nazionaleSaitama. Le azzurre dimostrano di saper lottare e soffrire e portano a casa una vittoria al tie-break sul Giappone doppiamente importante. Un successo meritato, che poteva essere ottenuto in maniera più larga, ma che è arrivato soltanto al quinto set e per giunta in rimonta, dopo che Arrighetti e compagne si sono trovate in svantaggio 2-1, contro una avversaria come sempre combattiva oltre misura.
Una gara divertente da vedere, ma davvero vietata ai deboli di cuore. Le azzurre hanno letteralmente dominato il primo set, poi nel secondo hanno subito allungato. ma il netto vantaggio che avevano costruito (12-6) non è servito a frenare l’orgoglio delle ragazze asiatiche. Le azzurre hanno retto il confronto sino al 23-20, ma non hanno sfruttato il contrattacco del 24-20 ed hanno finito con il subire il pareggio. Nel terzo hanno subito il contraccolpo hanno accusato un netto svantaggio (18-12), ma con grinta hanno recuperato sino ad avere due chance per chiudere, ma hanno ceduto ancora 27-25. Da questo momento in poi la gara è divenuta un’autentica battaglia, il punteggio è rimasto sempre in bilico sino al 26-24 del quarto ed al vincente 15-12.
Bonitta ha iniziato sempre con la stessa formazione, ma poi ha fatto ampio ricorso alla panchina, trovando in Arrighetti e Diouf due elementi determinanti per la arrivare alla vittoria. Un successo importante che ha molte firma, ma soprattutto una affermazione di squadra.
Domani mattina alle 08.10 italiane (diretta su Gazzetta Tv), la sfida egualmente importante con la Cina, che oggi ha battuto la Dominicana 3-0.
GIAPPONE-ITALIA 2-3 (15-25 25-23 27-25 24-26 12-15)
GIAPPONE:  Kotoh, Kimura 4, Shimamura 9, Nagaoka, Koga 28, Otake 2. Zayasu (L). Ishii, Miyashita 1, Miyabe 18, Yamaguchi 10, Nabeya 1. Non entrate: Sato (L), Sakoda, All. Manabe.
ITALIA: Malinov 6, Bosetti L. 19, Chirichella 15, Sorokaite 9, Gennari 16, Guiggi 3, De Gennaro (L), Arrighetti 8, Diouf 10, Bosetti C.. Non entrate:  Sylla, Tirozzi, Sansonna (L), Orro. All. Bonitta.
ARBITRI: Episcalki (Bra) e Kang (Kor).
Spettatori: 4600 Durata set: 23, 34 31 33 17
Giappone: bs 11, a 4, mv 7, er 17.
Italia: bs 12, a 6, mv 21, er 18.

 

Tags