nazionale(Fonte Federvolley.it) Adelaide. Seconda vittoria per l’Italia contro l’Australia – 3-1 (25-20, 25-21, 23-25, 25-23) il punteggio – in questo primo week end di World League. La Nazionale maschile, dunque, chiude la sua trasferta in Oceania con un bottino di sei punti; un buon viatico, insomma, per cominciare questa 26esima edizione che la vedrà affronterà anche Serbia (settimana prossima a Pesaro e Bologna) e Brasile. Dopo la gara di ieri durante la quale tutti gli esordienti sono scesi in campo, Il tecnico italiano ha mischiato un po’ le carte inserendo nel sestetto iniziale Randazzo e Vettori per Antonov e Sabbi confermando Travica in regia, Anzani e Alletti al centro, Lanza martello con Colaci libero. Analogo atteggiamento per Santilli che ha effettuato un paio di cambi preferendo Mote a Guymer e Walker a Douglas-Powell con la diagonale Peacock-Edgar, Passier altro centrale, Sanderson martello e Perry libero. Anche la partita odierna non ha offerto particolari spunti tecnici di rilievo con le due squadre autrici di parecchi errori dettati principalmente da una condizione fisica non certo brillante. La gara non è stata semplice per Travica e compagni che hanno conosciuto più di un momento di difficoltà a cavallo tra terzo e quarto set prima di riuscire ad imporsi con lo stesso punteggio di ieri. Nel terzo parziale, infatti, vinti i primi due, l’Italia ha commesso l’errore di pensare di aver il match in tasca e sul 22-22 ha finito per cedere campo agli avversari che sono riusciti a chiudere in proprio favore 25-23 riaprendo momentaneamente il match. Il quarto è iniziato con l’Italia ancora un po’ in difficoltà e incapace di scrollarsi di dosso i Volleyroos rimasti aggrappati al match fino alle fasi conclusive quando, fallito un primo match ball, gli Azzurri sono riusciti a fare loro la partita seppur con un po’ di fatica. L’Italia, in attesa del progressivo ritorno nel gruppo di alcuni “senatori”, torna dunque a casa consapevole di aver centrato l’obiettivo prefissato al momento della partenza, ma che il percorso in questa World League è appena agli inizi. Gli Azzurri lasceranno questa sera stessa l’Australia per arrivare in Italia domani intorno alle 13.30 circa. La squadra tornerà a radunarsi martedì a Pesaro.
Colaci: “Nel terzo set non abbiamo sfruttato le occasioni che ci sono capitate, mentre loro sono stati bravi a metterci in difficoltà. Sapevamo che non sarebbe stato facile perché non avevamo tanti allenamenti nelle gambe tutti insieme. La reazione nel quarto però c’è stata e da li dobbiamo ripartire. Sappiamo che dobbiamo fare meglio”.
Lanza: “Era importante vincere e noi lo abbiamo fatto. Dovevamo partire con il piede giusto e questo è stato fatto. L’aspetto positivo è che siamo rimasti uniti dimostrando compattezza e il giusto spirito che si deve avere in questi casi. Loro hanno giocato molto meglio di ieri, ma noi sappiamo che abbiamo bisogno di un po’ di tempo. Bene comunque le due vittorie”.

ITALIA-AUSTRALIA 3-1 (25-20, 25-21, 23-25, 25-23)
ITALIA: Anzani 8, Vettori 16, Randazzo 15, Travica 1, Alletti 10, Lanza 9, Colaci (L). Sabbi 3, Giannelli 3, Antonov 1. Ne: Mengozzi, Botto, Bossi, Giovi (L). All Berruto
AUSTRALIA: Sanderson 13, Passier 2, Edgar 25, Peacock, Mote 8, Walker 7, Perry (L). Guymer 2, Sukochev, Williams, Roberts Ne: Douglas-Powell, Borgeaud (L), Hodges. All. Santilli
Arbitri: Al Naama (QAT), Shaaban (EGY)
Spettatori: 3050  Durata set: 26’, 30’, 30’,30’
Italia: bs 19 a 4 mv 6 et 32
Australia: bs 15 a 3  mv 6 et 32

Tags