foto FIVB.otg

foto FIVB.otg

La World League 2014 viene vinta per la seconda volta dagli Stati Uniti  che s’impongono 3-1 sul Brasile di Bernardinho (il primo successo risale al 2008 sempre contro i verdeoro a Rio de Janeiro).

Il match parte subito forte con le due squadre che si affrontano a viso aperto e arrivano sul 23-23 nel primo set; si va ai vantaggi e il Brasile perde quattro set point, per gli Stati Uniti chiude Lee al terzo tentativo con un muro.
Secondo set che parte sempre in equilibrio fino al 13-13, poi Lucarelli, Wallace e Lucas portano i verdeoro avanti; il set si chiuderà 25-21 in favore della squadra brasiliana.

Terzo set che vede giocare meglio gli USA grazie agli schiacciatori Sander e Anderson e al centrale David Lee sempre presente a muro; un Brasile molto falloso non riesce a riprendere in mano le redini del gioco e permette agli avversari di portarsi avanti sul 2-1 (25-20 terzo set).

Nel quarto set la squadra di Bruninho prova a scappar via appoggiandosi a  Lucarelli e Wallace, ma gli Stati Uniti non ci stanno e grazie ad un’ottima regia del giovane Christenson, agli attacchi dei soliti Sander e Anderson e ai muri di Lee si rifanno sotto impattando fino al 23-23.
Chiudono il match e la competizione un muro di Lee e un attacco di Anderson.

Top scorer del match Taylor Sanfer con 24 punti, seguito a 23 da Matt Anderson. Per il Brasile il miglio marcatore è stato Wallace con 16 punti.
Cliccate qui per il tabellino completo del match.

Questi i premi individuali per il miglior sestetto della World League 2014:

foto FIVB.org

foto FIVB.org

•    1° miglior schiacciatore: Taylor Sander (USA)
•    2° miglior schiacciatore: Lucarelli (Brazil)
•    1° miglior centrale: David Lee (USA)
•    2° miglior centrale: Lucas (Brazil)
•    miglior libero: Salvatore Rossini (Italy)
•    miglior palleggiatore: Mir Saeid Marouflakrani (Iran)
•    miglior opposto Spiker: Wallace (Brazil)
•    MVP: Taylor Sander (USA)

 

 
World League 2014 Classifica Finale

1) USA
2) Brazil
3) Italy
4) Iran
5) Russia
6) Serbia
7) Bulgaria
7) Poland
9) Australia
10) France
11) Belgium
12) Netherlands
13) Argentina
13) Canada
13) Portugal
16) Czech Republic
16) Finland
16) Germany
19) Japan
19) Korea
21) Cuba
22) Turkey
23) China
24) Slovakia
25) Mexico
25) Spain
27) Puerto Rico
27) Tunisia

 

articolo di E. Monticelli