Nella partita più interessante della giornata, la Sir Safety Perugia batte per 3-1  ai suoi pari di LPR Piacenza e inizia col piedi giusto la prima giornata di campionato. La LPR si mostra agguerrita con uno stadio pienissimo e colorito. 25-18, 23-25, 25-16 e 25-21 i parziali.

 

Piacenza vs Perugia -  Superlega - Giornata 1

Piacenza vs Perugia – Superlega – Giornata 1

Aspettative alla grande. Un palazzetto al massimo delle sue capacità in una prima giornata di campionato tanto aspettata. Cosa poteva succedere? Una partita di alto livello con un enorme sviluppo creativo delle tifoserie, specialmente, quelli di casa che si sono preparati per l’occasione.

Più di 4.000 anime si sono godute questo primo gioco dove il cambio di mando era all’ordine del giorno. Inizia meglio Piacenza che con un Zlatanov determinante riesce a mettersi subito con 3 punti di vantaggio. Ma poi della mano di Podrascanin con attacchi risolutivi, la Sir si fa forte e pareggia in 14. E’ palo e palo  fino al punto 20 dove il Perugia decide che è il momento di concludere il set e lo fa tramite un ace del già nominato Podrascanin, fino a qui, protagonista assoluto.

Nel secondo quelli di casa escono in campo a mangiarsi vivi ai block devils, e quasi che riescono perché fino al punto 12 il vantaggio era di 6 punti. Perugia scompigliato e con alcuni problemi in recezione riesce pian piano a recuperare. Tanto è che al punto 20 arrivano insieme. Ma Piacenza non voleva lasciar via questo set quasi perfetto e si porta a casa il secondo per 25-23.

Il terzo è una mostra del livello di entrambe squadre: punto a punto fino al 10, poi decolla la Sir grazie a quattro punti di seguito dello Zar, aces inclusi. Il Piacenza non reagisci e quelli umbri si approfittano. E’ 25-16 per i bianconeri.

Nel quarto set Perugia parte meglio e prende vantaggio. De Cecco gioca di più su Podrascanin che attacca con altissima precisione. Però il Piacenza si ripiglia e rimonta il risultato. Per il Perugia tornano i fantasmi dello scorso weekend ma nella zona di definizione riescono a tenere la calma e chiudere in 25.

Fischio di chiusura e subito lo stadio si riempe di un pubblico troppo caloroso che va in cerca di Zaytzev principalmente per fargli gli auguri di compleanno.

Complimenti al Piacenza per uno stadio favoloso e colorito, del caldo ci possiamo dimenticare.

 

Tags