tenacia abbiamo subito risposto. Anche domani contro la Rep.Dominicana dovremo mantenere lo stesso ritmo, anche se siamo già qualificate il nostro obiettivo è ottenere più punti possibili.”

DE GENNARO: “Rispetto alla gare precedenti tutte noi eravamo consce che la Germania fosse un’avversaria più pericolosa e così si è dimostrata. Nel primo set abbiamo pagato a caro prezzo la tensione, poi ci siamo sciolte e la partita è filata liscia con tranquillità. Anche domani dovremo ripeterci, perché vogliamo far proseguire questo bel momento. Stasera il pubblico è stato speciale e io sono davvero felice perché oltre a tanta gente c’erano anche i miei tifosi di Conegliano e alcune delle società in cui ho mosso i primi passi, oltre alla mia famiglia. È stato bello che si siano potuti godere questa vittoria dal vivo.”

LA QUARTA GIORNATA – 27 settembre Pool A (Roma): Tunisia – Croazia 1-3, Dominicana – Argentina 3-1, Italia – Germania 3-1. Pool B (Trieste): Bulgaria – Camerun 3-0, Serbia – Canada 3-1, Brasile – Turchia 3-2. Pool C (Verona): Messico – Kazakhistan 0-3, Russia – Olanda 3-1, Stati Uniti – Thailandia 3-0. Pool D (Bari): Azerbaijan – Belgio 0-3, Giappone – Porto Rico 3-0, Cina – Cuba 3-0.

CLASSIFICHE – Pool A (Roma): Italia 12, Rep.Dominicana 10, Germania e Croazia 7, Argentina e Tunisia 0; Pool B (Trieste): Russia e Stati Uniti 12, Olanda 6, Kazakhistan e Thailandia 3, Messico 0; Pool C (Verona): Russia e Stati Uniti 12, Olanda 6, Thailandia e Kazakhistan 3, Messico 0; Pool D (Bari): Cina 12, Giappone 10, Belgio 6, Azerbaijan e Portorico 4, Cuba 0.

CALENDARIO DI DOMENICA 28 settembre – Pool A (Roma): ore 10.30 Tunisia – Argentina, ore 17 Croazia – Germania, ore 20 Italia – Dominicana. Pool B (Trieste): ore 10.30 Camerun – Turchia, ore 17 Bulgaria – Canada, ore 20 Brasile – Serbia. Pool C (Verona): ore 10.30 Messico – Olanda, ore 17 Kazakhistan – Thailandia, ore 20 Stati Uniti – Russia. Pool D (Bari): ore 10.30 Azerbaijan – Cuba, ore 17 Giappone – Cina, ore 20 Belgio – Porto Rico.

PROGRAMMA TV DELLE AZZURRE: 28 settembre ore 20 Italia – Rep.Dominicana diretta RaiSport 1.

PALINSESTO TV DI DOMENICA –  28 settembre: ore 10.30 Tunisia – Argentina diretta RaiSport 1; ore 17 Croazia – Germania diretta RaiSport 1; ore 23 Stati Uniti – Russia differita RaiSport 1.

Fonte www.federvolley.it

Tags