nazionaleSassari. Nella terza giornata del World Grand Prix 2014 la nazionale italiana ha superato la Cina 3-2 (25-18, 18-25, 25-22, 18-25, 15-10) al termine di una gara intensa e molto emozionante. Bene le azzurre nel primo set, nel secondo invece è stata la Cina a comandare. Spettacolare il terzo set, nel quale le ragazze di Bonitta hanno operato una grande rimonta. A favore delle asiatiche il quarto parziale, mentre nel tie-break l’Italia ha dettato legge. Ottima la prestazione di Nadia Centoni, autrice di 23 punti e top scorer della gara, molto positivo l’apporto di Cristina Chirichella: 6 muri sui 18 totali. Nota di merito anche per Monica De Gennaro determinante in molte azioni con le sue difese. Grazie al successo le azzurre chiudono così il primo week end con 5 punti, questa la classifica finale della Pool C: Brasile 9, Italia 5, Cina 4, Rep. Dominicana 0.

Come formazione di partenza il ct Bonitta ha schierato Ferretti in palleggio, opposto Centoni, schiacciatrici Del Core e Piccinini, centrali Arrighetti e Chirichella, libero De Gennaro.

L’inizio è all’insegna dell’equilibrio, con in evidenza Centoni da una parte e Zhu dall’altra. Le due formazioni rimangono a contatto fino al secondo time-out tecnico, quando l’Italia cambia marcia e con una Ferretti ispirata prende il largo. La regista azzurra attiva alle perfezione le attaccanti italiane, mentre la Cina commette troppi e si arrende (25-18)

Completamente diverso il secondo set, nel quale l’Italia accusa un calo in ricezione e non riesce a sviluppare il proprio gioco. Al contrario la Cina sale di colpi in attacco e stacca nettamente Piccini e compagne. Bonitta opera diversi cambi ma le azzurre, nonostante l’ottimo rendimento di Centoni (8 p.), non riescono a recuperare (18-25).

L’avvio del terzo parziale conferma il momento positivo della Cina e allora il ct azzurro inserisce subito Signorile per Ferretti e Fiorin per Piccinini. L’Italia soffre, ma con la difesa e una grande Centoni riesce a non far prendere troppo vantaggio alle avversarie. Gli sforzi pagano perché sotto 17-20, le azzurre sfruttano al meglio i recuperi di De Gennaro e sempre spinte dall’opposto toscano, insieme a Chirichella e Del Core, piazzano un lungo break che ribalta la situazione 23-20. Sostenute dal pubblico sardo e con tutta l’inezia dalla propria parte, le ragazze di Bonitta completano l’opera (25-22).

La rimonta subita non scoraggia la Cina che al rientro in campo parte subito lanciata. Il gap cresce con il passare del gioco e questa volta l’Italia non ha la forza per capovolgere le sorti del set ed è costretta a cedere.

Con Diouf al posto di Centoni (fuori in via precauzionale per tendinite) e Caterina Bosetti per Piccinini, l’Italia si scuote nel tie-break e prova a piazzare la fuga. Le cinesi tentano in tutti i modi di rimanere aggrappate, ma alla fine vengono superate

Conclusa la prima tappa, domani verso l’ora di pranzo l’Italia partirà alla volta di Roma e poi in serata s’imbarcherà per Honk Kong facendo scalo a Parigi. Nel prossimo week end (Pool F, 8-10 agosto) le azzurre saranno impegnate con Giappone (venerdì, ore 12.30), Thailandia (sabato, ore 7.15) e Cina ( domenica, ore 9.45).

Tabellino: ITALIA – CINA 3-2 (25-18, 18-25, 25-22, 18-25, 15-10)

ITALIA: Piccinini 7, Chirichella 12, Centoni 23, Del Core 14, Arrighetti 10, Ferretti. Libero: De Gennaro. Signorile 1, Diouf 7, Fiorin 1, C.Bosetti 2. N.e: Merlo e Folie. All. Bonitta

CINA: Xu 13, Wang N. 6, Zhu 15, Zeng 15, Yang J. 1, Hui 14. Libero: Shan. Yuan 13, Yang F. 3, Wei 1, Wang H.. N.e: Chen,  Liu, Yang Z. All. Lang Ping

Arbitri: Gaupp (Fra) e Goren (Isr)

Spettatori:  3800. Durata Set: 24’, 25’, 29’, 26’, 16’

ITALIA:  3 a, 15 bs,   18 m,  19 e

CINA:  8 a, 7 bs,  11 m, 24 e